Domanda di Patologia orale

Risposte pubblicate: 10

Un anno fa' sono stata vittima di un brutto incidente stradale

Scritto da ROBERTA / Pubblicato il
Salve, circa un anno fa' sono stata vittima di un brutto incidente stradale. Ho subito varie fratture e i primi giorni di ricovero ricordo vagamente che sentivo forti dolori alla parte inferiore della bocca. La settimana scorsa mi reco dall'igienista per effettuare una pulizia e mi fa' notare che alcuni denti hanno assunto un colore grigiastro. Mi viene effettuato un test di sensibilita' e ci accorgiamo che su alcuni denti non sento il freddo. Dopo aver effettuato un'ecografia il mio dentista riscontra varie necrosi. Cosa succedera' ora?Quali sono le possibili cure?Riusciro' a salvare i denti ormai ''morti''? Sono molto spaventata nel dover subire nuovi interventi.GRAZIE MILLE Aspetto impaziente una risposta
Gentile Roberta, si è verificata una necrosi pulpare da trauma a seguito dell'incidente da lei subìto. In questi casi è necessario procedere a devitalizzazione degli elementi interessati. I denti devitalizzati non sono morti;non hanno più vitalità ma funzionano come i vitali a tutti gli effetti.Non abbia paura perchè la devitalizzazione è una procedura che si esegue tutti i giorni in uno studio dentistico e non provoca problemi di alcun genere se effettuata correttamente. Cordialmente
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Tersandro Savino
Tivoli (RM)
Consulente di Dentisti Italia

I DENTI SI CURANO E NON SI ESTRAGGONO.Da casistica del Dr. Gustavo Petti e Dr.ssa Claudia Petti di Cagliari
Cara Signora Roberta, Non capisco, il test di vitalità lo ha fatto l'Igienista Dentale? Non rientra tra le sue competenze! Il Dentista ha fatto un'ecografia per valutare se ci fossero denti in necrosì? E' assolutamente pazzesco se le cose stessero veramente così!!! I denti che lei definisce "morti", non sono morti ma solamente non vitali, ossia sempre vivi ma non vitali, per distinguerli da quelli sani che sono vivi e vitali, perchè gli scambi biologici tra interno ed esterno del dente avvengono anche in un dente non vitale, ossia in necrosi! Non è niente di straordinario, è normale, si tranquillizzi, bisognerà solo curarli endodonticamente (nelle radici) e ricostruirli, conservativamemente con otturazioni o protesicamente con intarsi, perni moncone o corone a seconda della situazione clinica! Quindi si rassereni, perchè i suoi denti verranno salvati tutti, anche le radici o quelli che avessero fratture. Le lascio una foto di dente diagnosticati da altri Dentisti irrecuperabili e da estrarre e che invece io e mia figlia abbiamo tranquillamente salvato! Questo per sottolinearle che ovviamente si deve rivolgere ad un Dentista con "mani abili" ed in cui lei abbia tanta stima e fiducia da fare a lui queste domande senza avere il bisogno di conferme via Web!....Cordialmente Gustavo Petti, Parodontologia, Gnatologia e Riabilitazione Orale Completa in Casi Clinici Complessi ed Ortodonzia e Pedodonzia la figlia Claudia Petti, in Cagliari
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)
Consulente di Dentisti Italia

Sig. Roberta, i denti necrotici devono essere trattati per evitare complicanze maggiori. Sicuramente nel referto del pronto soccorso erano stati segnalati i traumi avuti al massiccio facciale. I denti necrotici con un buon trattamento canalare possono essere conservati per molti anni.

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)

No, io la capisco, ma gli interventi non sono troppo complessi. Basta fare credo una terapia canalare ed uno sbiancamento delle corone di questi denti. La prima procedura eviterà infezioni, e la seconda potrebbe ridare un colore accettabile. Tutto in ambulatorio, al massimo una anestesia locale, pochissime reazioni nei giorni successivi le cure e relativamente poche sedute. Spero molto che si sia tranquillizzato e che vada serenamente dal dentista. Al più presto.

Scritto da Dott. Paolo Passaretti
Civitanova Marche (MC)
Consulente di Dentisti Italia

Gentile Sig.ra Roberta, comprendo la sua ansia per le varie vicessitudini conseguenti al trauma ma l'allarmismo per i denti non vitali è gratuito in quanto con una corretta terapia canalare potrà conservarli per parecchio tempo ancora. Evidentemente si sarà trattato di un errore da parte sua ma l'ecografia non rientra tra le indagini strumentali per fare diagnosi sulla vitalità dei denti. Cordiali saluti.

Scritto da Dott. Aldo Santomauro
Palermo (PA)
Collaboratore di Dentisti Italia

Signora l'unica cura è quella endodontica.

Scritto da Dott. Cristoforo Del Deo
Teramo (TE)
Consulente di Dentisti Italia

E' normale che in conseguenza di un trauma violento per qualche dente si interrompa la vitalità e questo dente diventi più scuro.In tali casi occorre anche fare una radiografia per controllare che il danno non sia più grave (ad esempio con una frattura radicolare. Se si tratta soltanto di una devitalizzazione "spontanea" o meglio provocata dal trauma senza ulteriori conseguenze, è bene procedere asd una terapia canalare per togliere dalla radice il tessuto mortificato. E' quindi indicato procedere a questa terapia senza alcun altro intervento, men che meno protesico
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Prof. Giuliano Falcolini
Roma (RM)

Gentile Sig.ra Roberta, non deve temere nulla. E' una banalissima necrosi dovuta al trauma dell'incdente. Il caso si risolve brillantemente effettuando una terapia canalare ed eventualmente una sbiancamento anche se nella maggior parte dei casi quest'ultimo non è necessario. Cordiali saluti.

Scritto da Dott. Piero Puppo
Imperia (IM)

Capita che alcuni denti che hanno subito traumi sviluppino dentina di reazione che determina la variazione del colore. Questo determina anche una riduzione della sensibilità senza che il dente sia morto realmente. Se non ci sogno segni radiografici personalmente non interverrei ma terrei monitorata la situazione con altre radiografie a distanza di tempo. Eseguendo un cavity test in denti come i suoi è frequente riscontrare che c'è vitalità. Il cavity test consiste nel praticare una cavità nel dente senza anestesia per vedere le c'è dolore o no: niente dolore significa dente morto; dolore significa dente vivo. Ovviamente, visto che non si praticano fori a caso nei denti, la cavità del cavity test è quella che si realizzerebbe comunque per devitalizzare il dente nel momento in cui si dovesse prendere la strada interventista anziché quella attendista. Ovviamente in caso di test di cavità positivo, si tirano i remi in barca, si ottura il dente e non lo si devitalizza più.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Luca Boschini
Rimini (RN)
Consulente di Dentisti Italia

Cara Roberta dubito fortemente che lei abbia fatto l'ecografia per vedere i denti al massimo una radiografia. La cura è una semplice devitalizzazione con sbiancamento ed eventualmente, se vuole essere sicura, una corona. distinti saluti

Scritto da Dott. Domenico Aiello
Catanzaro (CZ)

Sullo stesso argomento