Domanda di Parodontologia

Risposte pubblicate: 6

Apparecchi ortodontici e retrazione gengivale

Scritto da MARIA TERESA / Pubblicato il

Buongiorno, la mia domanda è la seguente. ho portato l'apparecchio per tanto tempo. Ho iniziato a 12 anni per malocclusione...portato per 3 anni circa. L'ho rimesso a 20 anni portato nuovamente per 3 anni in seguito a morso aperto e deglutizione atipica. Ho corretto la deglutizione, ho tolto l'apperecchio e i denti si trovano in prima classe...quindi non è corretta completamente la malocclusione. La notte porto un bite con griglia. è da una settimana che soffro di sensibilità a 2 denti e andando da un dentista mi ha detto che si tratta di retrazione della gengiva dovuta probabilmente all'ortodonzia. mi ha detto che bisogna fare una ricostruzione con abbassamento della gengiva. mi ha anche detto che ho la retrazione anche ad altri 4 molari anche se li non sento tanto dolore come ai 2, dicendomi anche che ad 1 molare ho retrazione di più rispetto ai due ai quali sento sensibilità quando spazzolo oppure se li tocco. Volevo sapere se facendo queste ricostruzioni si può avere nuovamente retrazione gengivale visto che l'occlusione dentale non è perfetta oppure è stato dovuto solamente agli apparecchi che ho portato? Inoltre non sarà una retrazione diffusa poichè davanti non ho retrazione anche se dalle lastre effettuate, parecchi dentisti mi hanno detto che l'osso non è completamente dove dovrebbe essere ma mi hanno detto che è stato dovuto all'ortodonzia fatta...ma adesso la retrazione ce l'ho solo a 6 molari. non ho infiammazione anzi sono piuttosto bianche le gengive. mi sto preoccupando perchè non so se le cura è giusta e se ci può essere un ritorno della retrazione gengivale. Grazie

Cara Maria Teresa, certo l'ortodonzia é la causa di tutti i mali del mondo. Troppo facile attribuire per ignoranza a precedenti cure le presenti patologie. In realtà é sempre la malocclusione la causa principale delle parodontopatie con perdita di osso mascellare e recessione gengivale. Non si può giudicare dai dati riportati se l'ortodonzia é stata correttamente eseguita ma, se ora si trova in prima classe (é la posizione fisiologica e non patologica), di certo le ha procurato notevole giovamento. Non capiscvo cosa si intenda, invece, per "ricostruzioni". Di che? Dell'osso?. Consideri che tutti gli interventi chirurgici avranno tanto più successo nel tempo quanto più la funzione occlusale sarà stata migliorata. Cordiali saluti.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Prof. Vito Antonio Tomasicchio
Bari (BA)

Gentile Maria Teresa, ricontrollare l'occlusione e la funzionalità dell'ATM sarebbe il primo passo. Portare un bite a vita, specialmente con griglia non mi trova daccordo. Ritengo il suo un caso complesso dove dovrebbero essere valutate tante altre cose, quindi on-line non mi sembra giusto darle consigli affrettati. Ha modo di spedirci delle foto e delle rx? Per avere un quadro migliore del cavo orale. Cordiali saluti

Scritto da Dott. Cristian Romano
Palermo (PA)
Collaboratore di Dentisti Italia

Non voglio soffermarmi sulla natura del problema che la affligge in quanto e' troppo complesso fare una valutazione con cosi pochi elementi . Mi sento pero' in dovere di dare un consiglio a lei e chiunque si senta dire che un problema e' la diretta conseguenza di un " qualcosa " fatto da un altro : invitate questi ESPERTI SOLONI a mettere nero su bianco come ogni serio professionista che si rispetti dovrebbe fare se è sicuro di quello che dice anche assumendosene la responsabilità. Scommettiamo che non troverà molti disposti a farlo?
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Costantino Volpe
Salerno (SA)

Sig.ra Maria Teresa, da quello che ci racconta, sembrerebbe che i denti sono stati spostati in zone con poco osso, ma mi sembra un po’ improbabile. Le ricordo che le nostre gengive sono sostenute dall'osso sottostante, riportare lembi gengivali senza sostegno a volte può dare qualche recidiva. Se riesce, ricontatti l’ortodontista e chieda il suo parere per conferma.

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)

Gent.le MariaTeresa, le retrazioni gengivali di cui lei parla " recessioni" possono essere espressione di vari problemi da lei in parte elencati. Spesso quando le recessioni sono diffuse a più elementi dentali i trattamenti che tendono a risolvere il problema non riescono nell'intento. Le consiglio per cui nell'immediato di effettuare una efficace terapia desensibilizzante professionale ( magari in anestesia locale senecessario) dal suo dentista sui 2 denti estremamente sensibili Inoltre le consiglio di usare periodicamente unito ad un corretto e delicato spazzolamento 3 volte al dì con Meridol spazzolino ( morbidissimo) un dentifricio desensbilizzante tipo Sensodyne . Utili sono anche toccature con Gel-Kam Colgate ( Fluorigard ) la sera dopo aver spazzolato e senza risciacquare per almeno un mese. Trova tutto in farmacia. Eventuali ipotesi di interventi vanno prese in considerazione in seguito all'evetuale fallimento della terapia conservativa da me propostale. Chiaramente quello che consiglio non potrà farle male ma per mancanza di dati ben più precisi potrebbe essere anche una soluzione " povera " alle sue complesse necessità. Altra menzione e attenzione articolare merita la sua terapia ortodontica di mantenimento o contenzione che dir si voglia.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Alessandro Palumbo
Pescara (PE)

Cara signora, la Terapia miofunzionale è la risposta alla sua domanda: una terapia che vada alla base della sua problematica occluso-linguale. Consulti:www.posturalabsicilia.com www.centroterapiamiofunzionale.it

Scritto da Dott. Giuseppe Messina
Bagheria (PA)

Sullo stesso argomento