Domanda di Parodontologia

Risposte pubblicate: 7

Seguito domanda: Quando dovrei iniziare a preoccuparmi seriamente per le mie gengive?

Scritto da Eleonora / Pubblicato il
Vi ringrazio per la vostra cortesia e sollecitudine nel rispondermi al post "Quando dovrei iniziare a preoccuparmi seriamente per le mie gengive?". Comprendo che è difficile poter stabilire la natura del problema senza vedere il caso, perciò allego due foto. Brevemente l'intervento che è stato effettuato 20 gg fà è stato l'estrazione del dente incisivo sup. e asportazione della radice che era anchilosata con parte dell'osso vestibolare, poiché era un dente reimpiantato. E'stato innestato dell'osso sintetico, coperto da una membrana fissata da tre chiodini. Il ponte è fissato sull'altro incisivo e su un laterale. Come si può osservare dalle foto la gengiva si è ritirata in due punti: tra i due incisivi e tra l'incisivo e il laterale. Ma il dentista mi ha detto che per lui il lavoro è finito e che ci si rivedrà al momento di cambiare il provvisorio col definitivo... quindi da quanto ho capito la situazione può solo peggiorare?! A questo punto qual'è il vostro consiglio? Ringraziandovi ancora, Eleonora
Cara Signora Eleonora...ha fatto bene ad inviare LA FOTO...NON è UNA VISITA CLINICA...MA...ALLORA, ANZITUTTO DEVE SAPERE CHE L'OSSO IMPIEGA CIRCA 12/24 MESI A RAGGIUNGERE LA FORMA DEFINITIVA...in ogni caso le vie da seguire per avere l'estetica degli spazi interprossimali è duplice...o si fanno dei ponti in resina speciali che ...si dice...coindizionino la gengiva...sostituendoli fino a raggiungere il condizionamento (festonatura e giusto rapporto tra elementi di protesi e gengiva)...o si ricorre alla chirurgia mucogengivale per ridare chirurgicamente la festonatura, aumentando la gengiva negli spazi interdentali...o entrambi...dipende dalla situazione clinica e da come evolve...come può essere benissimo che col semplice rimodellamento osseo naturale durante la guarigione si abbia una forma adeguata...questo lo si può verificare e predire solo con una accurata visita parodontale...però mi sembra che il suo dentista abbia agito molto bene fino ad ora...cordialmente Gustavo Petti Parodontologo in Cagliari
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)
Consulente di Dentisti Italia

Anche secondo me il suo dentista ha agito molto bene perchè, come dice il Dottor Petti, bisogna vedere come evolve la situazione clinica nel rimodellamento osseo naturale...Quando si farà rivedere si faccia fare un accurato controllo del parodonto. Comunque, data la competenza mostrata fino ad ora dal suo dentista, mi sembra che lei stia in cura da un valido professionista. Cordiali saluti Dott. Nicolai

Scritto da Dott. Giacomo Nicolai
Roma (RM)

Sig. Eleonora, dalla foto si notano degli spazi biologici classici di un ponte provvisorio. Meglio aspettare il completo rimodellamento dei tessuti, prima di inserire il definitivo, poi si cercherà un rimodellamento gengivale ribasando il provvisorio.

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)

Signora Eleonora, la situazione non peggiorerà, dovranno essere rispettati i tempi biologici necessari il conseguimento della completa guarigione di tutti i tessuti (molli e duri). Segua i consigli del suo curante che sta gestendo professionalmente il caso.

Scritto da Dott. Cristoforo Del Deo
Teramo (TE)
Consulente di Dentisti Italia

Ancora è presto per tirare le conclusioni, e poi vi sono molte tecniche per rimodellare la gengiva e dargli un aspetto più naturale possibile.

Scritto da Dott. Cristian Romano
Palermo (PA)
Collaboratore di Dentisti Italia

Cara Eleonora, dovresti chiedere al tuo dentista questa domanda. Vorrei analizzare perchè una ragazza di 28 anni, bella come te, viene a chiedere a noi riguardo suoi legittimi dubbi ansie e incertezze appena uscita da un intervento molto complesso raffinato ed oneroso che ha appena subito.. L'unica risposta che mi viene in mente è questa: il bravissimo chirurgo, che passa la sua vita a fare interventi perfetti, non ha speso alcun tempo a dedicarsi al dialogo con i pazienti e quindi questi, anche se sono predisposti da una ansia di fondo caratteriale, giustificatissima, vista la posta in gioco (il sorriso di una bella fanciulla di 28 anni, all'alba della sua vita sociale), ne escono incerti e dubbiosi e cercano nel virtuale risposte che già dovevano avere stampate con il fuoco dentro la testa e l'emozione.. Mi sbaglio?? Questo sminuisce gravemente la immagine professionale ed umana del sofisticato chirurgo. Lo pone sopra un piedistallo fatto di ghiaccio scivoloso, lontano dalla gente cui vuole donare salute. Impariamo bene, cari amici e colleghi, da questa interessante domanda.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Paolo Passaretti
Civitanova Marche (MC)
Consulente di Dentisti Italia

Mi scusi se la mia voce esce un po' dal coro, ma, vista la foto, mi sembra che la sua gengiva superiore sia l'ULTIMO dei suoi problemi orali. La grave malocclusione di cui è portatrice, mi sembrerebbe degna di molta più attenzione. Chieda al suo dentista se non sia il caso di iniziare un trattamento ortodontico , per poi confezionare il ponte definitivo solo al termine della correzione. Saluti!

Scritto da Dott. Alberto Ricciardi
Trebisacce (CS)

Sullo stesso argomento