Domanda di Patologia orale

Risposte pubblicate: 8

Ho da circa 1 anno e mezzo una lesione all'interno del labbro inferiore

Scritto da alessia / Pubblicato il
Buongiorno, ho da c.a 1 anno e mezzo una lesione all'interno del labbro inferiore (in corrispondenza della chiusura del canino superiore) che si presenta come una vescica, la pelle infatti non fa in tempo a riformarsi che si toglie di nuovo e solo in questo caso sento bruciore e fastidio all'ingestione di cibi caldi e/o acidi. Ho peregrinato tra dermatologi e dentisti : ho provato a fare una cura con micostatyn per una diagnosi di infezione non ottenendo benefici, sono stata poi mandata a fare una biopsia per sospetta leucoplachia da altro dermatologo che il dentista c/o l'ospedale dove mi sono rivolta non mi ha voluto fare ritenendo responsabile della lesione il canino leggermente scheggiato che poggia proprio sulla vescica (non ho problemi ulteriori all'interno della bocca, la vescica è localizzata sempre nello stesso punto). Dopo la limatura sono passati c.a due mesi e dopo un leggero miglioramento (riduzione dell'ampiezza della vescica) ci risiamo di nuovo ( il dentista segnala che le lesioni all'interno della bocca si rimarginano con molta lentezza considerando dove sono ubicate e che, se necessario, si lima di nuovo. Non bevo alcolici e sono una ex fumatrice (ho smesso da c.a 4 anni). Seguo una dieta equilibrata: il mio unico vizio è il caffè, c.a. 4/5 tazzine al giorno. Non ho problemi di salute a parte il ferro che è sempre al limite della soglia normale se non sotto. Questo problema mi si è presentato dopo una dieta da me fatta sotto stretto controllo medico di 10 kg c.a per togliere peso dalle mie articolazioni già gravate da una artrosi in stato avanzato. Non so se digrigno i denti o mi pizzico la mucosa interna, forse lo faccio incosciamente, ma nessuno degli specialisti che ho visitato, alla mia risposta, ha saputo valutare se effettivamente lo faccio o meno ( credo che il dente presenti segni ben visibili in questo caso). Allego anche una foto della lesione (una volta che si toglie la pelle si prsenta molto rossa e infiammata. Vorrei quindi sapere se c'e' uno specialista particolare che possa risolvermi il problema e dove posso trovarlo a Roma, preferibilmente all'interno di strutture ospedaliere pubbliche. Ringrazio anticipatamente per la disponibilità e l'aiuto e complimenti per il sito buona giornata Alessia
Buonasera, sig.ra, leggo che lei ha fatto molti controlli, potrebbe pensare a farsi un Byte morbido ( oppure lo compri in farmacia ) questo servirà sicuramente a non succhiare o viziare il labbro in modo scorretto. Se non passerà entro trenta giorni deve fare altri accerta-menti .

Scritto da Dott. Ivano Guadagno
Lanuvio (RM)

Prelievo bioptico per Fibroma orale...come esempio
Cara Signora Alessia...è ovvio che bisogna fare una diagnosi sicura sul tioi e la natura della lesione che ha...per far questo...dopo aver sentito tanti pareri, la cosa più seria è fasre una piccola biopsia ed avere una diagnosi istopatologica...dopo si deciderà la terapia...è una procedura tanto ovvia che mi domando perchè non sia stata fatta...si rivolga ad uno stomatologo di rinomata bravura che le faccia il prelievo e lo invii ad un laboratorio privato sicuro... io per esempio mi comporto così...ho un laboratorio di analisi istopatologiche vicino al mio studio...faccio il prelievo ed il paziente stesso lo porta al laboratorio...ovviamente col prelievo in provetta con liquido adatto... in pochi giorni si ha il risultato...se lo fa in Ospedale e le capita un Dentista che non lo vuol fare deve avere inutili discussioni...si rivolga al privato che funziona meglio del "pubblico"...purtroppo in Italia è così!...Cordialmente e mi faccia gentilmente sapere...Gustavo Petti Chirurgia Parodontale ed Orale
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)
Consulente di Dentisti Italia

Signora Alessia, possiamo parlare di Stomatite. E'una malattia della mucosa orale di natura infiammatoria e, in qualche caso, anche di natura distrofica, cioè con un'alterazione del normale aspetto della mucosa. Per sua informazione le ricordo che la mucosa orale comprende le gengive, le guance, il palato, la faccia interna delle labbra e la lingua. Le cause locali di stomatite possono essere le più varie: meccaniche, termiche, chimiche, scarsa igiene orale. Oggi è riconosciuto anche il ruolo dello stress quale concausa per lo sviluppo della stomatite aftosa, attraverso una diminuzione dell'immunità locale. È ovvio che nelle stomatiti che riconoscono una chiara origine carenziale, come nel caso di ipovitaminosi,(probabile conseguenza della sua dieta) bisognerà associare una opportuna terapia vitaminica di sostegno. Uno dei fattori predisponenti è un'alimentazione difettosa e, come conseguenza, una carenza di vitamine. Queste, infatti, giocano un ruolo importantissimo nella formazioni di anticorpi e nella possibilità di superinfezioni (ad esempio nelle infezioni da parte di funghi). Per questo motivo, è bene alimentarsi in maniera equilibrata con un giusto apporto di frutta e verdura. Anche la scarsa igiene orale rappresenta un fattore sfavorevole. Pertanto, è consigliabile rivolgersi al proprio odontoiatra per tenere sempre sotto controllo la propria igiene orale. Parli con il suo medico che ha stabilito il protocollo dimagrante e mi faccia sapere. Buon pomeriggio
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Giancarlo Dettori
Sassari (SS)

Se i valori ematochimici sono nella norma, ha una dieta varia e bilanciata e non è bruxista farei una biopsia...il patologo orale si occupa di questi problemi...la sua artrosi ha un'origine autoimmunitaria? Ha fatto terapie con cortisone?

Scritto da Dott. Cristoforo Del Deo
Teramo (TE)
Consulente di Dentisti Italia

Sig. Alessia, se tutte le principali cause traumatiche sono state rimosse e non si è ottenuto una remissione spontanea della lesione in 15/20 giorni, è consigliato un nuovo accertamento istopatologico. La biopsia in precedenza effettuata quale esito a dato? Non trascuri il problema e si rivolga a un ambulatorio di medicina e patologia orale per una diagnosi certa.

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)

Io vorrei vedere bene se davvero non c'é qualche dente o occlusione che possano causare questa ferita. Il dentista stomaTOLOGO FORSE AVEVA RAGIONE!

Scritto da Dott. Paolo Passaretti
Civitanova Marche (MC)
Consulente di Dentisti Italia

Alessia è certa che non se la morde accidentalmente o non ci dorme sopra abitualmente? Sarebbe opportuna una precisazione

Scritto da Dott. Gino Salvatore Galiffa
Teramo (TE)

Gentile Alessia, purtroppo dalla foto non si evince bene il quadro. Mi permetto di lasciarle il mio numero di telefono per un consulto gratuito e senza impegno presso il mio studio. Cordiali saluti. Gentile Alessandro 3384169353.

Scritto da Dott. Alessandro Gentile
Tivoli (RM)

Sullo stesso argomento