Domanda di Parodontologia

Risposte pubblicate: 9

Soffro di parodontite, e alcuni dei miei denti si muovono....

Scritto da Gaia / Pubblicato il
Buongiorno, soffro di parodontite, e alcuni dei miei denti si muovono ( 1° e 2° grado ). L' igienista dentale mi ha consigliata di usare uno spazzolino elettrico a tecnologia sonica. Mi chiedo se, vista la pressione che questo strumento esercita, il suo utilizzo possa risultare pericoloso per i miei denti...Grazie
Cara Gaia, lo usi pure tranquillamente e segua scrupolosamente i suggerimenti per il controllo della placca assolutamente necessario per il conseguimento di buoni risultati. Michele Lasagna

Scritto da Dott. Michele Lasagna
Bereguardo (PV)
Collaboratore di Dentisti Italia

Lo strumento ad ultrasuoni serve solo per frantumare e rimuovere il tartaro. Poi bisogna procedere con strumenti manuali per la levigatura delle radici e per il curettaggio dei tessuti molli degenerati. Sono interventi che praticano gli igienisti dentali ed i chirurghi parodontali, in base all'esigenza ed alle loro specifiche competenze. Se praticate da professionisti laureati, queste manovre sono efficaci e curative, altrimenti possono causare seri danni! In questo modo si cura la manifestazione della parodontopatia, usando anche sostanze medicamentose e farmacologiche, quando necessario. Poi bisogna anche eliminare la causa, per non avere più la parodontite! La sua masticazione è fisiologica e corretta? I suoi denti sono diritti? Quelli di sopra si articolano con quelli di sotto secondo una armonica occlusione? Cordiali saluti.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Angelo De Fazio
Casalnuovo di Napoli (NA)
Consulente di Dentisti Italia

Difetti ossei parodontali a più pareti complesse in tasche parodontali infraossee per Parodontite Aggressiva diffusa. Da casistica deol Dr. Gustavo Petti Parodontologo di Cagliari
Cara Signora Gaia, buongiorno, mi scusi ma non capisco bene. Parla di Parodontite, di mobilità di 1° e 2°, di Igienista Dentale ma non parla nè di Odontoiatra, nè di Parodontologo! Come mai? Brava l'Igienista, se fosse solo lei, ad aver sondato le tasche parodontali e saggiata la mobilità dentale e fatta Diagnosi Generica di Parodontite, generica perchè di Parodontiti ne esistono di diversi tipi e non ha la Diagnosi esatta! Quindi deve Visitarla un Dentista meglio se Parodontologo. Mi lascia perplesso il fatto che parli di pericolosità per l'uso dello spazzolino elettrico (di cui però le dirò di più) perchè mi farebbe pensare che non sia stata immessa in un "discorso" di terapia chirurgica parodontale e soprattutto che non sia stata pianificata una doppia Visita Parodontale con doppio sondaggio di tutti i denti, ciascuno in sei punti, visite intervallate da una adeguata preparazione iniziale parodontale con igiene orale professionale (questa l'ha fatta), curettage e Scaling (spero che sia stato fatto), modelli di studio, studio valutativo completo parodontale con Rx endorali di tutta la bocca e tanto altro che serve fondamentalmente per eliminare il tessuto di granulazione delle tasche parodontali con contemporaneo abbattimento della carica batterica fino al 99% ed avere così, al secondo sondaggio parodontale, la reale profondità delle tasche parodontali falsate prima dalla presenza del tessuto di granulazione che sarebbe potuto essere molle o fibroso-duro a seconda che in quel momento, in quel punto della tasca la malattia fosse rispettivamente attiva o non attiva da almeno tre settimane e fare così tra l'altro, confrontando le prime misure con le seconde, una diagnosi, insieme ad altri parametri naturalmente, sul tipo di Parodontite! Solo così si può pianificare una eventuale Terapia chirurgica Ricostruttiva di tutto ciò che la malattia avesse distrutto. La Visita Odontoiatrica è la massima espressione della Cultura Odontoiatrica. Non è banale. E' complessa e richiede Conoscenza Medico-Odontoiatrica, capacità e tanto tempo. Ecco perchè bisogna diffidare di chi fa visite gratis, veloci, incomplete come nei centri low-cost ed anche purtroppo in tanti studi dentistici! Il sospetto diagnostico e la diagnosi differenziale che portano alla diagnosi nascono dalla conoscenza. Se non si conosce, non si può sospettare una data patologia e quindi fare la giusta Diagnosi con relativa terapia! Ho dedicato molto tempo a parlare di cosa sia una visita odontoiatrica perchè è quasi sempre sottovalutata da tutti! Legga ripeto la mia pubblicazione su di essa e capirà meglio! Il Parodontologo deve avere una "Cultura Odontoiatrica completa con conoscenze altissime di tutte le altre specialità dell’Odontoiatria, supervisionate da questa Mentalità Parodontale" Ecco che la Visita Parodontale, diventa una visita "totale odontoiatrica". È quindi una visita complessa che richiede almeno un’ora/due ore, compreso un Colloquio col Paziente, seguita da una Preparazione Iniziale dell’apparato Stomatognatico, un rilievo di dati ed eventualmente analisi cliniche, che richiedono almeno ulteriori due/quattro ore ed infine una seconda visita detta Visita di Rivalutazione Parodontale, che richiede due/tre ore in cui si emette una Diagnosi, una Prognosi, un Piano Terapeutico non solo Parodontale ma Totale di tutti i problemi e Patologie presenti! Quindi la Visita Parodontale si svolge in tre tempi: La Prima Visita Parodontale, La Preparazione Iniziale Parodontale, La Seconda Visita di Rivalutazione Parodontale e Totale Odontoiatrica (Per un totale 5/9 ore in tre sedute). Entrambe le Visite sono seguite da un accurato "colloquio" col Paziente. Almeno io personalmente faccio così!Legga nel mio profilo "Visita Parodontale" e "Curettage e Scaling" e "Parodontite (nozioni di etiopatogenesi, clinica, diagnosi)" e "Terapia chirurgica della parodontite La Terapia Parodontale, consiste essenzialmente nel ricostruire chirurgicamente ciò che la malattia parodontale ha distrutto." Per l'Igiene Orale, non esiste niente di meglio del normalissimo spazzolino manuale, per l'igiene orale,ci sono delle pasticche colorate da sciogliere in bocca che evidenziano col loro colore la placca batterica non rimossa dallo spazzolino,spazzolino che deve essere in setole artificiali, a testa medio piccola, duro, e usato con la cosiddetta tecnica di Bass modificata,ossia orientato verso le gengive a 45° e usato con movimenti di rotazione, vibrazione e verticali che terminano con un movimento circolare deciso è bene usare degli idropulsori che completano l'opera di igiene domiciliare e il filo interdentale, presentando nello spazio interdentale sempre una nuova parte mai usata ed abbracciando il dente come per lucidarlo! Infine esistono degli scovolini per chi avesse spazi interdentali un po' più larghi e lo spazzolino piatto per pulire il dorso della lingua che è grande ricettacolo di placca batterica e quindi di microbi. Detto questo se poi uno è "diversamente abile" o affetto da pigrizia immane, va bene anche lo spazzolini elettrico usato però come da istruzioni allegate! Ma il suo Dentista non gliele spiega queste cose? E per l'Igiene Orale non le ha spiegato tutto questo la sua Igienista Dentale? Cordialmente Gustavo Petti, Parodontologia, Implantologia, Gnatologia e Riabilitazione Orale Completa in Casi Clinici Complessi ed Ortodonzia e Pedodonzia la figlia Claudia Petti, in Cagliari.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)
Consulente di Dentisti Italia

Gentile Sig.ra Gaia, personalmente credo che un buon spazzolino elettrico e un buon spazzolino manuale si equivalgono. Tutti e due vanno usati correttamente (anche lo spazzolino elettrico necessita di una adeguata tecnica diversa da quella dello spazzolino manuale). Spero che oltre dall'igienista sia seguita anche da un parodontologo, che è l'unica figura che può decidere la terapia che deve seguire. Cordiali saluti

Scritto da Dott. Massimo Tabasso
Savigliano (CN)
Consulente di Dentisti Italia

Sig. Gaia, dopo aver letto la magistrale risposta del Dott. Petti non mi resta che suggerirle di controllare se l'igienista possieda i titoli e l'abilitazione, a questo punto mi piacerebbe conoscere la versione del collega e da quale corso di laurea proviene.

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)

Se correttamente usati lo spazzolino tradizionale, il filo interdentale ed eventualmente lo scovolino sono gli strumenti migliori per una corretta igiene orale, anche in caso di parodontite. Lo spazzolino elettrico è più indicato se chi lo usa ha impedimenti nella normale manualità. Cordiali saluti

Scritto da Dott. Alessandro Francini
Reggio Calabria (RC)

Lo spazzolino non cambia la situazione. Lei necessita di adeguata terapia parodontale per recuperare i suoi elementi dentari Lo spazzolino elettrico se correttamente utilizzato non fa danni. Cordiali saluti

Scritto da Prof. Marco Finotti
Padova (PD)
Consulente di Dentisti Italia

Usi lo spazzolino elettrico tranquillamente, molti modelli sono provvisti di rivelatore di pressione che indica anche quando si supera una soglia che potrebbe essere dannosa. Consideri che il parodonto in questo modo guarirà e i denti recupereranno una certa stabilita'. Saluti G. Vuolo

Scritto da Dott. Gianfranco Vuolo
Salerno (SA)

Buongiorno qualsiasi strumento per la pulizia è utile purchè usato bene e indicato nella condizione del paziente stesso. La cosa molto importante da non sottovalutare è la mobilità dentale . Cercare il motivo e attuare una terapia in modo corretto è assolutamente fondamentale per evitare che la situazione possa degenerare e che si possa arrivare all'estrazione. Saluti Alessio Battistini

Scritto da Dott. Alessio Battistini
La Spezia (SP)

Sullo stesso argomento