Domanda di Patologia orale

Risposte pubblicate: 4

Da qualche giorno ho notato che il colore delle mie gengive è nero

Scritto da Pasquale / Pubblicato il
Salve, vi scrivo perché da qualche giorno ho notato che il colore delle mie gengive è nero e sembrano livide, soprattutto l'arcata inferiore. Non sono sicuro del fatto che possano essere state già così da parecchio tempo, purtroppo è una zona che non controllo spesso e sorridendo non si vede (quindi non mi da problemi dal punto di vista estetico). Il mio dentista dice che sono pigmentazioni che si formano in seguito ad assunzione di nicotina col fumo (premetto che fumo da anni una media 8 sigarette e 3/4 "canne" al giorno, qualche volta meno qualche volta di più). Ho fatto delle ricerche in internet e ho letto di tutto, dal tumore alle normali pigmentazioni fisiologiche ( o pigmentazioni razziali, sono Sardo con capelli neri, occhi castani e carnagione tendente all'olivastro). Volevo gentilmente sapere se devo preoccuparmi o seguire il consiglio del mio dentista, cioè quello di stare tranquillo e, ovviamente, diminuire o smettere (la cosa migliore) con il fumo! Ho 27 anni e fumo da quando ne avevo 14! P.S. Ho fatto una RX 3 anni fa e non mi è stato segnalato niente, e dopo l'ultimo controllo (ieri) mi è stato detto che non ho problemi di gengivite o altro! Ringraziando per la disponibilità, cordiali saluti Pasquale
Linea di Giunzione Mucogengivale come da spiegazione nel Testo. Dr. Gustavo Petti Parodontologo di Cagliari
Caro Signor Pasquale, buongiorno. Non si deve assolutamente preoccupare. Sono solo pigmentazioni ossia pigmenti di nessuna importanza che dovrebbe avere già avuto da sempre o che magari con l'aumentare dell'età si sono manifestate di più. In tal caso non sarebbe niente. Sarebbero solo pigmentazioni legati alla razza o ad antenati di razza nera! Non hanno nessuna importanza patologica a meno che non siano pigmentazioni superficiali tipo deposito di origine batterica o da miceti entrambi cromogeni, ma sarebbero colpiti maggiormente i denti e non sembrerebbe che fosse così visionando però solo le foto. L'ha visitata il Suo Dentista, stia quindi sereno, non è niente! :) . Piuttosto, sembra, dalle foto, che abbia una Gengiva molto sottile in corrispondenza dell'attacco della stessa ai denti frontali, in particolare inferiori. E' il caso di fare una Visita Parodontale con Sondaggio di eventuali Tasche Parodontali e valutare la presenza di Recessioni Gengivali e soprattutto i rapporti della Gengiva Libera, Aderente e dei solchi e delle eventuali Tasche con la Linea di Giunzione Mucogengivale (che separa la Gengiva aderente da quella Mucogengivale). Riguardo alle recessioni o alla Gengiva molto sottile e quindi "fragile",solo con una visita clinica si può fare Diagnosi. Se ci fossero ed andassero curate (perché andrebbero curate solo quelle che avessero "distrutto", detto in parole a lei comprensibili, la Gengiva aderente sfociando od avvicinandosi alla linea di giunzione mucogengivale che separa la gengiva aderente (rosa ed aderente all'osso tramite il periostio ed in Lei molto pigmentata) dalla mucosa alveolare (violacea ed elastica)perché quest'ultima non può fungere da Gengiva Marginale per la sua Elasticità e povertà di Strati Cellulari dal punto di vista Istologico. Chieda al Suo Dentista e se non si occupasse di Parodontologia le Consiglio di Farsi Visitare da un Parodontologo per un Consulto, d'accordo ed in contatto col Suo Dentista Curante! Le Lascio un Disegno esplicativo in cui si vede bene la Linea di Giunzione Mucogengivale, tratto dal mio "Piccolo Atlante di Parodontologia". Cari Saluti :)
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)
Consulente di Dentisti Italia

Sig. Pasquale, lei è stato visitato da un medico non da uno stregone, questa figura è responsabile di ciò che comunica ai pazienti ed è pronta anche a scrivere il tutto, per cui non abbia dubbi e non dimentichi la visita semestrale.

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)

Come ha scritto il suo dentista e come ha spiegato il collega dott.Petti, in linea di massima non dovrebbe essere assolutamente nulla. La correlazione con il fumo è possibile (se smette di fumare, ne trarrà gran beneficio tutto l'organismo) e/o una vaga componente genetica a riguardo. Nulla più.

Scritto da Dott. Giulio Sbarbaro
Zocca (MO)
Consulente di Dentisti Italia

Gentile Sig. Pasquale, in effetti sembrano pigmentazioni da nicotina. Sarebbe interessante vedere se sono presenti anche sulla lingua. Cordiali saluti

Scritto da Dott. Massimo Tabasso
Savigliano (CN)
Consulente di Dentisti Italia

Sullo stesso argomento