Domanda di Patologia orale

Risposte pubblicate: 3

Seguito alla domanda: Da circa un anno mio padre che ha 71 anni è affetto da una stomatite aftosa.

Scritto da Nicola / Pubblicato il

Gentilissimi medici, innanzitutto vorrei ringraziarvi per le vostre rapide ed utilissime risposte relativamente al caso di mio padre di 71 anni che da circa un anno presenta con una certa frequenza una stomatite aftosa. Come vi dissi nella precedente mia richiesta, siamo stati da un professore stomatologo della mia città il quale gli prescrisse una serie di analisi del sangue. Le analisi sono state eseguite e ora vorrei sottoporle alla vostra attenzione le analisi (in allegato), in attesa dell'appuntamento con lo stomatologo. Devo anche dirvi che la situazione della stomatosi aftosa ad oggi è molto, molto migliorata rispetto a una decina di giorni fa (da quando mio padre non sta più facendo uso di collutori e prodotti) che probabilmente invece di arrecare sollievo arrecavano danno. Spero possiate darmi qualche anticipazione circa una strada da seguire per eliminare definitivamente il problema. Molte grazie

PS: Dato che l'immagine non si vede, inserisco due collegamenti per vedere le analisi di mio padre. Esito analisi papà: http://www.box.net/shared/ti0hx8p4y1 Richiesta analisi papà: http://www.box.net/shared/qtgeridveo  

 

Precedenti:

http://www.dentisti-italia.it/dentista_domande/patologia-orale/1644_da-circa-un-anno-mio-padre-che-ha-71-anni-e.html

Caro Signor Nicola...le analisi non si vedono, purtroppo...in ogni caso...le dico che bisogna vedere le analisi e suo padre...vedere solo le analisi serve a poco e sarebbe non professionale ... fare diagnosi o dare terapie o pareri in base ad una lettura di laboratorio senza avere visitato suo padre...che tra l'altro non si tratta di patologia acuta grave...attenda con pazienza l'appuntamento col suo dentista...o cerchi di anticiparlo se volesse risposte prima..o se avesse problemi urgenti ed il suo stomatologo non potesse riceverla, porti suo padre in un pronto soccorso di una divisione di chirurgia maxillo-facciale od Universitaria di Odontostomatologia...più di questo ritengo...rimanendo nell'ambito della professionalità...non si può fare!..Cordialmente ...ecco ora vedo le immagini in PDF...MA...Caro Signor Nicola...deve capire che senza visitare suo padre...non solo per le afte...ma visitare clinicamente internisticamente...ossia valutare il suo stato generale di salute...non ha senso vedere le analisi...potrei dirle per esempio che ha una leggera sospetta anemia DNDD ossia meno globuli rossi...(ma non è detto perchè non vedo il risultato della reticolocitemia, il solo che possa confermare uno stato anemico vero da uno falso con valori di emoglobina ed ematocrito a limiti inferiori anche se ancora nella norma...o potrei dirle che in base alla formula leucocitaria con aumento degli eosinofili ed aumento della VES con indice di Katz però nella norma...potrebbe avere uno stato infiammatorio da qualche parte nell'organismo...per esempio nel rene, avendo cristalli di acido urico ed una lieve Batteriuria...ma a cosa le servirebbe...a niente a stressarsi inutilmente...deve leggere queste analisi il medico che le ha prescritte...il medico curante o lo specialista internista o altro ... potrei leggerle anche io visitando però suo padre non solo odontoiatricamente e stomatologicamente ma anche genericamente internisticamente...tutto questo per spiegarle che deve rivolgersi alle figure mediche sopra indicate...OK?...tanti auguri...in ogni caso stia tranquillo perchè non emerge nulla di grave ...ovviamente valutando le analisi da sole senza conoscere la storia clinica di suo padre...Cordialmente Gustavo Petti Parodontologo in Cagliari
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)
Consulente di Dentisti Italia

Meglio lasciar interpretare le analisi al Professore che le ha richieste, genericamente risultano spostati i valori relativi a degli stati flogistici, si rileva anche una lieve anemia da ripristinare, non sono presenti epatite B e C, che sono compatibili con patologie del cavo orale che possono essere messe in diagnosi differenziale con l’aftosi.

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)

Signor Nicola, mi sembra corretto che le analisi vengano viste prima dal Prof. poi magari ci sentiamo. Buon pomeriggio

Scritto da Dott. Giancarlo Dettori
Sassari (SS)

Sullo stesso argomento