Domanda di Parodontologia

Risposte pubblicate: 2

Seguito domanda: Problema irrisolto di forte sensibilità agli incisivi superiori

Scritto da Sara / Pubblicato il

Grazie a tutti per le risposte. Volevo precisare che il fastidio che provo è difficile da spiegare, non si tratta di vera e propria sensibilità dentale. Quando è molto intenso (e ora avviene raramente) mi da’ fastidio anche l’aria che passa tra i denti e anche addentare il cibo. Più spesso si tratta di un “tormento” continuo nel punto dove la gengiva si attacca al dente e fastidio se i denti inferiori toccano i superiori o se tocco con la lingua le gengive e il palato davanti. Il fastidio è quasi nullo il mattino e aumenta la sera. Comunque qualche giorno, a volte sto bene. Sono costretta a stare con i denti socchiusi e quindi non li stringo proprio durante il giorno! Preciso inoltre che normalmente se la mia bocca è chiusa i denti inferiori sono quasi totalmente coperti dai denti superiori. Gentile Dott. Petti non mi è stato fatto nulla di cio’ che lei ha detto..quindi il bite è stato, come dice “un tentativo..vediamo se funziona..(intanto le centinaia di euro le prendo)”. Forse Dott. Ferrante ha ragione..infatti la mia lingua appoggia proprio contro quei denti che sento indolenziti! Ma mi chiedo perché il fastidio lo avverto dopo 27 anni (o tre- quattro anni fa per poi passare)..il problema non si sarebbe presentato prima? Grazie ancora per la gentile attenzione.

 

Precedenti:

http://www.dentisti-italia.it/dentista_domande/parodontologia/905_problema-irrisolto-di-forte-sensibilita-agli-incis.html

Gentile Signora Sara ...non è possibile rispondre correttamente senza vederla... posso solo azzardare ipotesi che troverebbero il tempo che "troverebbero" ...il "fastidio doloroso " che Lei riferisce può avere diverse cause... dentali, occlusali e quindi Gnatologiche, Prodontali...data la sua giovane età...andrebbero valutati bene tutti e tre . -Quelli DENTALI ... stabilire con prove termiche se ci sono sofferenze pulpari (del nervo) o no! -Quelle Gnatologiche rilevare innanzitutto le DISCLUSIONI...ossia se c'è una protezione reciproca dei denti...tenga presente e spero di farmi capire che i denti posteriori proteggono, a bocca chiusa e con la mandibola in posizione di massima arretratezza...chiusa molto dietro, insomma (si chiama Relazione Centrica) i denti davanti che si devono sfiorare e NON toccare in questa posizione. (Essi riposano) Viceversa se lei scivola in avanti con i denti di sotto, fino a portare gli incisivi di sotto (mandibola) in testa a testa con quelli di sopra, gli incisivi, devono fare staccare...(si dice discludere) quelli posteriori che si riposano così... Poi ancora se invece di scivolare in avanti come prima...partendo dalla posizione di Relazione Centrica di massima retrusione, và in avanti e di lato fino a portare i canini in contatto (quello di sopra con quello di sotto prima da un lato ...poi dall'altro...TUTTI i denti della bocca si devono staccare..(DISCLUDONO)...e si riposano. Poi non deve avere "rumori nè dolori alle Articolazioni Temporo Mandibolari" ... in linea di massima non vedrei grossi problemi Gnatologici...detta così...ovviamente! -Quelli PARODONTALI ...i sintomi possono essere anche tipici di una gengivite marginale (le chiedo: è per caso in gravidanza?), ha le gengive lucide e sanguinanti...anche poco..di colore non rosa a buccia di arancio ma violaceo tenue? Legga per favore il mio articolo GENGIVITE nella mia scheda personale... Detto questo...le consiglierei vivamente di farsi vedere da un buon Parodontologo che sia anche Gnatologo (di regola lo è)...le farà una visita tipo quella descritta e arriverà ad una diagnosi reale e concreta...e vedrà che ne "uscirà fuori" ...e magari con "poco" suo Gustavo Petti
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)
Consulente di Dentisti Italia

Sig.ra Sara, rimango del parere che, lei ha delle sensazioni senza manifestazioni cliniche o radiografiche. Le consiglio di convivere con le sensazioni, che non sono pericolose. La lingua normalmente si appoggia ai denti, consiglio di attendere e di non pasticciare con tentativi terapeutici sporadici. Faccia un controllo ogni sei mesi.

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)

Sullo stesso argomento