Domanda di Parodontologia

Risposte pubblicate: 7

Riassorbimento dei margini alveolari

Scritto da EMANUELE / Pubblicato il
Salve ho 27 anni...ho fatto da poco un ortopanoramica e vorrei chiedervi...... cosa vuol dire: SEGNI DI RIASSORBIMENTO DEI MARGINI ALVEOLARI?....Se potete spiegarmi anche le cause e conseguenze che posso avere?...Vi ringrazio anticipatamente e aspetto al più presto una vostra risposta
Il riassorbimento dei margini alveolari è solo un segno del tempo che passa e tende ad accentuarsi con l'invecchiamento. NON è una patologia della bocca. Si sottoponga a regolari visite odontoiatriche (1 volta l'anno) completate da periodiche sedute di igiene orale professionale e vedrà che conserverà i suoi denti a lungo.

Scritto da Dott. Alvise Cappello
Padova (PD)

Caro giovane Paziente, "riassorbimento alveolare", indica perdita ossea a livello dell'alveolo, ovvero della sede in cui è immerso il dente. Considerata la tua giovane età è da ritenere fenomeno patologico da curare con un efficace trattamento parodontale. Tieni presente che, la malattia parodontale è descritta a "decorso silente ed irreversibile". Ovvero non dà grandi disturbi se non una lieve dolenzia, lieve sanguinamento periodico, sapore cattivo al mattino ed alitosi, ma nulla di più. Però la porzione ossea che và a distruggersi, non è recuperabile. Qualora desideri una visita gratuita presso il mio studio (Zona Via Veneto-Roma, il tel è 3397216300)
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott.ssa Anna Wojdan
Roma (RM)

Sig. Emanuele, il solo referto di un OPT senza visita clinica non sempre ha grandi significati, perché deve essere interpretato valutando molti fattori anamnestici e clinici. Chi ha prescritto l'OPT, sarà il professionista che probabilmente le darà la migliore risposta.

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)

Signor Emanuele, la perdita di cui lamenta è intorno a denti esistenti o si trova in un sito di estrazione? Se si localizza intorno ad elementi esistenti, lei ha una familiarità nei confronti della malattia parodontale? Fuma ha adeguate abitudini igieniche? E' portatore di restauri dentali o protesi? Ha mai digrignato o serrato i denti? Ha altre panoramiche con cui confrontare le perdite? Ha infine delle tasche parodontali diagnosticate? Se si identifica allora ha bisogno di un buon parodontologo, se invece la perdita riguarda aree estrattive questa è più o meno fisiologica e non dovrebbe preoccuparsene. Cordialmente Orazio Ischia
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Orazio Ischia
Lipari (ME)
Consulente di Dentisti Italia

Potresti avere i problemi trattati nel mio articolo  "Piorrea o Parodontite, Alitosi", pubblicato su questo portale  link all'articolo:Piorrea o parodontite, alitosi

Scritto da Dott. Gino Salvatore Galiffa
Teramo (TE)

Gentile Emanuele, penso che sia indispensabile effettuare una visita di controllo portando l'ortopanoramica. Mi permetto di invitarla presso il mio studio di Tivoli per un consulto gratuito e senza impegno. Cordiali saluti. Dottor Alessandro Gentile tel. 3384169353.

Scritto da Dott. Alessandro Gentile
Tivoli (RM)

La progressiva e lenta paradentosi diffusa e' un segno di progressivo invecchiamento dei tessuti indotta da un processo di ridotto microcircolo. E' chiaro che questo processo si può velocizzare da un insieme di concause ti malocclusione , scarso igiene, fumo, mancanza dei denti...essendo lei un soggetto giovane si faccia visitare da un dentista, per sapere se il suo quadro clinico e' compatibile con l'età

Scritto da Dott. Alessandro Sanna
Lucca (LU)

Sullo stesso argomento