Domanda di Parodontologia

Risposte pubblicate: 6

Ho fatto una panoramica ed è emerso che ho una paradentosi

Scritto da antonella / Pubblicato il
Salve avrei un consiglio da chiedervi. Nei primi giorni di settembre mi sono svegliata con un dolore alla mandibola e per alcuni giorni non potevo masticare bene e neanche parlare. Ho fatto una panoramica ed'è emerso che ho una paradentosi e non significative areole di diradamento peri-radicolare. Il mio sospetto è che soffro anche di bruxismo, visto che a volte mi sveglio con i denti stretti. Detto ciò vorrei sapere se il consiglio del mio dentista è opportuno, visto che mi suggerisce di mettere un apparecchio fisso. Grazie.
Gentile Antonella, come già più volte spiegato ad altri utenti, la panoramica non è l'esame di elezione per verificare la presenza di una parodontopatia ma è assolutamente necessario procedere ad una visita accurata con sondaggio gengivale e radiografie con centratore. Non so su che basi il suo dentista le abbia proposto una terapia fissa, che tipo di terapia e se sulla base della sola panoramica. Se così fosse credo sia il caso di approfondire meglio la sua situazione con ulteriori accertamenti per stilare una giusta diagnosi di fondamentale importanza per una corretta terapia. Cordialmente
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Tersandro Savino
Tivoli (RM)
Consulente di Dentisti Italia

Gentile Sig.ra Antonella, una parodontopatia assolutamente non si diagnostica con una panoramica, ma tramite uno status radiografico e un sondaggio. Il fatto che la mattina si sveglia con i denti stretti effettivamente può far pensare che lei soffra di bruxismo. Però il bruxismo si cura in prima battuta con un bite, poi eventualmente con un apparecchio fisso, che va però programmato dopo un esame cefalometrico. Cordiali saluti

Scritto da Dott. Massimo Tabasso
Savigliano (CN)
Consulente di Dentisti Italia

Gentma Sigra Antonella, esistono delle indagini più specifiche per diagnosticare una parodontopatia quali uno status radiografico,un sondaggio accurato e in diversi punti delle tasche parodontali. Quanto alla terapia ortodontica fissa, non conoscendo su che basi viene proposta,non posso esprimermi. Cordiali saluti.

Scritto da Dott. Cosimo Coscia
Collegno (TO)

Terapia Parodontale Chirurgica della Parodontite. Esempio da casistica del Dr. Gustavo Petti Parodontologo in Cagliari
Cara Signora Antonella, anzitutto, per precisione e sua cultura, si dice Parodontite e non Paradentosi! Secondo, la diagnosi non si può fare con una OPT (panoramica) ma si fa con una Visita Parodontale che rilevi tra gli altri parametri, la profondità delle tasche parodontali in sei punti di ogni dente per tutti i denti, poi con una Preparazione Iniziale Parodontale della bocca con Ablazione Tartaro, Curettage, Scaling e Root Planing, modelli di studio e serie completa di Rx endorali con proiezione Parodontale ed infine con una seconda visita di Rivalutazione Parodontale e totale Odontostomatologica della bocca in cui si fa una Diagnosi sul tipo di Parodontite, se Parodontite è,riprendendi tutte le misure delle tasche parodontali e confrontandole con le prime! L'eliminazione del Tessuto di granulazione all'interno delle tasche con il curettage e scaling permette di avere delle misure parodontali più vicine alla realtà e fatta la Diagnosi, si enuncia la Prognosi e si pianifica la Terapia! Legga sul mio profilo per capire meglio"VISITA PARODONTALE" e "CURETTAGE E SCALING" e "La tasca parodontale.... questa sconosciuta!" e Parodontite (nozioni di etiopatogenesi, clinica, diagnosi)" e in Home Page, nelle Slides il caso n°5 intitolato "Terapia chirurgica della parodontite"!Cordialmente Gustavo Petti, Parodontologia, Implantologia, Gnatologia e Riabilitazione Orale Completa in Casi Clinici Complessi ed Ortodonzia e Pedodonzia la figlia Claudia Petti, in Cagliari.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)
Consulente di Dentisti Italia

E' necessario prima fare visita corretta per una diagnosi e solo dopo un piano di trattamento valido

Scritto da Dott. Alessio Battistini
La Spezia (SP)

Sig. Antonella forse occorre anche l'apparecchio fisso, i radiologi non sono sempre degli esperti di odontoiatria e a volte possono refertare termini che devono essere rettificati.

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)

Sullo stesso argomento