Domanda di Parodontologia

Risposte pubblicate: 4

Ho 42 anni e ho notato una retrazione gengivale su alcuni denti sia superiori che inferiori.

Scritto da rita / Pubblicato il
Grazie dottori sulla risposta sugli impianti. Volevo chiedervi un'altra cosa, ho 42 anni e ho notato una retrazione gengivale su alcuni denti sia superiori che inferiori; il mio dentista non mi ha mai fatto notare nulla e neppure c'è nulla scritto sulla panoramica...i denti sono saldi, ma siccome sono un po' ansiosa questo mi preoccupa. Seguo anche una scrupolosa igiene orale tre volte al giorno con colluttorio "curasept"...sarà per caso il fumo? (10 sigarette al giorno)vorrei tanto un vs. parere professionale ed eventuale diagnosi e vostri consigli, grazie'
Sig.ra Rita, il fumo influenza l'andamento della malattia parodontale, mascherando alcuni importanti indici. Deve smettere di fumare e seguire dei controlli semestrali a distanza. Il referto della panoramica non è indicativo per la malattia parodontale.

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)

Innesto libero di Gengiva per la terapia Parodontale di una recessione gengivale
Cara Signora Rita, le retrazioni gengivali sono RECESSIONI GENGIVALI e possono costituire patologia a se...o patologia sovrapposta a Parodontite...si curano tranquillamente da un Parodontologo...dopo attenta visita valutativa clinica e strumentale. Mi spiace ma non posso dilungarmi in una spiegazione esaustiva e completa per motivi logistici...le lascio alcuni link a miei lavori sull'argomento e la invito a contattarmi alla mia email personale per avere una risposta dettagliata e completa...ecco i link:...Recessioni Gengivali : Lembo semilunare RECESSIONI GENGIVALI : Lembo Riposizionato Lateralmente ... RECESSIONI GENGIVALI: LEMBO CON DOPPIA PAPILLA (Bipapillare secondo tecnica di Goldman), in una grave terza classe di Miller ... Recessioni gengivali: lembo peduncolato ruotato ... Recessioni gengivali: innesto libero di gengiva con tessuto connettivo autogeno e protezione della zona donatrice con lembo a spessore parziale ... RECESSIONI GENGIVALI: Trattamento chirurgico con lembo a riposizionamento coronale e innesto libero di gengiva. ... RECESSIONI GENGIVALI : Innesto libero di gengiva  ... LA PIORREA... QUESTA SCONOSCIUTA! ... VISITA PARODONTALE ... Le lascio una foto di un innesto libero di gengiva per la terapia di una recessione gengivale e la invito a contattarmi via email personalmente per avere una risposta esaustiva e completa...Cordialmente Gustavo Petti, Parodontologo in Cagliari
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)
Consulente di Dentisti Italia

Le recessioni gengivali sono spesso la spia di un eccessivo stress occlusale, nel senso che c'è un carico eccessivo su alcuni denti per cui il tessuto di sostegno ( il parodonto, del quale fa parte la gengiva) si consuma lentamente. Lei può fare tutti gli innesti che vuole ma se non rimuove la causa che genera la retrazione questa è destinata a recidivare.

Scritto da Dott. Lorenzo Alberti
Roma (RM)
Collaboratore di Dentisti Italia

Fondamentalmente sono d'accordo con il collega Alberti. In una bocca pulita e senza fenomeni patologici in atto la recessione gengivale è causata da microtraumi occlusali superiori alla capacità di resistenza dei tessuti, in associazione alla recessione c'è però anche la presenza di piccole infrazioni verticali dello smalto sui denti interessati che possono più o meno orientare la diagnosi. E' da aggiungere a quanto detto da Alberti che il non allineamento in arcata dei denti, la loro posizione più "esposta" ( pensi al canino) e un non corretto modo di spazzolare se associati ad un tessuto gengivale molto sottile può portare a recessione. Se poi pensa che la circolazione gengivale è di tipo termino-terminale ( vale a dire che ci sono dei capillari che vanno a finire come unici binari per portare ossigeno e nutrimento senza connessioni che possano bypassare eventuali occlusioni del loro lume) allora può capire come il fumo rappresenti un ulteriore evento negativo determinando una riduzione del lume (sezione, diametro) dei capillari riducendo la capacità di resistenza della gengiva a tutti i tipi di traumi e aggressioni. inoltre il fumo dovrebbe essere considerato fattore di controindicazione relativa a qualunque intervento di chirurgia mucogengivale per risolvere problemi di recessioni gengivali.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Pierluigi Avvanzo
Foggia (FG)

Sullo stesso argomento