Domanda di Parodontologia

Risposte pubblicate: 12

SEGUITO ALLA DOMANDA: Mio figlio di 25 anni ha gli incisivi inferiori scoperti alla base

Scritto da AGATA / Pubblicato il

Egregi Dottori, torno per riferirvi che ho accompagnato mio figlio da un altro dentista il quale mi ha confermato che i due incisivi centrali sono ormai da togliere (se non se gli cadono senza che neanche se ne accorga) mentre gli altri due ai lati, uno dei quali ha cominciato a dondolarsi, andrebbero comunque eliminati in quanto tutti e quattro mancano del sostegno della faccetta frontale ossea. Mi ha consigliato, pertanto, di estrarre subito i quattro e lasciare la gengiva libera con una protesi mobile. Soltanto dopo aver proceduto ad una accurata serie di interventi di pulizia profonda sino alla guarigione completa, procedere con l'impianto per le quattro corone. Mi ha anche riferito che lui non può prenderlo in carico al momento e di parlarne al precedente dentista. Ma come si fa a suggerire a un professionista di fare una cosa piuttosto che un'altra? Mio figlio è spaventato ma anche più confuso di prima e la soluzione più semplice che ha trovato (ma non perseguibile a mio avviso) è aspettare che cadano. E siamo al punto di partenza. Cari saluti e grazie

 

Precedente:

http://www.dentisti-italia.it/dentista_domande/parodontologia/3950_incisivi-inferiori-scoperti.html

Parodontite Grave e sua cura con Chirurgia Parodontale rigenerativa riabilitativa totale. Da casistica del Dr. Gustavo Petti Parodontologo in Cagliari
Cara Signora Agata, eppure sono stato molto chiaro ed esaustivo nella mia risposta dell'8 Aprile ultimo. Strano modo di procedere da parte del secondo Dentista che fa una Diagnosi, propone una terapia e poi delega il tutto al Dentista precedente di suo figlio! LEI DEVE ANDARE DA UN PARODONTOLOGO! Non sto qui a spiegarle nuovamente ciò che le ho già abbondantemente spiegato anche con l'invito alla lettura delle mie pubblicazioni ed articoli segnalati! Dire che bisogna estrarre quei denti significa solo non avere la minima cultura parodontale! Vada da un Parodontologo noto ed affermato! Come già detto. L'altra volta le ho postato una foto per spiegarle come si curano le tasche parodontali e i difetti ossei. Ora ne posto un'altra di casi veramente gravissimi per farle capire cosa si possa fare con la Parodontologia!Cordialmente Gustavo Petti, Parodontologia, Implantologia, Gnatologia e Riabilitazione Orale Completa in Casi Clinici Complessi ed Ortodonzia e Pedodonzia la figlia Claudia Petti, in Cagliari.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)
Consulente di Dentisti Italia

Gentile Sig.ra Agata, la soluzione sembra essere quella di togliere i quattro incisivi avendo preparato un provvisorio adatto in laboratorio. Significa che il giorno dell'estrazione il ragazzo metterà direttamente i provvisorio preparato che si rapporta agli altri denti mediante ganci, cioè è rimovibile e deve prevedere la guarigione dei tessuti. Per quanto riguarda gli impianti -da eseguire da parte di mani molto esperte - i tempi sono lunghi, perché prima bisogna aspettare la guarigione clinica delle estrazioni, poi prevedere il posizionamento degli impianti unitamente ad alloninnesti che ricomporrebbero il mascellare ed eviterebbero nel tempo i problemi inevitabili del riassorbmento osseo con evidenza dei colletti degli impianti stessi. Tali impianti quindi sono sommersi e vanno riaperti dopo almeno tre mesi. Prima, durante e dopo controllo radiografico e igiene rigorosa. E' un lavoro delicato che-ripeto-va eseguito da mani esperte. Se il protocollo non viene eseguito nel rispetto dei tempi si rischia un danno considerevole, perché togliere i denti frontali in giovane età determina un importante riassorbimento dell'osso, con evidenti danni estetici. Infine, credo che un dentista che rimanda ad un altro può anche non essere in grado o preferire che un altro faccia il lavoro. Non si scoraggi, ma con molta attenzione cerchi di trovare la strada migliore. Cordiali auguri
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott.ssa Maria Grazia Di Palermo
Carini (PA)
Consulente di Dentisti Italia

Mi dispiace, Signora, che non ha accolto il mio suggerimento. Comunque auguri di cuore per la salute orale di suo figlio.

Scritto da Dott. Angelo De Fazio
Casalnuovo di Napoli (NA)
Consulente di Dentisti Italia

Gentile Sig.ra Agata, che dirle? sinceramente non trovo una ragione della decisione del secondo dentista consultato che, poichè non può prenderlo in carico, suggerisce al precedente dentista la terapia da intraprendere e, se, veramente le cose stanno nei termini da lei raccontati, le suggerisco di rivolgersi ad un implantologo serio che abbia esperienza anche di chirurgia orale per un' eventuale rigenerazione dell' osso nella zona dei denti frontali inferiori. Cordiali saluti e tanti auguri
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Aldo Santomauro
Palermo (PA)
Collaboratore di Dentisti Italia

La decisione del secondo dentista di non prendere in cura il paziente è alquanto strana, e apre la porta ad una serie di considerazioni che al momento però tengo per me. A questo punto, anche a costo di generare maggior confusione, se non si fida del primo dentista, ne sentirei un terzo. Cordiali saluti.

Scritto da Dott. Davide Colla
Seregno (MB)
Collaboratore di Dentisti Italia

Non si può dire al professionista cosa fare ma bisogna trovare il professionista preparato che sia in grado di fare... nella zona anteriore inferiore solitamente vi sono le condizioni in assenza di malattia parodontale in forma attiva di eseguire l'estrazione dei 4 incisivi con sostituzione di 2 impianti a carico immediato così da evitare il disagio di rimanere senza protesi fissa, cordiali saluti

Scritto da Prof. Marco Finotti
Padova (PD)
Consulente di Dentisti Italia

Cara signora, non esiste oggi che una persona debba rimanere senza denti e aspettare la guarigione con una protesi mobile. Assolutamente non esiste, oggi e' pratica sicura l'implantologia a carico immediato, poi nel settore anteriore inferiore come da suo figlio il problema non si pone. Per l'ansia e la paura di suo figlio che e' normale, possiamo trattarlo con la sedazione cosciente farmacologica con l'aiuto e l'assistenza dell'anestesista. Suo figlio non avra' paura, ansia e non ricordera' piu' nulla, e anche lei non avra' piu' ansia. Mi contatti che le spieghero'e le consigliero' meglio cosa si puo' fare. dott.Antonio Peloso perfezionato in implantologia e chirurgia (marsala sicilia)
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Antonio Peloso
Marsala (TP)

Cara signora Agata, attendere la spontanea espulsione dei denti significa solo permettere che altro prezioso osso possa essere perduto irreversibilmente. Penso che dobbiate affrontare seriamente il problema ed intervenire quanto prima. Oggi esistono fortunatamente i sistemi e le tecniche per sostituire i denti persi in modo rapido ed indolore. Resto a disposizione per ulteriori chiarimenti. Dott. Dario Gravina

Scritto da Dott. Dario Gravina
Siracusa (SR)

Sig.Agata, visto le cure proposte non attuabili per esigenze dell'odontoiatra, ascolti il parere del vecchio odontoiatra.

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)

Gentile signora, per riassumere lei può seguire: - il consiglio del Collega Petti di trovare un buon paradontologo che faccia l' intervento come illustrato - il consiglio di chi le dice di fare le estrazioni però preoccupandosi nella stessa seduta di immettere materiali stimolanti l' ossificazione perchè le estrazioni tradizionali fanno perdere altro osso e, mi pare che la situazione attuale sia già abbastanza compromessa. Mettere un provvisorio già preventivamente preparato, in attesa di guarigione ed intervenire, quindi con un impianto. - fare estrazioni, in stessa seduta innesto di osso autologo o succedanei e impianto immediato. - estrazioni, immissione di osso autologo o materiali simili, provvisorio, ponte tradizionale con corone sui denti pilastro. L' ultima decisione compete a lei e suo figlio.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott.ssa Emma Castagnari
Torino (TO)

Sullo stesso argomento