Domanda di Patologia orale

Risposte pubblicate: 7

All'Interno delle guance e parte laterale della lingua si è diffusa una patina bianca

Scritto da Marco / Pubblicato il
Gentili dottori, all'Interno delle guance e parte laterale della lingua si è diffusa una patina bianca che ricopre quasi l'intero cavo orale. Ho effettuato una biopsia alla lingua. Solo che è stato prelevato solo un pezzetto della lingua. Escluse le altre zone dov'era più marcata la patina bianca essa ricopre l'intero cavo orale. L'esito della biopsia è il seguente: Mucosa rivestita da epitelio pavimentoso marcatamente ispessito e acantosico ed iperparacheratosico focalmente sede di edema con modesta iperplasia basale e displasia lieve. Reperto leucocheratosico con lieve displasia. La dottoressa mi rassicura dicendomi che devo convivere con questa patologia. Voi per scrupolosità cosa mi consigliate di fare? Io preferisco da ignorante in materia rimuovere il tutto tramite laser. Seppure è l'intera mucosa orale ad essere affetta o devo sostenere degli esami strumentali in merito per capire le cause, se è cosi, quali sono? Grazie di cuore per l'aiuto. Ps: dall'esame risulta una displasia lieve che è pericolosa si può evolvere in carcinoma. Seppure non è mai regredita la patina bianca, pero' in alcuni giorni tende a scomparire e in altri si diffonde. Sono stato ad un centro specializzato a Napoli nonchè da un professore dell'università Napoli per patologie orali il quale anche con il referto dell'esame istologico ha escluso categoricamente che queste lesioni possano trasformarsi in carcinoma. Seppur lo ritengo il migliore la diagnosi mi ha lasciato alquanto perplesso con la displasia non si scherza, specialmente da un professionista mi ha lasciato con seri dubbi sulla diagnosi effettuata. Intanto vi allego le foto, magari possono interessarvi e nell'eventualità qualsiasi delucidazione e consiglio è ben accettato. Ultima cosa ho notato una patina bianca anche sulla tonsilla di destra, a tal punto non credo che tale leucoplasia sia dovuta ad un traumatismo, poichè è strano che dietro gli ultimi molari dove non c'è sfregamento ci siano patine bianche, presumo che sia dovuta ad un infezione o da candida leucoplatica o da EBV... altri esami HCV e HIV sono negativi.
Caro Signor Marco, buongiorno. Deve capire che non si può fare una Diagnosi senza una approccio Clinico e Semeilogico ed Anamnestico e Istopatologico Diretto. Anzitutto si tranquillizzi perché Displasia indica solo la presenza di cellule che hanno subito una alterazione, un mutamento morfologico della propria organizzazione interna od esterna cellulare sia in senso qualitativo che quantitativo, per di più è stato definito lieve e quindi è assolutamente reversibile e non ha il significato quindi di Anaplasia, ossia di cellule indifferenziate e atipiche e di tipo Neoplastico che è invece grave, pericolosa, proliferativa ed irreversibile perché sono cellule che sono senza controllo, per così dire e tendono a proliferare autonomamente, (Tumorale maligno). Bisogna palpare, valutare i piani mucosi sottostanti, la adesività ad essi e la consistenza e la palpazione linfonodale e la valutazione di analisi ematologiche che partono da quelle di base per arrivare ad essere sempre più specifiche e mirate. Bisogna anche non estrapolare la bocca dal contesto dell'Organismo Generale e valutare patologie Sistemiche che possano dare queste manifestazioni orali. Non si può fare tutto questo via internet, via Web. Deve farsi Vedere da un Dentista esperto in Patologia Orale e seguire solo Lui. Non ha senso iniziare a "peregrinare" ovunque. Non commetta questo errore! Le Diagnosi Differenziali sono Moltissime e partendo dalla bocca, solo come parziale esempio, bisogna fare Diagnosi differenziale tra Leucoplchia, Lichen Ruber Planus, Candidosi, Leukoedema exfoliatum mucosae oris, Ipercheratosi Esfoliativa e tanto altro. I sospetti diagnostici, poi, Sistemici sono moltissimi. Le consiglio di iniziare a fare indagare bene il suo stato immunitario e soprattutto gli autoanticorpi anti nucleo(ANA), autoanticorpi specifici anti-Ena, IgG IgA IgM, Crioglobuline oltre a emocromo con formula, VES, CRP, protidogramma, ALT, fosfatasi alcalina, γGT, glicemia, colesterolemia, creatininemia, uricemia, esame urine, CK, LDH, per incominciare. Spero di esserle stato utile. Cari saluti e stia tranquillo :)
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)
Consulente di Dentisti Italia

Sig. Marco, è la displasia grave che ha un quadro a volte sovrapponibile al carcinoma in sitù, nel suo caso si tratta di displasia lieve, per cui si faccia rilasciare sempre tutto per iscritto e non abbandoni mai l'odontoiatra che si occupa di patologia orale, la biopsia andrà ripetuta nel tempo e potrà confermare la diagnosi o dare una nuova diagnosi.

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)

La diagnosi che le è stata fatta ed il relativo approccio, per quanto posso risponderle osservando le sue foto, è più che logica. Anche io l'avrei comunque inviata presso un reparto specializzato di Patologia Orale e avrei fatto riferimento a quanto detto dal patologo: la displasia grave può evolvere in carcinoma o comunque ha un quadro clinico sovrapponibile al carcinoma in situ, non la displasia lieve; la displasia lieve deve sì essere monitorata nel tempo, ovviamente, con follow-up regolare, ma di per sè non è maligna ovviamente nè particolarmente preoccupante. Nessuno le vieta di contattare uno studio specializzato in questo genere di patologie e valutare l'approccio con il laser, ma la cosa più importante è farsi seguire, ad un certo punto, da uno specialista di fiducia e con regolarità semestrale/annuale.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Giulio Sbarbaro
Zocca (MO)
Consulente di Dentisti Italia

Gentile sig. Marco, da quanti altri vuol farsi visitare? fino a quando troverà qualcuno che le dirà quello che vuol sentirsi dire.cioè escissione chirurgica o laser, ma non funziona così, una leucoplachia va tenuta sotto controllo ed è solo necessaria rimuovere tutte quelle situazioni dentali che possono costituire traumatismi per la zona ( cuspidi appuntite, capsule od otturazioni scheggiate etc) e sul fatto che una leucoplachia si possa trasformare se ne dibatte molto nel mondo scientifico, è comunque ipotesi molto rara, in sostanza si " fidi " e si affidi.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gianluca Pucci
Roma (RM)

Gentile Sig. Marco, la displsia lieve di per se non può evolversi in carcinima. Per quanto riguarda la diagnosi non si può fare on line. Maca un buona visita, una anamnesi, eventuali esami ematici. Cordiali saluti

Scritto da Dott. Massimo Tabasso
Savigliano (CN)
Consulente di Dentisti Italia

Mi sembra che lei non si fidi dei medici consultati qualsiasi risposta io le dia lei si terrebbe ancora il suo dubbio, i miei colleghi se la situazione fosse preoccupante non le direbbero di stare tranquilla, si fidi e viva serenamente, si faccia controllare periodicamente

Scritto da Dott. Luigi Malavasi
Castiglione delle Stiviere (MN)

Seppure non è mai regredita la patina bianca, pero' in alcuni giorni tende a scomparire e in altri si diffonde..

Questa sua frase potrebbe indicare un problema alimentare: sta a lei fare per alcuni giorni delle prove .
1) eliminare latte e latticini yogurt formaggi, anche il grana
Se questo non funzionasse
2) provi ad eliminare anche il glutine: tra i sintomi della chiamiamola pre-celiachia sono presenti problemi alle mucose orali

Inoltre alla mattina faccia una accurata pulizia della lingua.

Spesso le cose semplici sono molto efficaci e comportano solo un poco di sacrificio e la tenuta di un diaria alimentare.

A lei la scelta

Buona Giornata
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gianfranco Ricci
Baveno (VB)

Sullo stesso argomento