Domanda di Parodontologia

Risposte pubblicate: 7

Seguito 3 domanda del 18/10/2008: Alveolite

Scritto da GABRIELLA / Pubblicato il

Ringraziando sempre tutti i Dentisti che puntualmente, con le loro risposte, hanno alleviato ogni dubbio e sconforto, vorrei rispondere a qualche domanda posta da alcuni dei Medici a proposito della mia "Alveolite". Certo che andrei di corsa dal mio dentista, vista la sofferenza! Mercoledì 15 ott. 08 ho chiamato il mio dentista per un appuntamento di pronto soccorso, affichè risolvesse definitivamente il dolore con la rimozione del coagulo necrotico ma può ricevermi solo lunedì 20 ottobre. Eppure dovrebbe essere un intervento d'urgenza! Lui sì che si sta facendo tranquillamente il week-end! Io purtroppo no!

 

18/10/2008 - Alveolite

 

18/10/2008 - Alveolite, seguito

Sig.ra Gabriella, tenga duro probabilmente dopodomani si risolve il tutto.

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)

Si aiuti con un antiinfiammatorio e sia serena.

Scritto da Dott. Francesco Sacco
Salerno (SA)

Premetto che non ho letto le risposte dei colleghi, ma mi sono limitato a leggere le sue domande. L'alveolite, nei casi più importanti viene trattata oltre che con l'antibiotico, l'antinfiammatorio e antidolorifico e collutorio, con la detersione dell'alveolo. Continui a fare quanto le è stato prescritto. Abbandoni l'H2O2 insista con il collutorio con clorexidina allo 0,2% e l'antibiotico che le è stato prescritto, l'unica cosa che posso suggerirle è quella di prendere il Synflex forte 550, è molto più potente del nimesulide, ovviamente salvo complicanze o allergie accertate. Applichi anche il ghiaccio ad intervalli di 15 min. e di notte dorma con 2 cuscini. Nell'eventualità si rivolga ad un pronto soccorso, so che l'alveolite è un dolore non sopportabile.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Andrea Pallavera
Cornegliano Laudense (LO)

Gent.le Gabriella se sta veramente male come dice, mi sembra che ci siano i presupposti per rivolgersi ad un servizio di pronto soccorso odontoiatrico che nella sua città non dovrebbe mancare. Potrebbe così ricevere le cure che il suo dentista non ha trovato il tempo di eseguire...dato che prima si agisce prima si risolve. Cordialità

Scritto da Dott. Alessandro Palumbo
Pescara (PE)

Gent.le Sig.ra Gabriella, le rispondo solo ora non essendo stato presente da metà settimana scorsa per impegni. Concordo pienamente col collega, Dr. Vitale: la soluzione di una alveolite postestrattiva è una sola. Recarsi dal medico che dovrà eseguire una toilettatura alveolare, possibilmente in anestesia,, perchè mi creda a mente viva è dolorosa,far sanguinare di nuovo l'alveolo sede di estrazione, e se possibile risuturare il sito. Beneficio in questi casi ho notato passa esserci se durante le manovre di courettage dell'alveolo, si eseguono dei lavaggi ripetuti con clorexidina e l'uso di cavitazione con manipolo ad ultrasuoni ( quello per rimuovere il tartaro, tanto per intenderci ) in irrigazione continua di clorexidina. Visto che oggi dovrà recarsi dal suo dentista, ci faccia poi sapere l'esito dell'appuntamento. A supporto della terapia andrà preso antibiotico che il collega conoscendo la sua storia clinica, le prescriverà di sicuro e riasciacqui ( NON in prima giornata però) con clorexidina... L'alveolitè posestrattiva è una brutta esperienza, ma è una complicanza dell'estrazione, magari se quest'ultima è stata un pò laboriosa, o se si è dovuto usare frese ossivore per separare le radici e far spazio al dente per estrarlo, creando insulto all'osso stesso, oppure se è stata usata molta anestetia per infiltrazione ossea durante le manovre ( effetto vasocostrittore della anestetico, che blocca la formazione del coagulo ). Cordiali saluti
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Giuseppe Lazzari
Cernusco sul Naviglio (MI)

Gentile signora l'alveolite che le è venuta sicuramente non è colpa del dentista che se si stà facendo un tranquillo week end non gliene voglia, Ora che sarà certamente rientrato si faccia vedere e vedrà che con una medicazione drenaggio le risolverà il problema immediatamente ,bastano due tre medicazioni a distanza di due giorni l'una dall'altra che l'alveolo postestrattivo inizierà a granuleggiare di nuovo tessuto gengivale e scomparirà del tutto il dolore. Auguri
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Bruno Pacilio
Pontecorvo (FR)

Mi auguro che lei abbia premiato la "disponibilità umana" del suo dentista andando da un altro.

Scritto da Dott. Sergio Formentelli
Mondovì (CN)
Collaboratore di Dentisti Italia

Sullo stesso argomento