Domanda di Parodontologia

Risposte pubblicate: 3

RINGRAZIAMENTI ai medici che hanno risposto alla domanda: Una ventina di giorni fa accusavo un leggero dolore alla gengiva in direzione dell'incisivo destro

Scritto da Ivano / Pubblicato il
Volevo semplicemente ringraziare tutti i dottori che mi hanno risposto in merito al mio quesito posto ieri. Seguirò subito i vostri consigli e volevo solo precisare una cosa, non mi sognerei mai di affidarmi ad un odontotecnico, ne tantomeno voglio sminuire il lavoro di voi dentisti, è solo che ho un amico odontotecnico che vedo spesso e gli avevo parlato del mio problema. Grazie ancora per la velocità con la quale mi avete risposto e buon lavoro a tutti
Arrivo in ritardo nella risposta. Sembra una poussèe (attacco) di parodontopatia (piorrea). Infatti questa malattia dei tessuti di sostegno del dente (gengiva e osso), nel corso della vita va in maniera discontinua. Ad esempio, io ebbi una lieve puntata verso i 33 anni, poi, da quella volta è stato tutto molto stabile e non si è ripresentata. Si tratta sostanzialmente di una infezione batterica, quindi, come tutte le infezioni, l'andamento della malattia risente dell'equilibrio fra offesa e difesa dell'ospite. La cura fondamentale quindi è ridurre l'offesa, cioè la carica batterica (con tanti metodi, fra cui, principalmente l'uso maniacale dello spazzolino e del filo che vale quanto lo spazzolino, periodiche sedute di igiene dal dentista etc etc). Quanto alla difese dell'ospite, effettivamente non è fantascientifico ipotizzare che uno sforzo fisico davvero forte possa aver ridotto un po' l'immunità (sappiamo che chi esagera con lo sport, chi esagera davvero, si.. debilita..) e quindi in qualche modo favorito la poussèe, la puntatina di parodontopatia. Non demonizziamo (io sono il primo che lo fa troppo spesso) gli odontotecnici, che sono sempre vicino a noi dentisti a sopportarci e aiutarci e soddisfare ogni capriccio e compensare molte delle nostre cappelle.. Io ad esempio ho un tecnico inoffensivo (sviene alla vista del sangue), molto bravo, che mi aiuta molto con i colori, e con il quale parliamo sempre di clinica odontoiatrica perchè lui è interessato indirettamente per avere una visione più completa del suo lavoro...
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Paolo Passaretti
Civitanova Marche (MC)
Consulente di Dentisti Italia

Caro Ivano ... avevo precisato che il lavoro dell'Odontotecnico è nobile e difficile e creativo ... aggiungo che un buon manufatto protesico nasce solo dalle mani di un eccellente Odontoiatra ed un eccellente Odontotecnico...nel massimo rispetto della professionalità dell'uno e dell'altro...se uno dei due ..."scade"...il lavoro finale non è buono...detto questo...l'Odontotecnico faccia l'Odontotecnico e lasci la clinica all'Odontoiatra...TUTTO QUI ... in ogni caso grazie per la sua comprensione... al quesito avevo già risposto..ed è perfettamente inutile e tedioso che mi ripeta...Cordialmente
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)
Consulente di Dentisti Italia

Sig. Ivano, i ringraziamenti sono sempre graditi.

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)

Sullo stesso argomento