Domanda di Patologia orale

Risposte pubblicate: 5

Può trattarsi di candidosi orale?

Scritto da Luca / Pubblicato il
Salve, Ho la lingua bianca da un pezzo ormai. Ultimamente ho notato anche alito cattivo, cosa di cui non ho mai sofferto. Spazzolo la lingua anche per più di un minuto ma la patina non va mai via, la lingua è proprio bianca, tranne che in alcune aree. Può trattarsi di candidosi orale? (La mia compagna ha avuto per un periodo la candidosi vaginale ). Ho anche svariati problemi intestinali (ho fatto tutto il fattibile ma persistono) e sinusite. Potrei essere affetto da una candidosi orale e intestinale? Ho allegato la foto della lingua. Cosa ne pensate? Quel bianco/giallognolo, anche spazzolando forte non va via. Se notate nella foto ci sono alcune aree circolari dove la lingua è perfettamente rosa. Grazie mille per le risposte. P.s. ho fatto la visita dal dentista qualche settimana fa, ma non mi ha riscontrato nulla.
Sig. Luca, se lei è stato visitato da un odontoiatra iscritto all'ordine dei medici può stare tranquillo, ma le consiglio di ritornare e di farsi mettere per iscritto lo stato clinico e l'eventuale sospetto diagnostico.

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)

Seguendo i protocolli e le linee guida stabilite dall'OMS, qualunque tipo di lesione sospetta o presunta tale presente nel cavo orale (quindi lingua compresa) che non risolve spontaneamente (o con terapie palliative, tipo collutori) entro le 2 settimane, per la sicurezza del paziente stesso, prevede che questo venga inviato presso un reparto specialistico di Patologia Orale all'interno di una Clinica Odontoiatrica Ospedaliera. Non è, a guardare la foto, nulla di grava, e potrebbe essere una candidosi, ma la diagnosi differenziale richiede altri elementi.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Giulio Sbarbaro
Zocca (MO)
Consulente di Dentisti Italia

Caro Signor Luca, Buongiorno. Sono perfettamente d'accordo con il Dottor Sbarbaro. Non prenderei in considerazione solo la "patina bianco-giallastra" e le "chiazze rosse" ma anche le piccole papule rosse ( la punteggiatura rossa dei lati e della punta della lingua che potrebbero far pensare ad un Enantema di una malattia Esantematica)! Le diagnosi Differenziali sono molte si tra patologie locali che Sistemiche (Intestino, Fegato, Rene mesenchimopatie e tanto altro). Occorre fare una Visita cinica con palpazione e rilievo di tanti dati ed una accurata Anamnesi e Semeiologia per fare Diagnosi Differenziale. Non si può certo fare Diagnosi per via Web! Bisogna Valutare anche il Suo Sistema Immunitario anche con Analisi Ematologiche per esempio valutando gli Anticorpi Anti Ana ed Anti Ena, oltre che ad un semplicissimo Emocromo con Formula ed altre analisi di Base!Questo lo si fa con Visite Cliniche accurate e con analisi ematologiche, prima generiche, poi mirate e poi sempre più precise mano amano che il sospetto diagnostico "assottiglia" il ventaglio delle possibili Patologie per arrivare infine alla Diagnosi. Occorre non solo il Dentista, che se fosse veramente bravo e la sua Specializzazione in Odontoiatria e Protesi Dentaria provenisse dalla Medicina e chirurgia, dovrebbe avere rare doti dio Clinico completo, occorre dicevo anche un Medico Specialista in Medicina Interna ed una stretta collaborazione tra Odontoiatra e Internista, se lo Specialista Dentista non fosse come quello descritto sopra! Il sospetto di mesenchimopatie deve essere tenuto ben presente ma le mesenchimopatie sono malattie abbastanza "ostiche" e non le si sospettano diagnosticamente, quasi mai! Così come altre patologie che non sto a descrivere perché non è il caso! Si metta in buone "mani"! Tutto questo, senza estrapolare la "bocca" dal contesto dell'Organismo intero in cui si trova che va valutato quindi insieme alla "bocca", Clinicamente, Anamnesticamente, Semeiologicamente per fare Diagnosi Differenziali che Nascono Solo dalla conoscenza delle varie patologie ed emettere infine un sospetto Diagnostico che diventa poi Diagnosi Certa con "Ragionamento Clinico e Strumentale e eventualmente analitico ematologico". Si emette così una Prognosi ed infine la Terapia ed ho detto "La", non "Una" Terapia che sceglie il Dentista e solo il Dentista! Cari Saluti
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)
Consulente di Dentisti Italia

Gentile Sig. Luca, non si può fare diagnosi da una semplice foto. Se il problema rimane le consiglio di fare una visita presso uno specialista in patologia orale. Cordiali saluti

Scritto da Dott. Massimo Tabasso
Savigliano (CN)
Consulente di Dentisti Italia

Concordo con i colleghi, deve sottoporsi ad una visita presso un patologo orale. A napoli presso l'università federico 2^ la cattedra diretta dal prof Mignogna le saprà risolvere il problema

Scritto da Dott. Fabio Arpaia
Napoli (NA)

Sullo stesso argomento