Domanda di Patologia orale

Risposte pubblicate: 5

A seguito di un trauma sul labbro inferiore mi è comparso un mucocele

Scritto da Alessandra / Pubblicato il
Salve, a seguito di un trauma sul labbro inferiore mi è comparso un mucocele. Oltre all'antiestetico colore bluastro, periodicamente si forma un fastidioso ristagno di liquidi sottocutaneo. Il mio dentista ha provato a drenarlo un paio di volte senza risultato. Ho consultato un altro specialista il quale mi ha detto che bisogna asportarlo chirurgicamente ma il rischio è che rimanga una cicatrice e un antiestetico avvallamento sul labbro. Io vorrei comunque toglierlo perchè fastidioso riducendo il rischio di inestetismi troppo visibili. Ho visto che può essere asportato anche con il laser evitando i punti di sutura. Sapreste consigliarmi uno specialista a Roma che esegue questo tipo di intervento? Grazie
Cara Signora Alessandra, buongiorno. Le terapie sono varie e dipendono dalla situazione Clinica, anamnestica, semeiologica Locale e anche Sistemica! Tra queste terapie c'è indubbiamente il Laser ma anche la Crioterapia, terapia infiltrativa con corticosteroidi e tanto altro! Per il Dentista,scelga solo chi inizi una terapia o proponga o pianifichi una terapia, qualsiasi essa sia, solo dopo una adeguata visita Odontoiatrica completa e "colta"! Chiedo scusa se mi ripeto per l'ennesima volta ma vedo che, vista la domanda, "repetita iuvant" anche se mentalmente qualcuno potrebbe giustamente pensare " Sed continuata secant". Una visita Odontoiatrica è un atto medico importante e colto che richiede almeno un'oretta oltre un'altra mezzoretta per informare il paziente (consenso informato).Una Visita Odontoiatrica è la massima espressione Culturale e di conoscenza Medico-Odontoiatrica e, se fatta come si deve , impegna il Cervello del Dentista per un'ora circa più una mezzora per le informazioni doverose di "consenso informato"! Come ho già risposto nella domanda precedente alla sua, che , se l'avesse letta avrebbe già in sé la risposta, per il Dentista segua la "Vox Populi" o cerchi su questo portale in "Trova Dentista " in Home page digitando la città e leggendo i curricula. Poi digiti il nome del Dentista su un motore di ricerca e se il Professionista è uno studioso, troverà curriculum, foto di interventi, corsi, congressi, pubblicazioni e tutto quello che desidera sapere di lui. Non sarebbe indispensabile avere tutto questo, ma almeno sa che sta recandosi da un Dentista colto e che fa cultura, il ché è già un buon inizio! Le sarebbe utile leggere sul mio profilo "VISITA PARODONTALE" che vale come visita Odontoiatrica generale e completa, perché la visita che si fa nel mio studio, a prescindere dal motivo per cui è venuto il paziente, è questa! E stia certa che tutte le patologie "saltano fuori" insieme alla Diagnosi corretta e relativa programmazione terapeutica! Cari saluti
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)
Consulente di Dentisti Italia

Sig. Alessandra, i testi dicono: mucocele del labbro o cisti da stravaso salivare, il trattamento è chirurgico con conferma diagnostica tramite esame istopatologico. Per OMS organizzazione mondiale della sanità qualunque lesione al cavo orale che non regredisce spontaneamente è da ritenersi sospetta e deve essere sottoposta ad accertamenti, per cui nel suo caso ci sarebbero le indicazioni all'intervento, chiaramente affrontando tutti i rischi chirurgici di cui ne sarà informata prima dell'intervento. Sconsiglio la sola asportazione a laser perchè non permette una corretta lettura dell'istologico e ritengo un gold standard l'asportazione a lama fredda e l'eventuale cauterizzazione a laser. Su questo portale può trovare molti colleghi della sua zona che praticano terapie laser assistite legga i loro curriculum e si affidi alle loro buone mani. Le consiglio la lettura di questo mio articolo http://www.dentisti-italia.it/dentista/patologia-orale/551_tumore-maligno.html
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)

Il laser è il golden standard, cioè la tecnica migliore possibile. Specie dal punto di vista estetico e come non invasività della pratica... Se lei vuole le posso indicare a Roma un vero Maestro. Mi scriva in privato

Scritto da Dott. Paolo Passaretti
Civitanova Marche (MC)
Consulente di Dentisti Italia

Gentile Sig.ra Alessandra, in caso di mucocele del labbro il laser può essere molto efficace. Penso che a Roma può trovare molti dentisti che usano il laser. Cordiali saluti

Scritto da Dott. Massimo Tabasso
Savigliano (CN)
Consulente di Dentisti Italia

Il mucocele é una cavità ripiena di muco, conseguente, per lo più, ad un trauma (cisti da stravaso / esiste anche un mucocele cone cusri da ritenzione più tipico degli anziani) con conseguente rottura del dotto escretore di una ghiandola salivare minore e relativo stravaso di muco stesso nei tessuti molli circostanti (e relativa risposta infiammatoria); il colore del rigonfiamento sottomucoso che si forma, di per sè rotondeggiante e morbido, é tipicamente bluastro, il tutto in maniera essenzjialmente asintomatica (ma sicuramente anti-estetica e non confortevole per il paziente); può andare incontro a rottura spontanea o traumatica, causando la fuoriuscita di liquido viscoso e dando l'impressione di un'errata guarigione. L'approccio terapeutico, che è quello che a lei interessa maggiormente, presenta numerose opzioni a seconda dei casi: escissione completa con bisturi, marsupializzazione con drenaggio, crio-chirugua, ablazione con Laser, iniezione di corticosteroidi e di sclerosanti. Di fatto, la metodica che offre maggior predicibilitá, come giustamente suggerito dal collega dott.Ruffoni, è quella tradizionale chirurgica con escissione completa della lesione (biopsia escissionale con relativo esame istologico, come raccomandano le linee guida dell OMS per tutte le lesioni del cavo orale che non regrediscono spontaneamente), eventualmente associata a cauterizzazione con laser, con rischio minimo di recidive; si tratta però di una procedura più complessa ed invasiva, che può esitare in inestetismi, rispetto alla metodica laser, che ha fornito buoni risultati sopratutto nelle forme superficiali. Il mio consiglio é comunque di rivolgersi ad un centro di Patologia Orale all'interno di una Clinica Odontoiatrica, o ad uno specialista in Patologia Orale che operi all'interno di un ambulatorio odontoiatrico multidisciplinare (basta una semplice ricerca online), dove le potrá essere confermata la diagnosi ed verrá impostaro il piano di trattamento più adeguato al suo caso (drenarlo occasionalmente, come avrá intuito, non serve a molto).
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Giulio Sbarbaro
Zocca (MO)
Consulente di Dentisti Italia

Sullo stesso argomento