Domanda di Parodontologia

Risposte pubblicate: 5

Secondo la vostra esperienza, quanto tempo ci vorrà perchè il dolore si faccia sopportabile?

Scritto da Roberto / Pubblicato il
Buongiorno, in data 26/5 mi sottoporrò ad un intervento di innesto epitelio connettivale/bilamilare a copertura di 4 denti. Mi sono fatto spiegare dal Dottore l'intervento, ma quello su cui vorrei essere rassicurato è la degenza post operatoria. Il mio "incubo" è il dolore della parte di palato che verrà staccata. Secondo la vostra esperienza, quanto tempo ci vorrà perchè il dolore si faccia sopportabile? Durante i primi giorni, sarà possibile mangiare sostanze solide? E sostanze calde? Sarà possibile eseguire attività fisica (io faccio body building a livello amatoriale) o bisognerà evitare ogni sforzo? Se si, per quanto tempo. Grazie per il conforto e il riscontro. Saluti. Roberto.
Interventi di Chirurgia Parodontale Mucogengivale per la terapia delle Recessioni Gengivali! Da casistica del Dr. Gustavo Petti Parodontologo di Cagliari
Caro Signor Roberto, scusi ma sono informazione che deve averle per forza dato il suo Dentista Parodontologo. Se non gliele avesse date, gliele darà sicuramente il giorno dell'intervento, dopo l'intervento, quando le spiegherà tutto su la "degenza" post-operatoria, di solito il giorno in cui si decide il tipo di terapia, si spiega il perchè e percome dell'intervento. Il giorno dell'intervento si spiega tutto quello che avverrà durante la degenza e relativa terapia! Poi qualcuno spiega tutto prima! Ma non è obbigatorio. L'importante è che avvenga come le ho detto. Poi non è chiaro quello che dice perchè se l'intervento è un lembo bilaminare a riposizionamento coronale, di regola il prelievo è solo connettivale facendo uno "sportellimo" chirurgico nella fibromucosa palatale o del trigono o del tuber e richiudendo l'apertura dopo il prelievo. Si ha allora una guarigione per prima intenzione molto veloce e assolutamente non dolorosa. Però non è chiaro perchè se usa il termine epitelio connettivale per il prelievo, potrebbe voler dire che il prelievo è simile a quello che si fa per un innesto libero ed allora la guarigione avviene per seconda intenzione e nonostante le protezioni con cerotto chirurgico, sostanze varie, è abbastanza dolorosa per 3-5 giorni di solito, ma controllabilissima coi farmaci che in ogni caso le verranno prescritti, antibiotici e per il dolore e sanguinamento! Bilaminare si riferisce al tipo di intervento che viene fatto a livello delle recessioni in cui si scolpisce un lembo cosiddetto a busta in cui si inserisce il connettivo prelevato o l'epitelio connettivo dopo aver eliminato l'epitelio su cui si chiude poi il lembo.Se non si eliminasse l'epitelio allora sarebbe un innesto libero di gengiva ed il termine bilaminare non centra niente. Qui il dolore praticamente non c'è perchè la guarigione avviene per prima intenzione!L'intervento che le è stato prospettato è molto valido anche nella sua variante di Tarnow, ma qui entreremmo in considerazione filosofico-parodontali-didattico-cliniche che mi entusiamano molto ma non le interessano e che quindi lascio perdere! Ma non sono io che le devo spiegare queste cose, ma il suo Dentista Parodontologo! Io l'ho fatto solo per Gentilezza e per smisurata passione per questa specialità che è la Parodontologia che amo tantissimo da considerarla l'anima della professione Odontoiatrica e che faccio, insegno, studio da ben 35 anni!Le lascio una tavolozza di interventi vari per la terapia delle recessioni gengivali!Il terzo intervento è il Bilaminare. L'ultimo è l'innesto libero di gengiva!Cordialmente Gustavo Petti, Parodontologia, Implantologia, Gnatologia e Riabilitazione Orale Completa in Casi Clinici Complessi ed Ortodonzia e Pedodonzia la figlia Claudia Petti, in Cagliari.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)
Consulente di Dentisti Italia

Gentile Roberto, sono certo che il collega che farà l'intervento sarà ben lieto di rispondere alle sue domande!!! Buonasera

Scritto da Dott. Antimo Perfetto
Sant'Antimo (NA)

Sig. Roberto, le soglie del dolore sono variabili in base al paziente e alla dimensione dell'intervento; spero che prima di sottoporsi a questo intervento abbia avuto un buon colloquio e una buona preparazione con un igienista dentale, il successo e il mantenimento è dato proprio da questo fattore.

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)

Gentile Roberto, queste domande le saranno chiarite da chi effettuerà l'intervento. Cordiali saluti.

Scritto da Dott.ssa Barbara Boniello
Ciampino (RM)

Gentile Sig. Roberto, la tecnica di prelievo connettivale negli ultimi anni ha fatto passi da gigante. E' molto meno dolorosa e traumatica di una volta. Cordiali saluti

Scritto da Dott. Massimo Tabasso
Savigliano (CN)
Consulente di Dentisti Italia

Sullo stesso argomento