Domanda di Parodontologia

Risposte pubblicate: 7

Mi è stata riscontrata una paradentosi. Esiste qualche nuova cura, alternativa a quella tradizionale invasiva?

Scritto da paolo / Pubblicato il
Mi è stata riscontrata una paradentosi marcata con periodontite diffusa. Esiste qualche nuova cura, alternativa a quella tradizionale invasiva? Grazie, Ombretta.
Prima di individuare una cura, Signora Ombretta, occorre stabilire la causa del suo problema. Eventuali terapie parodontali "chirurgiche" non sempre trovano indicazioni, nel senso che prima di tutto vanno eseguite sedute di igiene per cercare di circoscrivere al massimo i siti eventualmente da trattare chirurgicamente, qualora fosse necessario, quali detrartrasi, levigatura radicolare e/o detossificazione delle superfici radicolari. Inoltre l'igienista potrà insegnarle le tecniche per una efficace igiene orale domiciliare, indispensabile prima di affrontare qualsiasi trattamento in accordo con il Suo odontoiatra di fiducia. Cordiali Saluti
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Antonio Lipani
Siracusa (SR)

Concordo con il collega Lipani: bisogna cercare di rendere i tessuti i più sani possibile (quindi sedute dall'igienista e terapia parodontale non chirurgica). Solo nel momento in cui la situazione orale è migliorata si può procedere a interventi di parodontologia più invasivi per ridurre, per l'appunto, il numero e l'estensione delle zone affette da parodontopatia. Le ricordo inoltre che con un'accurata pulizia professionale si ottengono ottimi risultati che possono ridurre il numero e l'estensione dei siti che necessitano di un intervento chirurgico. Buona serata
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Andrea Pallavera
Cornegliano Laudense (LO)

Sig.Ombretta, tutti gli odontoiatri conoscono e sanno trattare questa patologia, che si presenta in stadi e forme diverse e le cui cure possono essere anche invasive. Segua i consigli dati da chi ha eseguito la diagnosi.

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)

Sig.ra Ombretta, le consiglio di leggere due articoli che ho pubblicato su questo sito, "Igiene orale e malattia paradontale" e "Recessioni gengivali" li troverà nella mia pagina e dove avrà molte risposte al suo quesito.

Scritto da Dott. Maurizio Serafini
Chieti (CH)

Sig. Paolo, spesso la terapia può non essere quella invasiva che crede lei; di sicuro una igiene professionale con mantenimento, una igiene domiciliare scrupolosa e corretta, una forte motivazione e collaborazione, non fumare sono le armi per contrastare la parodontopatia. Saluti.

Scritto da Dott. Cristoforo Del Deo
Teramo (TE)
Consulente di Dentisti Italia

Gentile Ombretta, se le tasche parodontali non superano i 5/6 mm, oltre alla terapia chirurgica, vi è quella molto meno invasiva che l'igienista dello studio a cui si rivolge le potrà effettuare, cioè una levigatura a cielo coperto. E' una levigatura delle radici che non necessita spesso neppure dell'anestesia e che ottiene moltissime volte, se ben fatta, un blocco della patologia in atto. Cordialità.

Scritto da Dott. Michele Caruso
Treviso (TV)
Consulente di Dentisti Italia

La terapia, piu' o meno invasiva, dipende dall'entità del problema. In ogni caso non si trascuri.

Scritto da Dott. Marco Dettori
Sassari (SS)

Sullo stesso argomento