Domanda di Patologia orale

Risposte pubblicate: 9

Mi sono svegliata con un gonfiore sul lato destro del viso

Scritto da ilaria / Pubblicato il
Buongiorno, premetto che ho già programmato una visita al mio dentista ma non essendo nel paese la visita è programmata per la settimana prossima. Stamattina mi sono svegliata con un gonfiore molto evidente sul lato destro del viso, su per giù dall'altezza dello zigomo alto fino quasi vicino alla mandibola. Non provo alcun dolore, solo un leggero senso di fastidio al tocco. Mi è stata consigliata (in vista della futura visita dal dentista) una terapia antibiotica e di assumere antidolorifici quali oki in caso di bisogno. Il mio dentista sospetta di un ascesso, ma (avendone avuto problemi in passato) tengo a specificare di non provare ALCUN DOLORE. Ieri pomeriggio ho sentito un leggero dolore che io ho collegato al freddo avendo i denti sensibili, e ho preso un antidolorifico, non vi era orma di nessun gonfiore, con l'antidolorifico mi è passato e sono andata a dormire tranquillamente, stamattina svegliandomi con il viso molto molto gonfio. In attesa della visita volevo sapere se fosse possibile un accesso senza nessun dolore o se il gonfiore possa essere causato da altre motivazioni? Ringrazio anticipatamente
Cara signora Ilaria, buongiorno. Certo che è posibile! Di regola, il dolore precede l'ascesso! Il formarsi dell'ascesso, decomprimendo la "pressione" locale, fa cessare o diminuire il dolore che però può ripresentarsi nel decorso della vita dell'ascesso che indica che c'è una infezione o parodontale o più probabilmente, vista la giovanissima età, di origine necrotica endodontica ed osteolitica periapicale! Se l'ascesso dovesse aumentare di volume e tendere a "chiudere" l'occhio, corra subito dal Dentista o in sua assenza dal Medico o al Pronto Soccorso Ospedaliero perché potrebbe significare che si stia formando un Flemmone, ossia una raccolta di pus che si fa strada tra le fasce muscolari e nell'arcata superiore e che è pericolosissimo perché dalla zona infra e para - orbitale può raggiungere la Rocca Petrosa, formazione tra l'orecchio interno ed il Cervello che possono essere raggiunti quindi dall'infezione! Non bisogna mai trascurare e prendere con superficialità un ascesso Dentale! Cari saluti
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)
Consulente di Dentisti Italia

Sig. Ilaria, senza un quadro clinico si rischierebbe di darle delle risposte sbagliate che potrebbero anche aggravarle la patologia, per cui le consiglio di rivolgersi temporaneamente al medico dio base o alla guardia medica.

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)

Gentile Ilaria, senza una visita accurata corredata da eventuali analisi bioumorali e strumentali è impossibile poterla aiutare e rispondere con precisione poiché il suo problema potrebbe essere causato da svariate cause di verse l'una dall'altra. Potrebbe trattarsi di una ascesso di origine dentale o parodontale oppure essere causato da strutture muscolari od ossee. Purtroppo risulta difficile riuscire a darle un parere preciso a distanza. Cordialmente

Scritto da Dott. Tersandro Savino
Tivoli (RM)
Consulente di Dentisti Italia

Gentile sig.ra Ilaria, il dolore non c'è perché il nervo del dente ha smesso di funzionare, invece le segnalo che in assenza di adeguata quanto super tempestiva terapia antibiotica i.m. e cortisone questo ascesso subirà una trasformazione in flemmone e le chiuderà l'occhio appena soprastante. Mai sottovalutare o prendere tempo con un ascesso. Distinti saluti

Scritto da Dott.ssa Maria Grazia Di Palermo
Carini (PA)
Consulente di Dentisti Italia

Potrebbe essere tranquillamento un processo ascessuale (di origine presumibilmente dentale), dato che il sintomo dolore acuto e martellante solitamente lo precede. Corretta, in linea generale, la terapia antibiotica, con il consiglio di recarsi al più presto dal dentista.

Scritto da Dott. Giulio Sbarbaro
Zocca (MO)
Consulente di Dentisti Italia

Se ho ben capito, è un gonfiore, che le si presenta la mattina, e durante il corso della giornata se ne và? non credo si tratti di un ascesso, che risulterebbe sempre gonfio e le provocherebbe dolenzia alla masticazione sul dente responsabile dell' ascesso, io, mi orienterei di più per un problema disfunzionale dell' atm, lei di notte stringe i denti o digrigna? potrebbe essere una ipertrofia ( aumento di massa) del muscolo massettere, che sta proprio in quella zona, me lo conferma il fatto che ha reagito positivamente all' antinfiammatorio, se fosse questo il caso, necessita di una visita da uno gnatologo. p.s. io sono uno gnatologo.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gianluca Pucci
Roma (RM)

Stando solo al testo scritto, lei ha certamente una infezione. Il dolore è facoltativo, e la sua assenza non è collegata ad un grado larvato di infiammazione (da infezione), come fosse una situazione di attesa, secondo la sua speranza, che vada tutto bene. Visto che lei abita in provincia di Roma, suppongo che lei partecipi a pieno titolo della civiltà alla quale tutti noi siamo abituati. Ci sono altri posti di frontiera nel resto del mondo dove è abituale fare quel che lei fa, e solo per quella porzione di umanità in mala sorte io esprimo una commossa solidarietà. Buona fortuna!
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Sebastiano Carpinteri
Torino (TO)
Consulente di Dentisti Italia

Egr. Signora, Gli ascessi una volta usciti dal dente seguono le vie di minore resistenza, ossia lo spazio fra le fasce muscolari e i tendini, che di norma è molto ampio a questo livello. Di conseguenza il dolore, che si sviluppa a seguito della pressione dei fluidi infiammatori, non c'è benché l'ascesso sia presente comunque. Cordialmente.

Scritto da Dott. Claudio Cirrincione
Firenze (FI)

Ha un gonfiore senz'altro di origine odontoiatrica ma io non posso aiutarla perche' non vedo nulla, non posso fare una diagnosi a distanza. Si rivolga ancora dal suo dentista che la può aiutare più di me

Scritto da Dott. Luigi Malavasi
Castiglione delle Stiviere (MN)

Sullo stesso argomento