Domanda di Patologia orale

Risposte pubblicate: 1

Alitosi e Halimeter

Scritto da andrea / Pubblicato il
E’ da anni che sono alle prese con un fortissimo problema di alitosi. In tanti anni ho fatto mille esami esami con odontostomatologi, gastroenterologi, otorinolaringoiatra, ma tutt’ora combatto con questo problema che mi ha praticamente distrutto la vita. Il mio problema va molto oltre un semplice problema di alitosi persistente. Infatti il problema si presenta soprattutto nel normale respiro creando disagio a tutte le persone che mi stanno intorno. Per darle un’idea della gravita del problema, si immagini che io lavori in un ufficio (un open space di circa 500mq) e che a fine settimana a causa mia questo posto e’ letteralmente uno schifo. Le sembrerà che stia esagerando, e possa soffrire di alitofobia, ma mi creda non e il mio caso visto che sono proprio le persone intormo a me che mi fanno notare il problema. Tengo a precisare che metto una particolare enfasi nella mia igiene personale ma sopratutto nello spazzolare per svariate decine di minuti tutta la bocca. Negli anni ho provato tutti i dentifrici possibili e colluttori esistenti. Ultimamente ne sto usando uno a base clorexidina al 20%, ma nemmeno quello sembra sortire effetto. Ho visto quello strumento, l’halitmeter, che sembra essere proprio quello che servirebbe per il mio caso.
L’halimeter può stabilire la consistenza del disturbo e il distretto di provenienza, dopodiché con la clinica si ricercano le probabili cause.
Una visita presso un centro specializzato in diagnosi e terapia dell’alitosi è spesso sufficiente per valutare l’origine del disturbo e, se di provenienza dal cavo orale, stabilire il piano di trattamento. 

Sullo stesso argomento