Domanda di Parodontologia

Risposte pubblicate: 5

Ho solo qualche radice nell'arcata inferiore e con la riduzione notevole dell'osso...

Scritto da Francesca / Pubblicato il
Vengo subito al dunque, in famiglia ho notato che sia mia nonna, che mia zia che mia madre hanno perso i denti molto presto e ricorso a protesi mobili anche prima dei 37 anni e un caso di piorrea. Io mi ritrovo a 48 a non averne quasi, anzi, non ne ho.. ho solo qualche radice nell'arcata inferiore e con la riduzione notevole dell'osso. Mi ha sempre trattenuto la paura, porto il mio bambino dal dentista, lui coraggioso io mi sento svenire. Cosa poter fare, devo dire a me stessa ormai hai una certa età chi te lo fa fare e affrontare costi elevatissimi presso strutture privati e che praticano solo un anestesia totale (cosa che preferirei). Non è possibile far parte di una tipologia di casi clinici per ammortizzare i costi oppure devo lasciare che le cose vadino avanti come fin ora???Spero di ricevere una risposta, un indicazione, una mano tesa e perchè no riuscire a tornare a sorridere e non vergognarmi. Scrivo dalla provincia di Teramo. Grazie per l'attenzione
Poster di radici e denti definiti impossibili e da me curati e salvati ed in bocca sani e salvi da oltre 25-30 anni. Da casistica Riabilitativa in casi complessi del Dr. Gustavo Petti Parodontologo di Cagliari
Cara Signora Francesca, mi scusi ma :) cosa vorrebbe dire "ho una certa età" a 48 anni? ma scherza veramente? E' giovanissima! In ogni caso anche se ne avesse 70-80 e più, la Parodontite si deve e si può curare! Legga la risposta data al Signor Renzo, due domande dopo, dal titolo "E' un procedimento fattibile o devo per forza rassegnarmi all'estrazione totale di tutti i denti?" e scopra cosa sia la Parodontite e come si cura!Le dico di più! Consideri le radici, denti! Le radici si possono salvare e da una radice viene "tirato fuori" un dente. La si cura, si fa un Pernomoncone dopo averne, nel caso, allungato la corona clinica chirurgicamente con la Parodontologia mucogengivale ed ossea a seconda che ci sia o no sufficiente banda di Gengiva Aderente e si riabilitata con una corona definitiva in Oro-porcellana o Zirconio-porcellana o alto materiale idoneo! Quindi dica a se stessa di andare a farsi visitare e poi curare da un bravo Dentista in uno studio Monoprofessionale, lasci perdere le Cliniche in particolare le low cost e risolverà tutto! Stia serena, ne esce fuori, come si suol dire, brillantemente, in mani buone!Le lascio un Poster di radici e denti definiti impossibili e da me curati e salvati ed in bocca sani e salvi da oltre 25-30 anni a dimostrazione che i denti si curano e non si estraggono. Se poi avesse una Parodontite, essa si cura, ripeto legga la risposta di due domande dopo questa!Cordialmente Gustavo Petti, Parodontologia, Implantologia, Gnatologia e Riabilitazione Orale Completa in Casi Clinici Complessi ed Estetica Dentale e del Sorriso e Pedodonzia la figlia Claudia Petti, in Cagliari.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)
Consulente di Dentisti Italia

Cara signora, si faccia forza e vada da un buon dentista che vedrà se si può rimediare anche in parte al quadro disastroso che ci ha descritto. Coraggio e buona fortuna

Scritto da Dott. Edmondo Spagnoli
Lecco (LC)
Consulente di Dentisti Italia

Sig. Francesca, che dramma, mi sa che presto seguirà le orme della zia e della nonna e questo per la sola paura? Suo figlio non è coraggioso è semplicemente un bambino normale, il coraggio non lo si dimostra andando dal dentista ma in altre cose. Le consiglio di trattare con un psicologo la sua infondata paura e di curarsi la sua salute che è il patrimonio più importante che lei possiede. Legga questo mio articolo http://www.dentisti-italia.it/dentista/patologia-orale/551_tumore-maligno.html e capirà quanto è importante non abbandonare mai l'odontoiatra.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)

Lei si confonde senza costrutto. Può fare una protesi mobile inferiore come quelle della mamma e della nonna, ma che sia garantita stabile. Può fermarla meglio con solo due piccole viti, messe dove adesso ha le radici. Lavoro semplice. Il più difficile è fare la protesi che vada bene senza alcun dolore, ma su questo punto il dentista avrà obbligazione di risultato, e se incapace dovrà restituire l'acconto. Buona fortuna!

Scritto da Dott. Sebastiano Carpinteri
Torino (TO)
Consulente di Dentisti Italia

Purtroppo è un pò tardi per recriminare. Avrebbe dovuto pensarci molto prima...

Scritto da Dott. Paolo Gaetani
Lecce (LE)

Sullo stesso argomento