Domanda di Patologia orale

Risposte pubblicate: 9

Mio padre è affetto da carcinoma del cavo orale

Scritto da ANNA / Pubblicato il
Buongiorno vi contatto per chiedervi delle informazioni. Mio padre è affetto da carcinoma del cavo orale e prima di iniziare la radioterapia gli è stata fatta fare la bonifica del cavo orale togliendo tutti i denti, secondo il dentista avrebbe smesso di sanguinare abbastanza presto ma, a distanza di 3 ore, ancora sanguina parecchio, stiamo usando delle garze per tamponare. Il mio quesito è questo: ci è stato detto di tenere il cavo orale pulito e di fare qualche sciacquo ( ma non oggi ), quali accorgimenti e c'è un modo per lavare le gengive in modo da Quale può essere la causa del mio continuo mal di denti?visto che ha i punti? grazie.
Gentile Anna, un sistema abbastanza veloce è prendere delle fiale di UGUROL oppure TRANEX, entrambi i farmaci hanno lo stesso principio, versare il contenuto della fiala in un batuffolo di cotone e con questo tamponare le ferite facendo stringere la mandibola per 5/10 minuti, ovviamente dopo essersi accertata che Suo Padre non ha controindicazioni all'uso dell'acido tranexanico. Anche l'associacione con ghiaccio tritato da tenere in bocca può aiutarlo molto. Cordialità e in bocca al lupo. Gustavo de felice sapri (sa)
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo De Felice
Sapri (SA)

Cara Anna...mi dispiace molto per suo padre...purtroppo non posso esserle molto utile...se vogliamo fare un discorso professionalmente valido...non conoscendo la situazione clinio-anamnestica locale nè quella generale non posso sapere se suo padre ha patologie o valori ematologici e/o glicemici etc che predispongono alle emorraggie o sanguinamenti e non so se e come siano stati messi i punti di sutura e non so se nelle ferite delle avulsioni sia stata posizionata spugna di fibrina sintetica proprio per evitare i sanguinamenti...e non so se le arteriole che possono dare emorraggie siano state chjrurgicamente isolate e suturate...quindi non posso rispondere...cercate di tamponare con garza sterile le ferite stringendole tra le dite poste una nella parte palatale o linguale della mucosa ed una vestibolare ovviamente all'rsterno della ferita per stringere e comprimere facendo anche pressione verso la ferita...e portatelo subito da chi lo ha operato...lui solo sa e può aiutarlo...Cordialmente Gustavo Petti Chirurgo Parodontologo in Cagliari
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)
Consulente di Dentisti Italia

Cara Anna, dato che le estrazioni sono state eseguite bisogna occuparci del sanguinamento. Le suggerirei di usare della garza imbevuta di tranex ed esternamente del ghiaccio. Mi faccia sapere

Scritto da Dott. Marco Dettori
Sassari (SS)

Cara Anna se non si conosce la situazione ematologica di suo padre cioè se ill patrimonio delle piastrine è adeguato, se ci sono altre alterazioni del sistema di coagulazione etc. non si può dare adeguate indicazioni, comunque la compressione della/e ferite per diversi minuti di solito aiuta, così come l'applicazione del ghiaccio diretta, poi penso che il collega che ha operato sarà il soggetto più indicato a cui chiedere consiglio. Auguri per suo padre. Cordialità Dott. A. Braga
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Adolfo Braga
San Giustino (PG)

Faccio solo un'ipotesi: probabilmente non sta sanguinando, ma quello che trova in bocca e che sputa è quello che chiamiamo "essudato fibrinoso" di colore rosato (cioè simile a sangue misto ad acqua). Se così è, allora state tranquilli. Se invece è SANGUE VERO DENSO E ROSSO SCURO, le conviene contattare immediatamente il suo dentista, il quale adotterà tutti i presidi terapeutici di sua competenza per fermare l'emorragia. In questa fase non è appropriato nè spazzolare le gengive, nè fare sciacqui con collutorio...almeno fino a che la situazione non si sia stabilizzata.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Alberto Ricciardi
Trebisacce (CS)

Sig.ra Anna, dopo 3 ore cede l'effetto del vasocostrittore e si ha il sanguinamento, il tamponamento meccanico con un’adeguata pressione con un periodo di tempo maggiore al tempo di coagulazione (Almeno 10 minuti), se non si ha l'emostasi, consiglio eventuali accertamenti in pronto soccorso. Suo padre assume l'aspirinetta o antiaggreganti?

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)

In prima giornata è del tutto normale avere la saliva striata di sangue, soprattutto se sono stati estratti diversi denti. Da bandire l'uso di cibi e bevande calde e sciacqui ripetuti nelle prime 48 ore per evitare di staccare il coagulo. Non succhiare la ferita. Se il sanguinamento persiste tamponate con una garza o del cotone possibilmente con un antiemorragico consigliato dal medico.

Scritto da Dott. Cristoforo Del Deo
Teramo (TE)
Consulente di Dentisti Italia

Gentile sig.ra non si preocupi del sanguinamento risulta normale dopo delle estrazioni multiple, non faccia sciacquare suo padre perchè non aiuta piuttosto faccia stringere tra le due arcate delle garze se imbevute di ugurol o tranex, vedrà che a distanza di poco risolverà. Non esiti a contattare per bisogno. Cordiali saluti - dr Casella (torino)

Scritto da Dott. Franco Massimo Casella
Torino (TO)

Gentile Signora, il sanguinamento dopo qualche ora dalle estrazioni dentarie multiple può essere normale ma consideri che il sangue è misto a saliva e quindi l'emorragia sembra copiosa. Comunque tamponando la zona con garza imbevuta di acida tranexamico (Ugurol o Tranex) dovrebbe arrestarsi. Se dopo 12 ore continua l'emorragia contatti il chirurgo che lo ha operato. Cordiali saluti

Scritto da Dott. Michele Paradiso
Nichelino (TO)

Sullo stesso argomento