Domanda di Patologia orale

Risposte pubblicate: 6

Formicolio e bruciore sulla lingua

Scritto da Roberto / Pubblicato il
Salve, è da una settimana che ho questi sintomi: formicolio sulla punta della lingua e bruciore sul lato destro della lingua. Sono andato dal medico di base mi ha dato uno spray naturale all'avena per proteggere l'area, lui dice che la lingua è palesemente infiammata e che non sembra di natura batterica ne da schiacciamento. Fatto sta che con lo spray non è cambiato nulla, adesso avverto il formicolio sulla punta molto meno ma il bruciore laterale se possibile è peggiorato. Da quel lato un dente è ricostruito 3 anni fa non vorrei che sia una sorta di eritema da contatto con questo materiale artificiale. Per cortesia datemi qualche consiglio, su internet se si ricerca in autonomia escono cose gravi: ictus, sm, tumore... Inoltre in occasione di questo bruciore ho notato che dalla parte opposta della lingua (lato sinistro) c'e' un escrescenza una sorta di grande papilla che sono certo fino a 4 mesi fa non era presente, in quanto mi sono guardato la bocca allo specchio all'epoca. La stessa escrescenza è presente da diversi anni dal lato destro (è visibile in foto), ma entrambi non mi da nessun fastidio. Sia il dentista a suo tempo che il medico di recente in merito alle escrescenze mi hanno detto che non sembrano preoccupanti. Voi che dite è il caso di indagare? se si cosa devo fare esattamente? Grazie
Caro signor Roberto, buongiorno. Non si può fare Diagnosi, così, via web. Cerchi di capirlo. Riguardo alle lesioni che ha enumerato, descritto ed evidenziato così bene e per questo le faccio i miei complimenti, potrei fare uno "sfoggio di Cultura" che servirebbe solo a farmi bello, facendo e descrivendo tutte le possibili Diagnosi Differenziali. Ma io, non "vendo fumo, ma arrosto" e sono un Professionista Serio e Colto oltre che Deontologico! La Diagnosi di questa sua patologia/patologie è prevalentemente Clinica e semeiologica ed Anamnestica con alcune valutazioni tra cui palpare la lesione per vedere se è mobile sui piani sottostanti, se è dolente, stabilirne la consistenza, valutarne i margini se siano o no delimitati da un orletto flogistico e soprattutto valutare se i margini siano netti o no, coi tessuti circostanti. Vedere se ha altre lesioni in altre zone della lingua e altre zone della bocca. Visitare le gengive e tanto altro. Tutto questo e tanto altro deve portare ad un sospetto diagnostici e a Diagnosi Differenziali e a valutare se fosse necessaria o no una diagnosi istopatologica con un prelievo bioptico. Tutto questo è "materia del Dentista, non del Medico Generico" che non ha una Cultura adeguata dal punto di vista Clinico sulle patologie orali!Riguardo al formicolio descritto, di regola è il sintomo di una sofferenza al nervo linguale omolaterale che emerge dal nervo alveolare inferiore che transita nel canale mandibolare omolaterale e termina a ventaglio sul labbro inferiore omolaterale. Non dice se ha subito interventi Odontoiatrici nella zona dei molari inferiori omolaterali, in particolare a livello del settino e, soprattutto, dell'ottavo o se ha patologie in questi denti di tipo osteolitico periapicale con necrosi endodontica o patologie parodontali profonde o endoparodontali che possano aver coinvolto la radice di emergenza del nervo linguale in particolare nella sua prima parte di percorso lingualmente agli ultimi due molari sopra la linea miliodea o che possano avere coinvolto la prima parte del nervo alveolare inferiore dalla sua emergenza dalla Spina di Spix e nel transito nella prima parte del canale mandibolare a livello dei tre molari inferiori omolaterali. Ovviamente bisogna valutare anche con "aghetti" la sensibilità della lingua per delimitare l'area di parestesia della stessa e l'area del bruciore. Si faccia quindi visitare dal Dentista, possibilmente esperto in Stomatologia e Patologia Orale, ma basta e avanza un Dentista Generico, purché Professionale! Stia tranquillo e sereno e si faccia visitare. Cari Saluti
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)
Consulente di Dentisti Italia

Sig. Roberto, deve rivolgersi a un odontoiatra che si occupa di patologia orale dei tessuti molli. Chiaramente, come notiamo dalla foto, la bocca deve essere curata e riabilitata dei denti mancanti...............

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)

Il mio consiglio, anche se probabilmente da quello che descrive non si tratta di nulla di particolarmente rilevante e di cui preoccuparsi (internet in questo senso è pericoloso...), è rivolgersi o ad un Odontoiatra che sia specializzato in Patologia Orale o ancora meglio al reparto di patologia Orale nell'ambito della Maxillo - Facciale di un ospedale romano, in modo tale da escludere ogni dubbio a riguardo.

Scritto da Dott. Giulio Sbarbaro
Zocca (MO)
Consulente di Dentisti Italia

Genti Sig. Roberto, in patologia orale la visita è essenziale. Pertanto è consiglibile una visita da un esperto della materia. Un medico di base spesso non è in grado di fare una diagnosi accurata. Cordiali saluti

Scritto da Dott. Massimo Tabasso
Savigliano (CN)
Consulente di Dentisti Italia

Da quella parte ha detto che ha ricostruito un dente, guardi se è tagliente e in quel caso lo faccia lisciare, potrebbe essere solo quello. Una visita da uno specialista è comunque necessaria. Saluti 

Scritto da Dott. Daniele Tonlorenzi
Carrara (MS)

Oltre che dal curante è opportuno farsi visitare dal suo odontoiatra e comunque è sempre bene programmare dei controlli semestrali con visita ed igiene. Nello specifico si faccia controllare, a volte sono delle piccole sciocchezze che rettificate possono essere risolte velocemente, come per esempio è la ricostruzione che lamenta. Comunque il curante l'avrebbe dovuto già indirizzare dall'Odontoiatra. Saluti

Scritto da Dott. Sandro Compagni
Latina (LT)

Sullo stesso argomento