Domanda di Parodontologia

Risposte pubblicate: 6

Datemi qualche consiglio per la sistemazione del mio sorriso

Scritto da CATIA / Pubblicato il
Salve a tutti, ho molti dubbi e molti preventivi per la sistemazione del mio sorriso. Da quando ero piccola sono stata in mano ai dentisti, all'età di 18 anni tutti i molari avevano delle otturazioni perchè presi dalla carie secca nonostante le pulizie. Intorno ai 25 qualche molare se ne è andato, poi piano piano con il passare degli anni ogni volta che qualche dente faceva male veniva tolto. Togli togli mi sono rimasti i centrali dai canini agli incisivi, però purtroppo si stanno muovendo e la panoramica eseguita recentemente riferisce: riassorbimento osseo alveolare da parontopatia della maggior parte degli elementi superstiti ad entrambe le arcate. Non lesioni granulomatose. Per sistemarmi c'è il dentista che mi ha proposto di togliere i denti restanti che sono ancora sani e farmi una bella protesi oppure una protesi avvitata su impianti toronto. Un'altro mi propone una pulizia profonda ed estetica e un'altro ancora di legarli fra loro dopo una cura adeguata. A parte i costi, sono preoccupata perchè vorrei decidere qualcosa che possa, se è possibile, conservare quelli che ancora ci sono e nello stesso tempo evitare la classica protesi. Se potete darmi qualche consiglio, vi ringrazio in anticipo.
Praticamente impossibile risponderle senza vedere almeno una radiografia panoramica (e neppure quella potrà dare probabilmente chiarimenti sufficienti). Occorre in sostanza valutare quanto tempo potrebbero ragionevolmente durare i suoi denti con una "cura adeguata" legandoli assieme e continuando a portare la protesi mobile già allestita o allestendone una nuova. E' un pessimo investimento economico, infatti, "spendere" una certa cifra dovendo poi rifare tutto dopo 2-3 anni. Ma... se i suoi denti fossero in grado di durare in buona salute (curandoli bene) per 7-8 anni, perchè non tenerli ancora un pò?
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Sergio Formentelli
Mondovì (CN)
Collaboratore di Dentisti Italia

Gentile Catia, aderendo a quello che già le ha comunicato l'Illustre Collega Sergio Formentelli, sento di poter aggiungere qualcosa. Presupponendo che i sui elemeti superstiti sino ancora in una situazione tale da poter essere adeguatamente salvati (Lei si esprime con "si stanno muovendo", quindi suppongo il dato relativamente recente), certamente sarei per intervenire in tal senso; è fondamentale però chiarire che, se Lei non ha un adeguato supporto molare nessuna riabilitazione può essere intesa come duratura. Non si illuda che una protesi mobile Le possa dare il mantenimento dell'altezza tra mandibola e mascellare superiore, tenga assolutamente presente questo dato. In ultimo, con gli ovvi accertamenti del caso guarderei con fiducia agli impianti, Le posso assicurare che in 25 anni di attività implantare ho avuto la soddisfazione di vedere risolti casi che senza gli impianti oggi si chiamerebbero dentiere. Cordialità Gustavo de Felice Sapri (sa).
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo De Felice
Sapri (SA)

Sig. Catia, circa mezzo secolo di cure da vari dentisti senza che nessuno le abbia parlato di prevenzione. Purtroppo oggi riscontriamo questi risultati irreversibili. Tutte le cure che le hanno prospettato sono valide, ma la scelta giusta la deve fare lei. Se le sue intenzioni sono di cambiare uno stile di vita, ricominciando da capo, con manovre d’igiene domiciliare quotidiane ben precise, scelga tra le cure conservative e gli impianti, che possono vivere a lungo solo se applicata l'igiene dentale. Se la sua scelta è di continuare a mantenere lo stile di vita che ha sempre avuto, le consiglio le protesi mobili, che le porteranno alla perdita di tutti i denti, arrivando alla protesi totale mobile detta anche dentiera.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)

Concordo con le risposte dei colleghi, aggiungo che lei e' stata negligente per la sua salute e continua a fare caos correndo a cercare preventivi e visite multiple con colleghi diversi. La sua situazione e' grave, ma va presa con la giusta obbiettivita e soluzione radicale. Da quello che mi sembra di capire lei non fa visite periodiche di controllo e per come la penso io non le farei mai impianti per non ritrovarmi a rischi futuri.

Scritto da Dott. Alessandro Sanna
Lucca (LU)

Gentile Sig.ra, come vede, le risposte dei miei cari colleghi sono tutte valide per le importanti puntualizzazioni che asseriscono. Io, mi pongo solo come un "intermediario" di quello già detto. Posto che Lei abbia voglia di cambiare stile nella manutenzione della Sua bocca, applicando sin da adesso rigidi protocolli di igiene periodica, sarebbe possibile, qualora gli standard lo permettano, di cominciare ad inserire degli impianti nelle zone distali per dare una corretta occlusione e, semmai, in un futuro prossimo o remoto che sia, inserirne man mano altri in sostituzione dei denti che vengono a "mancare". E' solo una supposizione, un'idea senza nessun supporto clinico-radiologico, ma, credo sia anche una strada da seguire. A questo punto cos'ha da perdere ancora se non posticipare al massimo la sua agonia? Cordialità.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Walter Renda
Como (CO)

Riabilitazione in Parodontite grave, prima, durante e dopo la terapia
Cara Signora Catia...valutare e consigliare in un caso come il suo è pressoché impossibile...tutte le ipotesi sono buone...ma sono ipotesi...le consiglio di farsi visitare da un bravo Parodontologo che valuti la reale entità della profondità delle tasche parodontale e dei difetti ossei presentii, insomma che valuti la parodontite di cui soffre...sono 32 anni che mi occupo di parodontite e le posso dire con cognizione di causa che se essa fosse trattabile (oggi si rigenera l'osso, la gengiva, il ligamento parodontale, il cemento della radice,) i suoi denti potrebbero ancora essere "salvati"...ma questo solo se la terapia chirurgica parodontale desse una previsione di risultato buono ...anni e anni...se non decenni... una volta salvati i denti eventualmente con la terapia parodontale, essi andrebbero tutti rivestiti con una protesi fissa in oroplatinoporcellana, che con attacchi di precisione, fresature e coulisse sosterrebbe una protesi rimovibile che porterebbe i denti posteriori...la protesi così costruita è quanto di più sofisticato esista in protesi ... è confortevole, estetica e funzionale...andrebbe ribasata periodicamente e non creerebbe nessun problema...oppure, alternativa...dopo avere rivestito i frontali con la protesi fissa..potrebbe rimettere i posteriori con impianti...dipende dalla situazione gnatologica della sua bocca e da tanti altri parametri che non sto qui a spiegare...tutto ciò lo può stabilire un Parodontologo ... le lascio una foto di un caso estremo di riabilitazione orale completa in Parodontite grave all'ultimo stadio...e capirà...legga anche i miei articoli di cui le lascio i link ... sempre per sua comodità di comprensione...Cordialmente Gustavo Petti, Parodontologo in Cagliari e Riabilitazione Orale Completa in Caso Clinici Complessi...
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)
Consulente di Dentisti Italia

Sullo stesso argomento