Domanda di Parodontologia

Risposte pubblicate: 5

Si può evitare l'intervento e curare la parodontite mediante trattamento antibiotico?

Scritto da emiliano / Pubblicato il
Salve, scrivo perchè mia madre dopo essere stata in cura per anni da un dentista ha scoperto di avere una parodontite in stadio medio/avanzato che non essendo stata diagnosticata in tempo a comportato la distruzione dell'osso superiore (si noti che nell'arcata superiore sono presenti numerose protesi). Come unica possibilità di guarigione gli è stata prospettata la ricostruzione via intervento. Ora qui subentra il problema dell'età avanzata di mia madre e del precario stato di salute accompagnato da una sua allergia a quasi tutti i farmaci che gli ha causato vari ricoveri e che fa temere conseguenze funesta a seguito di anestesia. La mia domanda dato che lei non ha velleità estetiche e data l'età avanzata è se si può evitare l'intervento e curare la parodontite (e relativi batteri dannosi per tutto l'organismo) mediante trattamento antibiotico seguito da ricorrenti sedute di ripulitura per evitare che le sacche si infettino nuovamente? certo di una vostra pronta risposta porgo distinti saluti.
Sig Emiliano, il trattamento antibiotico può dare solo benefici temporanei e viste le condizioni descritte eviterei altri trattamenti farmacologici prolungati, per cui le consiglio di rivalutare l'intervento proposto o di prendere in considerazione una protesi mobile.

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)

La risposta è no, se la diagnosi fatta dal collega è corretta quando vi è un sondaggio non risolvibile con la terapia non chirurgica, la chirurgica è l'unica strada percorribile. Cordiali saluti

Scritto da Prof. Marco Finotti
Padova (PD)
Consulente di Dentisti Italia

Caro Signor Emiliano, no, la terapia in presenza di difetti ossei e tasche parodontali superiori ai 6 mm è solo chirurgica con ricostruzione o rigenerazione dei difetti stessi ed eliminazione delle tasche parodontali. Poi se la situazione clinica lo richiedesse, si può fare certamente in alternativa una terapia cosiddetta conservativa con rallentamento della malattia attuando una preparazione parodontale con igiene orale professionale, curettage e scaling sotto copertura antibiotica per proteggere l'endiocardio e altri organi da malattie focali a distanza, malattie focali sono malattie che hanno il loro Fucus di partenza "in cavità dell'organismo comunicanti con l'esterno", in questo caso le Tasche Parodontali! Lei parla di età avanzata ma non precisa quale sia l'età. Sa, è tutto relativo! Parla di stato precario di salute senza specificare di quali malattie soffre. Insomma sarebbe il caso di visitarla clinicamente. La Visita Parodontale deve essere fatta in forma di una doppia visita parodontale con doppio sondaggio delle eventuali tasche in sei punti di ogni dente di tutti i denti, intervallandole con una Preparazione Iniziale Parodontale per Rimuovere il tessuto di Granulazione che ne falsa le misure e una serie completa di Rx endorali, modelli di studio e tanto altro per poter fare una Diagnosi sul tipo di Parodontite ed una Anamnesi per valutare lo stato di salute generale e le citate "allergie" o intolleranze! Non si possono prendere simili importanti decisioni via web. Cerchi di capire! Come concetto base tenga presente che la malattia Parodontale, distrugge i tessuti ossei e gengivali e la terapia, in parole povere consiste nel ricostruire ciò che la malattia ha distrutto. Ovviamente inserendo tutto questo nel contesto clinico generale dell'organismo intero del paziente in questione! Non si può prescindere dal resto dell'Organismo. La bocca non è un organo a se stante ma ha legami importanti con tutti gli altri organi e la Parodontite è in relazione con altre patologie come per esempio il sistema immunitario che va attentamente valutato. Probabilmente sarebbe il caso di integrare la Visita Clinica con una chiacchierata coi vari specialisti che l'avessero in cura per altre patologie serie, da parte ovviamente del Parodontologo che la prendesse in cura! Cordialmente
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)
Consulente di Dentisti Italia

In buone mani la chirurgia le allungherebbe la vita perchè avere questa malattia c'è un grande rischio. Cordialmente

Scritto da Dott. Edmondo Spagnoli
Lecco (LC)
Consulente di Dentisti Italia

Può anche fare come dice lei, ma il risultato sarà solo di ritardare di poco la perdita dei denti. Mi riferisco alle sedute d'igiene profonde e frequenti, non alla terapia antibiotica che non è indicata per la cura della parodontite cronica e inoltre non è il massimo per come ha descritto la situazione generale di sua madre.

Scritto da Dott. Paolo Gaetani
Lecce (LE)

Sullo stesso argomento