Domanda di Parodontologia

Risposte pubblicate: 4

Seguito alla domanda: Ho 32 anni e una predisposizione genetica alla parodontite (piorrea)

Scritto da Ilaria / Pubblicato il

Salve, ringrazio tutti per le risposte tempestive.. Nel mio racconto, per motivi di tempo e spazio, ho omesso di dire che ho fatto due volte il Curettage e ha risolto, o meglio bloccato almeno temporaneamente, il problema del tartaro che non riuscivo a eliminare. Non faccio la pulizia dei denti da un anno e non ho tartaro. Sicuramente aver smesso di fumare mi ha aiutato molto. L'apparecchio linguale non è stato considerato adatto per il mio caso. Vorrei risolvere questo problema estetico dell'incisivo.. ovvio che è difficile spiegarlo e dare un parere senza vedermi.. in pratica, se mi si guarda frontalmente non si vede, lo si nota di profilo. Non c'è nessun accavallamento dei denti, non vorrei sembrare una che pecca di presunzione.. Pensi ad un sorriso perfetto da catalogo con un incisivo che si è un pò spostato.. Alcuni consigliano di incapsulare, ma il mio dentista di fiducia sostiene che un pò si vede... Vorrei un parere. Distinti saluti

 

Domanda precedente: http://www.dentisti-italia.it/dentista_domande/parodontologia/2268_ho-32-anni-e-una-predisposizione-genetica-alla-par.html

Cara signora Ilaria...le ho già impiamente risposto ... basta uno stripping e una leggerissima ortodonzia, ovviamente da valutare e pianificare dopo visita Parodontale e Gnatologica oltre che ceck up ortodontico... inoltre anche se non ha tartaro...visibile...dopo un anno che non fa pulizia dei denti e che non ripete il curettage e scaling...la placca batterica ed il tartaro ed il cemento radicolare necrotico e tessuto di granulazione nelle tasche parodontali anche se piccole, C'E'...anche se lei non lo vede!!! Quindi deve fare Visita Parodontale che pianifichi tutto questo...ed ortodontica che pianifichi il riallinaeamento dell'incisivo in questione per riportarla ad un sorriso perfetto...ho capito benissimo i problemi che ha ed i suoi desideri, gentile signora... mi dia "retta"...le ripeto solo l'inizio della mia esaustiva risposta...: qualcosa non torna...non si fanno interventi preventivi in caso di Parodontite...ma solo interventi curativi, risolutivi...le spiegherò più avanti...lo spostamento dell'incisivo...è sintomatico che la parodontite probabilmente è falsamente curata..in realtà è lì che continua la sua azione distruttiva ... le consiglio caldamente e vivamente di fare una visita Parodontale da un Parodontologo...la Parodontologia non è specialità da "improvvisare" ... per il dente frontale spostato...bisogna arrivare ad una diagnosi certa sul perchè...controllare che non ci siano precontatti gnatologici nelle tre disclusioni, incisiva, e le due canine destra e sinistra ed in Relazione Centrica...forse ha bisogno di un semplice molaggio selettivo e di piccola ortodonzia con stripping...ma veniamo alla cosa più importante: ...ecco come in linea di massima...non conoscendola clinicamente si dovrebbe procedere: la Parodontite etc etc etc ...la rinvio alla spiegazione già data...Cordialmente ed a sua disposizione, Gustavo Petti, Parodontologia, Gnatologia e Riabilitazione Orale Completa in Casi Clinici Complessi ed Ortodonzia e Pedodonzia la figlia Claudia Petti, in Cagliari
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)
Consulente di Dentisti Italia

Se è predisposto alla malattia parodontale le consiglio vivamente di non lasciar passare più di 6 mesi tra una seduta d'igiene orale professionale e l'atra. E' importante che i pazienti a rischio, come lei sostiene di essere, si sottopongano a controlli e sedute d'igiene periodiche. Cordiali saluti

Scritto da Dott. Maurizio Ciatti
Varese (VA)
Consulente di Dentisti Italia

L'ortodonzia la si può eseguire su pazienti in perfetto stato di salute parodontale se non si vuol provocare riassorbimento osseo. Quindi la prassi è: risoluzione di eventuali problemi parodontali valutazione gnatologica, se necessaria studio ortodontico con piano di trattamento Qualsiasi altra strada è a suo rischio e pericolo. Cordiali saluti

Scritto da Prof. Marco Finotti
Padova (PD)
Consulente di Dentisti Italia

Sig.Ilaria, lei parla di dentista di fiducia, ma forse non è cosi, condivido tutta la prassi descritta dal prof. Finotti

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)

Sullo stesso argomento