Domanda di Parodontologia

Risposte pubblicate: 13

Malattia parodontale e implantologia

Scritto da CINZIA / Pubblicato il
Sono terrorizzata dai dentisti a causa di una brutta esperienza passata. Purtroppo soffro di psoriasi o meglio le gengive si stanno ritirando in fretta (i denti per ora non si muovono). Ho consultato 3 medici: mi hanno detto che non posso fare impianti perchè ho poco "osso" e non so cosa fare. Vorrei curare i miei denti in modo da non doverli perdere, ma vorrei anche essere soddisfatta del mio sorriso altrimenti non trovo soddisfazione a curarli, meglio toglierli e mettersi una protesi. Ho sentito parlare di glam smile e vorrei sapere se posso farlo dopo aver sistemato la bocca....qualcuno può consigliarmi? Esistono cliniche dove si può essere ricoverati e diminuire così i tempi di intervento? Vorrei fare tutto in fretta perchè l'idea di andare dal dentista per lungo tempo mi terrorizza... meglio lunghe sedute concentrate.... Grazie infinite a chi vorrà rispondermi e consigliarmi
Gent. Sig. Cinzia, giri un pò di più perchè mi sembra impossibile che alla sua età non si possa risolvere il suo problema e/o inserire impianti. Però in tutte le bocche complicate, non bisogna avere fretta.

Scritto da Dott. Maurizio Serafini
Chieti (CH)

Spett. Sig Cinzia, mai togliere denti propri quando è possibile curarli, detto questo bisognerebbe vedere una radiografia panoramica e una foto della sua bocca per poter essere più precisi; comunque vista la sua età mi sembra molto improbabile che non si possa intervenire con della chirurgia implantare, magari preceduta da innesti ossei o rigenerazione ossea. prof. Barcali Massimiliano Livorno

Scritto da Dott. Massimiliano Barcali
Livorno (LI)

Sig. Cinzia è difficle risponderle con chiarezza, però secondo me deve rivolgersi a professionisti parodontologi per quanto riguarda la retrazione gengivale, loro sapranno spiegerLe la causa del problema e attueranno una terapia mirata. Per quanto concerne gli impianti, è molto strano che non ci sia la possibilità di riabilitare magari con una chirurgia rigenerativa o attraverso degli innesti ossei. La tecnica di applicare delle faccette estetiche "GLAM SLIME" da grandi soddisfazioni, ma per quanto concerne il suo problema porodontale non è certamente il caso di intervenire da subito in questo modo. Si affidi a professionisti preparati e vedrà che sarà soddisfatta dei risultati.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott.ssa Daiana Zuccaro
Frosinone (FR)

Gentile Cinzia, la possibilita' di riabilitazioni implantolo-protesiche alla sue eta' e' sicuramente auspicabile e un chirurgo preparato sapra' sicuramente prospettarLe la migliore pianificazione possibile. Oggi con le nuove applicazioni tecnologiche in chirurgia si possono contrarre i tempi di applicazione in maniera significativa. Certo, bisogna mettere innanzitutto un po' di ordine nella progettazione dell'estetica del sorriso per far si che il risultato sia armonico ed omogeneo nell'insieme. Quello che Lei chiede non e' semplicemente una riabilitazione estetica: Lei ha un desiderio e un chirurgo esperto non deve fare altro che metterlo in pratica. Resto a disposizione per chiarimenti. dott. Francesco Sacco Medico Chirurgo Odontoiatra Specialista in Chirurgia Maxillo Facciale in SALERNO e AVELLINO www.chirurgomaxillofacciale.it www.studiodentisticosacco.it
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Francesco Sacco
Salerno (SA)

Gent. Sig.ra Cinzia; in ciò che lei racconta c'è un pò di confusione. Considerata la sua età oggi è possibile eseguire una serie di interventi anche in anestesia generale, se lei lo richiede. Si dimentichi di protesi mobili alla sua età,oltre che antiestetiche e scomode sono l'anticamera per grossissimi problemi negli anni futuri. Nella sua zona di residenza (Verona) ci sono grossi centri di eccellenza odontoaitrici e fior di odontoiatri; ritengo che il suo problema vada affrontato soprattutto con serenità da parte sua dopo aver riposto fiducia in un professionista che la sappia "portare per mano". A sua disposizione se necessita di ulteriori chiarimenti. studego@gmail.com
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Prof. Francesco Scarpelli
GORIZIA (GO)

Il suo problema, Sig.ra, è comune a tanti le cure ci sono ma passano per mani di colleghi esperti; in primis il parodontologo che cura i tessuti che sono attorno ai nostri denti e dopo tale bonifica, con tecniche di rigenerazione o apposizione di osso si può pianificare una riabilitazione protesica implantare. Sia Fiduciosa e non porti fretta a chi dovrà curare il suo sorriso! Dr.Cristoforo DelDeo

Scritto da Dott. Cristoforo Del Deo
Teramo (TE)
Consulente di Dentisti Italia

Gentile Sig.ina Cinzia, la malattia a cui si riferisce: "psoriasi" è un'affezione cutanea benigna che non coinvolge il cavo orale. Dai sintomi che riferisce penso si possa trattare di una forma di parodontite che deve essere diagnosticata e trattata in relazione alla gravità della stessa. Una visita specialistica presso una struttura a cui fanno riferimento specialisti di diversi settori quali il parodontologo, il chirurgo orale, l'ortodontista ed il protesista, potrebbe soddisfare al meglio le sue esigenze. Resto a disposizione per ulteriori chiarimenti Dott. Mariateresa Grecchi info@ visoesorriso.it
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Mariateresa Grecchi
Verona (VR)

Sig. Cinzia la psoriasi, non è una patologia delle gengive, ma è una patologia dermatologica. Lei probabilmente è affetta da malattia parodontale, che oggi in molti casi viene curata con buoni risultati. Le consiglio di eseguire accertamenti diagnostici più approfonditi, ( RX endorali, OPT, TAC, ecc. ) e una visita clinica di un odontoiatra che si occupa di parodontologia, che sicuramente le saprà fare diagnosi e prestare le cure del caso. Attenzione alla metodica che Lei cita, che non sempre è indicata in tutte le patologie Dott. Ruffoni Diego.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)

Gentile Cinzia, la Sua fobia in centri specializzati può essere facilmente gestibile. Riterrei utile un centro per poter usufruire dell'equipe di piu' specialità, per un confronto, ai fini di poter curare al meglio le Sue patologie, successivamente potrà valutare la parte estetica. Si armi di pazienza e fiducia, nella Sua zona ci sono centri d'eccellenza. Distinti Saluti

Scritto da Dott. Angelo Raffaele Izzi
Lainate (MI)

Cara Sig.ra Cinzia, dalla sua lettera mi sembra che le sue idee siano un pò confuse oppure qualcuno non è stato molto chiaro nelle spiegazioni. I°: la psoriasi (malattia della pelle) nulla c'entra con la malattia delle gengive o parodontite. II°: se le sue gengive si stanno "ritirando", ma i suoi denti per il momento non si muovono, Lei potrebbe avere una situazione dove i tessuti di sostegno (gengiva aderente e tessuti parodontali profondi) sono del tipo cosidetto a "biotipo sottile" e per vari motivi, non ultimo lo spazzolamento errato o altri traumi anche occlusali, le gengive hanno avuto delle "recessioni" parodontali, le quali però a volte sono anche causate da una perdita o meglio riassorbimento dei picchi ossei interdentali che sostengono le papille gengivali III°: il GUMMY SMILE o sorriso gengivale è una particolare aspetto della conformazione delle gengive in rapporto ai denti e a come una persona sorride, cioè si dice che una persona ha un GUMMY SMILE quando sorridendo, il suo labbro superiore scopre molto la linea della festonatura dei colletti dei denti dell'arcata superiore. Se ci sono delle recessioni e in più lei ha un gummy smile chiaramente il suo sorriso non è molto bello ... ma questa non è una cura!!!!! è una situazione anatomica . Io penso che dovrebbe rivolgersi ad un bravo specialista in parodontologia, che la possa sottoporre a una cura, purtroppo NON breve, durante la quale si valuteranno prima le condizioni dei tessuti di sostegno, con esmai RX e sondaggio parodontale, fotografie etc eppoi interverrà curandola. Se vuole mandarmi alcune fotografie del suo sorriso potrò deluciderla maggiormente... sarebbe interessante avere anche un suo staus radiografico (non la Panoramica) . Cordiali saluti Dr . G. Lazzari
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Giuseppe Lazzari
Cernusco sul Naviglio (MI)

Sullo stesso argomento