Domanda di Patologia orale

Risposte pubblicate: 11

Da qualche anno soffro di alitosi

Scritto da Monica / Pubblicato il
Buongiorno, non ho mai sofferto di alitosi cronica, benchè dall'età di 16 anni soffra di disturbi gastroesofagei cronici. Soltanto da qualche anno soffro di questo disturbo e, nonostante un'igiene da sempre più che corretta, non mi abbandona causandomi grossi problemi. Il tutto è cominciato indicativamente quando mi hanno sostituito una capsula in oro con una in porcellana, che ho fatto nuovamente cambiare l'anno scorso senza alcun risultato. Pensavo che potesse anche essere un dente del giudizio che mi cresceva internamente, ma fatto estirpare anche quello il problema continua a persistere. Non so proprio più davvero cosa fare e vi sarei grata se poteste consigliarmi in merito. Vi ringrazio e vi saluto cordialmente. Monica
Gentile Sig.ra Monica, visto che soffre di disturbi gastroesofagei, ha provato a chiedere al medico che la cura se i problemi di alitosi non siano dovuti proprio a quei problemi. E' la prima causa che bisogna escludere per poter dire che l'alitosi proviene dalla bocca. Cordiali saluti

Scritto da Dott. Massimo Tabasso
Savigliano (CN)
Consulente di Dentisti Italia

Cara Signora Monica, l'alitosi è molto frequente e può essere dovuta a diverse patologie sia sistemiche che dell'apparato stomatognatico. Tra le sistemiche troviamo in particolare l'ernia iatale da cui deriva l'esofagite e la gastrite, malattie del fegato, dei seni paranasali e dei polmoni e tra le stomatognatiche, malacie, carie, tasche parodontali, cattiva igiene orale, restauri conservativi o protesici irrazionali ed inadeguati e tanto altro. Occorre fare una visita clinica dal Dentista e nel caso da un Medico Gastroenterologo. Il Dentista, se è pratico, fa la cosiddetta misurazione organolettica che si fa odorando l'alito del paziente a distanze diverse e sempre maggiori per stabilire la gravità dell'alitosi. Occorre farsi spiegare bene dal Dentista l'Igiene orale domiciliare e è buona norma spazzolare oltre che denti e gengive anche il dorso della lingua con scovolini speciali che vendono in farmacia. Cordialmente Gustavo Petti, Parodontologia, Gnatologia e Riabilitazione Orale Completa in Casi Clinici Complessi ed Ortodonzia e Pedodonzia la figlia Claudia Petti, in Cagliari
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)
Consulente di Dentisti Italia

Gentile Monica, se lei ha una corretta igiene orale ed una salute della cavità orale i suoi problemi è probabile che possano derivare da disturbi dell'apparato gastroenterico riferiti. Le consiglio una visita da uno specialista internista in questo caso di più valido aiuto. Cordialmente

Scritto da Dott. Tersandro Savino
Tivoli (RM)
Consulente di Dentisti Italia

Gentile Monica, una volta esclusa l'etiologia stomatologica ne parli con il suo medico di famiglia al fine di indagare su altre cause quali quelle gastroenteriche. Cordialmente

Scritto da Dott. Aldo Santomauro
Palermo (PA)
Collaboratore di Dentisti Italia

Gentile Signora, da approfondire e o ricercare altra eziologia se sono state escluse tutte le potenziali cause del suo problema con origine stomatologica.

Scritto da Dott. Cristoforo Del Deo
Teramo (TE)
Consulente di Dentisti Italia

Gentile signora, lei denuncia problemi gastroesofagei più che ventennali, è sicura della diagnosi? Come può sopportare questa situazione da tanti anni? Le è stata fatta diagnosi da un internista o è una sua convinzione? Io comincerei a curare questo problema che non è di competenza odontoiatrica: ne parli al suo medico di famiglia. Molte altre possono essere le cause di alitosi oltre quelle gastriche: - tonsille croniche - sinusiti croniche - riniti con gemizio di pus maleodorante. Come vede il problema è complesso. Ha fatto cambiare la corona aurea con una di ceramica: l'alitosi poteva essere dovuta ad un lavoro incongruo, ma lei dice di averla rifatta senza risultati, pertanto desumo non si tratti di quella. Lei ha deciso l' estrazione dell' ottavo, non cita mai il parere del suo dentista cui è devoluto il compito di stabilire se la causa dell' alitosi è locale od originata in altro organo. Per riassumere parli col suo dentista in primis e si rivolga ad un internista per cercare la causa vera della sua alitosi. Auguri.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott.ssa Emma Castagnari
Torino (TO)

Copio in toto la risposta della dottoressa Castagnari. Cordiali saluti.

Scritto da Dott. Davide Colla
Seregno (MB)
Collaboratore di Dentisti Italia

Sig. Monica, mi trova in accordo con la splendida risposta della collega Castagnari.

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)

Aggiungerei alle risposte esaustive date sia dal dott. Petti che dalla dott.ssa Castagnari le intolleranze alimentari, tra cui quella al lattosio ( intolleranza genetica presente quasi in metà della nostra popolazione ) e i problemi intestinali ( dalla stipsi al croon, alla colite ulcerosa ecc. ) l'ideale è affidarsi a un buon gastroenterologo che sicuramente la aiuterà a risolvere il problema. La saluto cordialmente dott.ssa Graziella Cuccuru ( Bosa )

Scritto da Dott.ssa Graziella Cuccuru
Bosa (OR)

Concordo con quanto hanno detto i colleghi che mi hanno preceduto circa l'importanza di una diagnosi accurata sulle cause :( Gastroenteriche?; Riniti o Sinusiti mascellari croniche? Patologie epatiche?;Patologie croniche del cavo orale? ). Nelle more di una definizione diagnostica,provi il collutorio Meridol Halitosis che potrebbe dare un discreto sollievo ai suoi sintomi. Cordialmente

Scritto da Prof. Ciro Russo
Frattamaggiore (NA)

Sullo stesso argomento