Domanda di Parodontologia

Risposte pubblicate: 7

Ho un molare che si muove e la gengiva dolorante

Scritto da Paride / Pubblicato il
Ho un molare che si muove e la gengiva dolorante al tatto e alla masticazione. Il mio dentista dice che ci sono sacche gengivali e il dente ha due delle tre radici corte. Mi ha fatto una pulizia con ultrasuoni, ma sto peggio. Che consigliate ? Estrazione, terapia laser, altro? Grazie, Paride
difetto ossei a più pareti complesse e loro terapia Parodontale comn Innesti ossei in alto e Rigenerazione Parodontale di New Attachment con membrane. Da Dr. Gustavo Petti Parodontologo di Cagliari
Caro Signor Paride, buongiorno. Consiglio questo: Prima di fare estrarre il dente e di far fare magari "l'immancabile", in senso ironico,impianto, le consiglio di chiedere un Consulto ad un bravo Parodontologo, visti i problemi gengivali (sacche, il cui termine medico è tasche parodontali, descritti da Lei! La Visita clinica si deve svolgere con due visite intervallate da una preparazione iniziale con curettage e scaling e serie completa di Rx endorali, modelli di studio e tanto altro. Visite con sondaggio parodontale in sei punti di ogni dente di tutti i denti e tanto altro e seconda visita di rivalutazione con risondaggio delle tasche che ora indicheranno la reale profondità delle stesse perché è stato escisso il tessuto di granulazione presente! Si valutano anche le Recessioni Gengivali Presenti che, se sintomatiche e se raggiungessero la linea di giunzione mucogengivale che separa la Gengiva aderente dalla mucosa Alveolare, devono essere curate. Solo così si arriva ad una Diagnosi e ad una pianificazione terapeutica. Tramite la Visita Clinica e le Rx endorali, oltre a valutare visivamente il parodonto profondo, si valuta la eventuale sofferenza periradicolare o periapicale di tutti i denti. Legga nel mio profilo "Visita Parodontale" che poi non è altro che la Visita Odontoiatrica completa che mia Figlia Claudia ed io facciamo sempre per qualsiasi motivo fosse venuto da noi un paziente! :) Legga anche "Gengivite" e "La 'tasca parodontale.... questa sconosciuta!" e quanto altro volesse delle numerose pubblicazioni che troverà, tra cui le numerose pubblicazioni su qualsiasi argomento clinico e chirurgico che riguardi la Parodontologia o la Riabilitazione Orale Totale in casi Clinici Complessi! Visiti anche il mio sito Professionale di Parodontologia e capirà tante cose! Come vede affrontare il suo "problema" è meno semplicistico di quanto apparirebbe ad una superficiale e frettolosa valutazione (pur essendo di normalissima routine odontoiatrica)! Le lascio un Poster di tasche parodontali che hanno causato difetto ossei a più pareti complesse così capirà l'eventuale patologia , la Parodontite) , di cui potrebbe soffrire, facendo una diagnosi differenziale con osteolisi periapicale e periradicolare da necrosi endodontica, e la relativa terapia chirurgica parodontale ossea con innesti ossei! Cari Saluti
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)
Consulente di Dentisti Italia

Belle queste domande....estrazione, laser, terapie? Cerco di risponderle comunque seriamente. Il suo molare ha un problema di natura parodontale (è cioè presente una patologia a carico del parodonto, cioè dei tessuti di sostegno del dente gengiva - legamento parodontale - cemento - osso alveolare) presumibilmente. Il Collega l'avrà sondato e avrà trovato tasche parodontali e radici esposte. Detto questo, magari il problema riguarda solo quel dente o magari è diffuso ad altri. Se possibile, le conviene ovviamente recuperarlo con adeguata terapia causale e di mantenimento.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Giulio Sbarbaro
Zocca (MO)
Consulente di Dentisti Italia

Gentile Sig. Paride, lei soffre di una malattia porodontale. Una corretta diagnosi si fa con radiografie ed un sondaggio parodontale. Solo dopo questa accurata visita si può decidere il trattamento. Cordiali saluti

Scritto da Dott. Massimo Tabasso
Savigliano (CN)
Consulente di Dentisti Italia

Sig. Paride, qui manca tutto dalla diagnosi alla Rx, per cui il consiglio è altro. Ritorni dall'odontoiatra e richieda diagnosi, Rx e prognosi che poi ne riparliamo.

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)

Deve farsi visitare da un parodontologo, che farà diagnosi certa e terapie possibili. Non possiamo certo noi senza nessuna informazione darle dei consigli. Saluti

Scritto da Dott. Sandro Compagni
Latina (LT)

Non capisco perchè le persone citano sempre il laser, come se esistesse una terapia miracolosa che con un semplice passaggio di luce (perchè di luce si tratta) fa ricrescere l'osso e i tessuti andati perduti intorno ad un dente. Purtroppo non è così semplice. Il laser può avere al massimo un'azione coadiuvante nell'ambito di una terapia parodontale ben programmata (diagnosi) e condotta, sempre ammesso che la situazione non sia così avanzata da richiedere solo l'eliminazione del dente. Per poterle dire qualcosa di concreto, bisognerebbe vedere come minimo una radiografia. Cordiali saluti.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Paolo Gaetani
Lecce (LE)

Sicuramente ha un problema parodontale, visita specialistica per un eventuale curettage, levigatura, laserterapia, status rx, per non peggiorare la situazione deve farlo subito

Scritto da Dott. Domenico Ancona
Fasano (BR)

Sullo stesso argomento