Domanda di Parodontologia

Risposte pubblicate: 7

Gengivite trascurata

Scritto da emanuela / Pubblicato il
Salve sono una ragazza di 23 anni, circa 2 anni fa il mio dentista dopo una visita mi ha detto che avevo la gengivite, e mi ha consigliato di fare sciacqui con il colluttorio, ma io l'ho trascurato questo fatto, forse perchè non sapevo che danni poteva portare la gengivite. Da alcuni giorni ho un dolore alle gengive superiori e le ho gonfie, invece in quelle di sotto le ho solamente rosse, ma non mi portano dolori, però ho notato che un dente è leggermente più lungo degli altri, mi devo preoccupare o è solo dovuto al fatto che i denti inferiori non sono diritti? Poi un'altra cosa, come posso curare la gengivite? Aspetto vostre risposte grazie in anticipo.
Cara Signorina Emanuela sicuramente va fatta una visita parodontale e valutare la situazione attuale, se c'è presenza di tartaro va fatta una rimozione accurata o preparazione iniziale, va fatta una radiografia per valutare la condizione ossea sottostante.  Sicuramente non va sottovalutato il problema per avere un mantenimento dei propri denti e vanno fatti dei controlli periodici accurati dove si deve valutare la sua igiene orale quotidiana. Sono a disposizione per ulteriori chiarimenti.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Giovanni Marcello Costa
Palermo (PA)
Sciacca (AG)
Bisacquino (PA)

Gengivite foto e disegni di Gustavo Petti
Cara Signora Emanuela. Gengiv-ite ( la desinenza –ite, derivante da Latino, significa infiammazione  il termine Medico-Scientifico è Flògosi), è l’infiammazione della gengiva Libera. Se non curata evolve di solito in Parodontite La Gengiva Marginale Libera è costituita dai margini convessi della gengiva (quelli che circondano i denti), dal solco gengivale (che è quella parte di gengiva che si addossa al dente e nel cui fondo, in genere 1-2 mm., la gengiva si “attacca” al dente), dalle papille interdentali. Come si cura? Con L’Igiene Orale, la Ablazione del Tartaro e il Curettage e scaling (lo trova sempre nei miei articoli) Se osserva le Figura seguente le sarà tutto molto chiaro! (cliccare sull' immagine per ingrandirla)
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)
Consulente di Dentisti Italia

Cara Emanuela , dolore, gonfiore, rossore, sanguinamento sono palesi segni di gengivite in stato avanzato; già 2 anni fa le era stata diagnosticata una gengivite. Le soluzioni sono varie a partire dall' igiene (non soltanto quella che noi facciamo in studio ma soprattutto quella quotidiana che lei dovrebbe fare con grande devozione a casa) fino ad arrivare, se necessario, alla chirurgia paradontale. Torni dal suo dentista e questa volta segua attentamente i suoi consigli. Cordialmente

Scritto da Dott. Massimo Cultrone
Calcinaia (PI)

Sig.ra Emanuela, deve ritornare dal suo odontoiatra e attenersi alle sue cure.

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)

Emanuela, spero non sia in ritardo nonostante la sua giovane età. Intendo ritardo per evitare se possibile interventi che hanno un costo sia biologico che economico. Non si allarmi ma se da due anni è stata diagnosticata una gengivite perchè in tutto questo periodo non ha fatto niente...? Bene non perda tempo e chiami un odontoiatra di sua fiducia e decida di curarsi "scrupolosamente". Saluti

Scritto da Dott. Giancarlo Dettori
Sassari (SS)

Emanuela molto male ha fatto a non seguire il primo consiglio del suo dentista, anche se in presenza di una gengivite non basta il colluttorio. Adesso si ritrova una ben stabilita patologia parodontale, questo è quanto si evince dello spostamento del dente che lei menziona. Gengiviti non curate si trasformano in parodontopatie cioè : danno e perdita di supporto dell'osso alveolare (li dove sono alloggiati i denti) con perdita progressiva di dei suoi denti. Si affretti a consultare uno specialista in parodontologia della sua città. Auguri
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Adolfo Braga
San Giustino (PG)

Una gengivite con dolore a 23 anni è l'anticamera della parodontite (piorrea). Deve recarsi dal suo odontoiatra per le terapie opportune, consulti anche su dentisti italia piorrea parodontite alitosi gsg

Scritto da Dott. Gino Salvatore Galiffa
Teramo (TE)

Sullo stesso argomento