Domanda di Parodontologia

Risposte pubblicate: 3

E' rischioso spostare il dente con una tasca di 6 mm?

Scritto da Gianfranco / Pubblicato il
Gentili Dottori, vi scrivo per un problema ai denti che mi procura un certo disagio. A causa di una gengivite trascurata, in maniera graduale negli ultimi 5 anni l'incisivo superiore sinistro si è spostato, è uscito dal suo "binario" sventagliando lievemente in avanti e spostandosi verso sinistra. Questo spostamento mi ha creato un diastema, uno spazio tra i due incisivi di circa 2 mm. Vorrei fare un trattamento ortodontico per correggere questo diastema che è davvero anti-estetico. Naturalmente adesso sono in cura presso un centro dentistico e attraverso pulizie dentali ricorrenti la situazione della bocca è notevolmente migliorata. Anche le radiografie sono confortanti, fatta eccezione per il dente incisivo di cui sopra. In questo dente è stata riscontrata, tramite sondaggio parodontale, una tasca di 6 mm. Mi è stata paventata la possibilità di effettuare un intervento chirurgico per risolvere la tasca. Inizialmente mi è stato detto di procedere prima con l'intervento parodontale e in un secondo momento fare il trattamento ortodontico. Poi però il chirurgo mi ha detto che avrebbe parlato con l'ortodonzista (lavorano in team) perchè potrei anche risolvere prima il diastema e poi fare l'intervento chirurgico. Ma non è rischioso spostare il dente con una tasca di 6 mm, anche se poi dopo si fa l'intervento parodontale? E' una cosa fattibile? Oppure potrebbero avermelo detto nel timore che possa demotivarmi e rinunciare all'ortodonzia? Grazie
Gentile paziente, come sa già mi sono espresso sul suo caso clinico su un altro sito. Senza volermi ripetere sulle modalità di una diagnosi e di una terapia parodontale, nei casi multidisciplinari è bene lavorare in tandem ma, a mio avviso, la terapia parodontale deve precedere la terapia ortodontica o protesica e si possa procedere solo dopo aver verificato di aver raggiunto risultati parodontali stabili nel medio-lungo periodo. Non conosco l'effettiva situazione parodontale del suo incisivo ma, anche in assenza di mobilità, una tasca di 6mm anche in un solo punto dei sei di sondaggio è sempre una tasca di 6 mm, ovvero una tasca importante. Cordiali saluti
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Maurizio Macrì
Napoli (NA)

Dr. Gustavo Petti Parodontologo Gnatologo di Cagliari. Parte di analisi Gnatologica con Arco9 Facciale di Trasferimento e Analisi Computerizzata Stabilometrica. Solo come esempio.
Caro Signor Gianfranco, buongiorno. "Vorrei fare un trattamento ortodontico per correggere questo diastema che è davvero anti-estetico." Alt!!! Se dice di avere una Gengivite trascurata ed uno spostamento di un incisivo, è probabile che cià sia avvenuto per una evoluzione della Gengivite in Parodontite o forse la Gengivite era espressione oggettiva di una Parodontite misconosciuta, già in atto e non Diagnosticata, per cui le consiglio di fare una Visita accurata Parodontale che si compone di due visite intervallate da una preparazione iniziale con curettage e scaling e serie completa di Rx endorali, modelli di studio e tanto altro. Visite con sondaggio parodontale in sei punti di ogni dente di tutti i denti e tanto altro e seconda visita di rivalutazione con risondaggio delle tasche che ora indicheranno la reale profondità delle stesse perché è stato escisso il tessuto di granulazione presente!Solo così si arriva ad una Diagnosi e ad una pianificazione terapeutica. Tramite la Visita Clinica e le Rx endorali, oltrea valutare visivamente il parodonto profondo, si valuta la eventuale sofferenza periradicolare o periapicale di tutti i denti.E' sempre più prudente che la visiti un Dentista, meglio se Parodontologo. Tenga inoltre presente che la visita Odontoiatrica deve essere totale.Legga, ripeto,nel mio Profilo "Visita Parodontale" che poi è la Visita Odontoiatrica che io Parodontologo ma anche Odontoiatra ed anche Medico faccio sempre, così come mia figlia Claudia, per qualsiasi motivo un paziente venga da noi! Si metta in "mani buone! Questo di cui ho parlato è normalissima "amministrazione" "Routine" e se non è stata fatta apre "perplessità e legittimi dubbi! Mi dispiace dirlo ma è così. Lei si è rivolto a me ed io devo risponderle al meglio! Cari saluti. :) Che altro posso dirle!? Se è stata riscontrata una tasca di 6 mm, il problema parodontale, come vede esiste! Però le altre cinque misure dello stesso dente non le sono state dette, così come le altre di tutta la bocca! Dire che c'è una tasca di 6 mm non significa niente se non si completa la visita Parodontali in tutte sei punti di ogni dente di tutti i denti come spiegato sopra! Bisogna prima curare, se confermata, la Parodonte e solo dopo attuare dopo analisi cefalometrica la eventuale terapia ortodontica, durante la quale si deve attuare una terapia Parodontale di Ausilio e Mantenimento ed alla fine una Rivalutazione Parodontale per stabilir se eventualmente fosse il caso (come in genere è) di reintervenire Parodontalmente e poi fare una terapia di mantenimento Parodontale con cicli da stabilire, di Curettage e Scaling e Root planing! Lei ha bisogno innanzi tutto di farsi Visitare da un Parodontologo Competente e dopo da Un altrettanto competente Ortodontista! Esistono però altre vie all'ortodonzia: dipende tutto dalla profondità delle tasche parodontali e dalla mobilità dei denti e dallo spessore del tavolato osseo esterno in particolare vestibolare della mascella! Ovvio che il tutto deve essere "condito" da una sapiente analisi Gnatologica con valutazione non solo delle disclusioni canine , incisiva ed in relazione centrica ma anche dell'Over Jet e over bite ossia rispettivamente di quanto i frontali superiori sopravanzino gli inferiori e di quanto li ricoprano, valutando anche le Tre Curve cosiddette di Compensazione, ossia le curve di Spee, Wilson e Monsen. Come vede non è così semplicistico come "immagina" Lei! Cari Saluti
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)
Consulente di Dentisti Italia

Sig. Gianfranco, il consulto è la miglior soluzione, per cui stia alle loro indicazioni........................................................................................................................

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)

Sullo stesso argomento