Domanda di Parodontologia

Risposte pubblicate: 8

Una osteolisi periapicale è sempre dovuta al dente in necrosi?

Scritto da marco / Pubblicato il
Gent.mi Dottori, una osteolisi periapicale è sempre dovuta al dente in necrosi o può essere dovuta anche ad una tasca paradontale ? ... e se si...una tasta paradontale come può essere rilevata, che esami servirebbero ? ...in sostanza è possibile confondere la causa di una osteolisi periapicale ? ...o comunque la tasca paradontale è sempre facilmente rilevabile dal dentista e quindi non è possibile sbagliarsi ? Grazie Marco
Caro Signor Marco, di solito è dovuta ad una necrosi endodontica. Se però fosse presente anche una tasca parodontale o meglio più tasche parodontali in più denti potrebbe essere dovuta ad una endoparodontite ossia ad una Parodontite che abbia infettato per così dire per via apicale e periradicolari il canale principale o i canali collaterali se ben rappesentati, della radice, o ad altre più rare patologie! Basta fare una Visita corretta e sondare le eventiuali tasche Parodontali in sei punti di quel dente e di tutti i denti che si hanno in bocca! Bisogna sempre valutare una patologia di un dente considerando denti, gengiva, parodonto, gnatologia etc di tutta la bocca! E la bocca va considerata nell'ambito di tutto l'organismo sistemico con adeguata valutazione anamnestica e clinica!Cordialmente Gustavo Petti, Parodontologia, Implantologia, Gnatologia e Riabilitazione Orale Completa in Casi Clinici Complessi ed Ortodonzia e Pedodonzia la figlia Claudia Petti, in Cagliari
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)
Consulente di Dentisti Italia

Gentile Marco, le tasche gengivali si diagnosticano facilmente già con un semplice sondaggio con una sonda calibrata che da già molte indicazioni circa il tipo e profondità della tasca. Se inoltre viene effettuata una radiografia endorale con centratore è impossibile sbagliarsi. Per l'osteolisi vale la stessa formula:se si effettua uno studio accurato con una visita specialistica, test di vitalità e radiografia si capisce bene da che cosa possa essere causata. Cordialmente
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Tersandro Savino
Tivoli (RM)
Consulente di Dentisti Italia

L'osteolisi dell'apice e la tasca gengivale sono due cose completamente differenti. Si tratta dell'ABC dell'odontoiatria. Il suo problema non è un caso clinico complesso, ma solo un caso di confusione mentale. Si affidi a chi sa, con la fiducia che merita. Buona fortuna!

Scritto da Dott. Sebastiano Carpinteri
Torino (TO)
Consulente di Dentisti Italia

Sig. Marco, la tasca parodontale è facilmente rilevabile clinicamente dall'odontoiatra.

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)

Egregio Signor Marco, una osteolisi (termine usato per lo più dai radiologi), quando é periapicale, é indice di necrosi pulpare. Per dirimere ogni dubbio, al dentista basta un esame obiettivo ed un esame radiografico. Le consiglio quindi di affidarsi ad un dentista di sua fiducia e di lasciare a lui il compito della diagnosi. Cordiali saluti.

Scritto da Dott. Angelo De Fazio
Casalnuovo di Napoli (NA)
Consulente di Dentisti Italia

Il collega Petti le ha ben esposto la questione: le osteolisi periapicali sono sopratutto legate a problemi endodontici (necrosi della polpa). Talvolta le cause dipendono da una frattura radicolare del dente stesso. Talvolta però le tasche dentali possono essere causa di necrosi pulpare detta retrograda (i batteri dalla tasca migrano verso l'apice dentale). La tasca si rileva facilmente tramite radiografie con centratore e sonde parodontali graduate. Sarà pertanto necessario devitalizzare accuratamente il dente in tutti i casi, e controllato periodicamente con una semplice radiografia, per vedere l'evoluzione della lesione. Se poi viene rilevata una tasca parodontale, anch'essa andrà curata. Cordiali saluti
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Roberto Rigano
PAVIA (PV)

Gentile paziente la diagnosi differenziale tra tasca parodontale e osteolisi periapicale viene fatta attraverso esami clinici e soprattutto radiografici, e spetta al medico la diagnosi certa. Se abbiamo delle immagini, potremmo esserle di aiuto ulteriore, cordiali saluti

Scritto da Dott. Stefano Salaris
Roma (RM)

Gent.le Sig. Marco, il suo problema è di facilissima diagnosi, basta eseguire rx. periapicale, sondaggio parodontale e non da trascurare test di vitalità, di conseguenza la diagnosi è presto fatta ed anche il relativo piano di trattamento va di conseguenza. Cordiali saluti Dr. Erminio Casalini Medico chirurgo specialista in Odontostomatologia

Scritto da Dott. Erminio Casalini
Modena (MO)
Valsamoggia (BO)

Sullo stesso argomento