Domanda di Parodontologia

Risposte pubblicate: 4

Ho una situazione dentale da suicidio

Scritto da Bruna / Pubblicato il
Buongiorno, soffro di mal di denti. Ho una situazione dentale da suicidio (preventivi compresi!). Pur avendo sempre avuto un scrupolosa igiene dentale, 3/4 anni fà mi è stata diagnosticata una parodontite (niente sanguinamento gengive o alitosi) con denti molari (quelli che erano rimasti) mobili e doloranti. Dovrei togliere tutti i denti (no gli incisivi, spero!), decontaminare, fare interventi ricostruttivi ossei, implantologia (se è possibile). Ho la prospettiva di rimanere senza denti per parecchio tempo. Non riesco a masticare, gli antibiotici ormai non mi fanno più niente. Non ho 40.000 Euro, inoltre, vorrei che tutti gli interventi nella mia bocca venissero eseguiti in anestesia generale. Sono un caso disperato e fino ad adesso i dentisti sono stati capaci di spillarmi 2000/3000 per interventi assolutamente inutili (scheletrato superiore ed inferiore dx, che ho messo per una settimana e che mi ha provocato un'infiammazione ai due denti del giudizio - mobili - sui quali era ancorato). Cari dottori perchè Vi ho scritto? Me lo chiedo anch''io. Grazie dell'attenzione. Cordiali saluti.
Sig. Bruna, la sento un po’ disperata. Non sempre occorre stare senza denti durante le riabilitazioni, perché esistono i provvisori. L'anestesia totale non risolve certo i suoi complessi problemi, che sembrano non trattabili con un solo intervento. Gli scheletrati, se ben eseguiti da un vero odontoiatra, non li ritengo protesi inutili, perché moltissime persone li utilizzano quotidianamente, risolvendo problemi estetici e masticatori. Le consiglio di ritornare dall'odontoiatra che rivedrà il caso, e con pazienza, fede e virtù cercherà di risolvere il problema.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)

Buongiorno cara signora.. Purtroppo la sua situazione è abbastanza comune.. La parodontopatia è una malattia insidiosa... con sintomatologia talmente blanda e comune (colpisce un terzo delle persone almeno, il sanguinamento delle gengive se spazzolate forte è considerato quasi la norma).. da essere trascurata e non diagnosticata in tempo. Ma adesso.. non si disperi... In effetti la soluzione con protesi mobile non è facile da accettare, anche se abbastanza economica. Nell' arcata superiore, potrebbe diventare una soluzione decorosissima. E inferiormante una soluzione fissa tipo "toronto bridge" potrebbe farla risparmiare. La cifra che lei riporta credo che sia dovuta al progetto di recupero dei denti presenti, e al ripristino della masticazione e dell' estetica con soluzioni in ceramica. E' lo stato dell' arte. E' una soluzione che la porterebbe ad essere a suo agio per un ventennio. Non si trova, purtroppo, un'automobile (per fare un esempio poco adeguato ma comprensibile) che costi così' poco e duri così tanto.. e che dia altrettanti benefici. L' unica cosa che lei proprio dovrebbe fare.. è riuscire ad avere la bocca finalmente sana. Avere ascessi ricorrenti e parodontite attiva non è salutare (www.periomedicine.it). In bocca al lupo! Non si disperi.. troverà la soluzione adatta a lei.. ne parli con il suo dentista di fiducia!!
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Alessio Bosco
Sanremo (IM)

Cara Signora, comprendo dalle sue parole la situazione in cui si trova. Posso dirle che oggi esistono metodiche che non prevedono nessun innesto d'osso e la possibilità di caricare subito gli impianti senza dover passare da provvisori mobili. La invito a leggere gli articoli in questo sito riguardo alla metodica All on Four ideata dal Dr Paulo Malò. Rimango a disposizione per ulteriori chiarimenti. Cordiali Saluti.

Scritto da Dott. Maurizio Ciatti
Varese (VA)
Consulente di Dentisti Italia

Cara Signora Bruna...non si diperi...si tranquillizzi...c'è rimedio a tutto...e non pensi subito solo ed unicamente all'implantrologia ...esistono altre soluzioni molto meno costose...e forse anche adatte...bisogna vedere innanzitutto se è vero che i suoi denti siano da estrarre e non siano invece salvabili con terapie parodontali ricostruttive che al giorno d'oggi sono avanzatissime...legga per favore il mio articolo su questo portale intitolato la VISITA PARODONTALE ...da li capirà tante cose...e soprattutto legga la parte in marrone ce ha un linguaggio più semplice ...è quanto spiego io ai miei pazienti nel mio stuidio...da questa lettura capirà se chi le ha fatto diagnosi di parodontite e proposto l'estrazione è un Parodontologo o almeno un Dentista con coscienza Parodontale o no! è facile dire togliamo tutto e facciamo gli impianti...facile e dispendioso per Lei...in linea di massima ovviamente!... poi sul portale stesso troverà tanti miei casi clinici sotto la voce Parodontologia dopèo aver cliccato casi clinici...ed avrà un'idea più precisa e più precisa ancora se avrà la cortesia ... di visitare il mio sito www.gustavopetti.it   cliccando su INTERVENTI CHIRURGICI e poi su RIABILITAZIONE ORALE PROTESICA ...dove troverà tanti casi di riabilitazione in casi di Parodontite (volgarmente nota col nome di "piorrea")...veramente molto ma molto gravi e che stanno in bocca ormai da 30 anni...20 anni e così via...quindi ci sono tante soluzioni...se poi dovesse essere vero che si dovessero veramente estrarre tutti i denti o quasi..il che dubito altamente perchè in 32 anni di Professione Onorata...non mi è MAI CAPITATO...c'è sempre qualche dente fondamentale salvabile che consente di fare ottime protesi rimovibili parziali o totali...come le ha già detto con competenza il Dr.Diego Ruffoni...cordialmente
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)
Consulente di Dentisti Italia

Sullo stesso argomento