Domanda di Parodontologia

Risposte pubblicate: 8

5 giorni fa ho subito un intervento di innesto gengivale con prelievo dal palato

Scritto da Chiara / Pubblicato il
Buongiorno gentili Dottori, sono una ragazza di 22 anni e vorrei porVi il seguente quesito : 5 giorni fa ho subito un intervento di innesto gengivale con prelievo dal palato. A causa di una pelle estremamente sensibile e sottile, il dentista ha ritenuto opportuno prelevarmi la parte del palato opposta al sito dell'operazione. Quindi in parole povere i denti da coprire erano tre in alto a destra, e il prelievo del palato è avvenuto in alto a sinistra. Fin qui nessun problema. Da ieri pomeriggio, però ho riscontrato un rigonfiamento nel punto in cui mi è stato prelevato il palato. Questo rigonfiamento lo avverto passando la lingua sui denti vicini ai punti applicati sul palato ed anche sulla cucitura stessa. Inoltre ho un dolore alla testa dalla parte sinistra (quella del prelievo del palato) e anche un leggero dolore all'orecchio corrispondente, con a tratti una sensazione di udito ovattato.Tutto questo è normale? Vi ringrazio anticipatamente delle risposte
Recessioni Gengivali e alcune terapie tra cui Innesti Liberi di Gengiva di diverso tipo vedere primo secondo sesto caso nel Post. Da casistica Dr. Gustavo Petti Parodontologo di Cagliari
Cara Signora Chiara, buongiorno. E' normale, stia tranquillissima, in ogni caso, dato che non "la vedo :) ", mi sembra Logico e Corretto che faccia una telefonatina al suo Dentista per confidare i suoi timori e sintomi. Egli avrebbe già dovuto spiegarle tutto il decorso post operatorio durante la spiegazione dell'intervento stesso. Io non posso sapere come sia avvenuta la protezione del "Letto donatore" dell'innesto. Personalmente lo proteggo con un Cerotto Chirurgico Paricolare che "viene" dalla Chirurgia Maxillo Facciale Tedesca e non si hanno postumi post operatori, di rilievo e proteggo allo stesso modo il letto ricevente con l'innesto,(suturato con una tecnica personale che ne garantisca la non "mobilità", con un impacco chirurgico apposito che "viene" dagli Stati Uniti! Questo se non avessi protetto il letto donatore con un lembo che guarisca per prima intenzione, con prelievo non di Gengiva Aderente palatale ma solo di tessuto Connettivo! Non so come sia stato fatto il suo Innesto Libero, chieda quindi al suo Dentista, in ogni caso si tranquillizzi in linea si massima. Fa male constatare quanta poca fiducia abbia nel suo Dentista. Egli solo sa cosa ha fatto e come e può confortarla! Mi domando e le domando perché questa grande inaccettabile mancanza di Fiducia e Stima in Lui! Non capisce, mi scusi se lo sottolineo ulteriormente, che è terribilmente sbagliato, non corretto nei confronti del suo Dentista, non Deontologico da parte mia se rispondessi e "oltraggioso" da parte Sua nei confronti del suo Dentista perché manifesta una palese Sfiducia e mancanza di stima che se venissi mai a sapere che appartenesse ad un mio paziente, un simile comportamente, gli indicherei la porta dello Studio interrompendo ogni "Rapporto" perché la Fiducia e stima sono la base del rapporto Medico Paziente! Senza esse, non ha senso questo rapporto! Non capisco la sua sfiducia e disistima cercando altri pareri! Altri pareri si cercano nel caso sotto forma di consulto con visita clinica e non via Web, ma ripeto non mi sembra il caso, deve solo fare una riflessione sulla Stima e Fiducia o non Fiducia e Disistima che ha per il suo Dentista! Venuta meno "La reciproca fiducia Medico-paziente", sinceramente, ripeto e ribadisco con forza, mi rifiuterei di continuare a dare a quello che dovrebbe essere il "MIO Paziente", tutto lo sforzo intellettivo e professionale e di perizia chirurgica e manuale che stessi mettendo a sua disposizione con tutto il mio impegno! Scusi ma deve capire l'importanza di questa Fiducia e Stima che o c'è o non c'è! Per concludere, dato che vuole un parere, le regalo il mio parere: manifesti quanto chiede, al suo Dentista e ne parli apertamente con Lui. Dei dubbi, della mancanza di Fiducia etc. Se poi chiarisse con se stessa che non si "fida", allora si faccia Visitare da un altro Dentista ma Clinicamente. Un ulteriore consiglio: diffidi di chi non fa pagare la visita Odontoiatrica. La Visita Gratis propende a far pensare che il Dentista sia "mediocre". Non esiste qualità a costi bassi! Come in un centro low cost, a basso costo dove fanno la visita gratis, la panoramica gratis etcetcetc! Ma purtroppo come accade anche da molti Dentisti Privati che non capiscono che La visita Odontoiatrica, ripeto , è un atto medico essenziale e "carico della cultura del medico e non può non essere fatta "pagare" con un giusto Onorario! Quindi se vuole un consiglio, scelga solo chi inizi una terapia o proponga o pianifichi una terapia, qualsiasi essa sia, solo dopo una adeguata visita Odontoiatrica completa e "colta"! Una visita Odontoiatrica è un atto medico importante e colto che richiede almeno un'oretta oltre un'altra mezzoretta per informare il paziente (consenso informato). Mi scuso coi Colleghi di Dentisti Italia se mi sono ripetuto per l'ennesima volta ma questo comportamento "che purtroppo è figlio di questi nostri tempi malsani e di questa nostra Società decadente" deve cessare! Io faccio il possibile.Una Visita Odontoiatrica è la massima espressione Culturale e di conoscenza Medico-Odontoiatrica e, se fatta come si deve , impegna il Cervello del Dentista per un'ora circa più una mezzora per le informazioni doverose di "consenso informato"! Legga come faccio io una Visita leggendo sul mio Profilo "VISITA PARODONTALE", ma vale come visita Odontoiatrica generale, perché la visita che si fa nel mio studio, a prescindere dal motivo per cui è venuto il paziente, è questa e stia certa che tutte le patologie "saltano fuori"!Legga anche "RECESSIONI GENGIVALI : Innesto libero di gengiva con tessuto connettivo autogeno e protezione della zona donatrice con lembo a spessore parziale." e "RECESSIONI GENGIVALI : Innesto libero di gengiva". Cari saluti e scusi la "Filippica" :) ma trovo che fosse necessaria! Spero abbia capito perché debba rivolgersi al suo Dentista e quanto sia importante una Visita Clinica e non un parere via Web in una situazione post chirurgica, come la sua.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)
Consulente di Dentisti Italia

Direi decisamente tutto normale. Può provare a chiedere al suo dentista: non ha una buona relazione con lui??

Scritto da Dott. Paolo Passaretti
Civitanova Marche (MC)
Consulente di Dentisti Italia

Credo che il suo dentista le abbia dettagliatamente spiegato tutti i sintomi post - operatori, compresi quelli che lei ha in questo momento e che, in linea di massima (ovviamente non la posso visitare), sono più che normali. Stia tranquilla. Se ha comunque ulteriori dubbi, il mio consiglio è di tornare dal suo Dentista e farsi controllare.

Scritto da Dott. Giulio Sbarbaro
Zocca (MO)
Consulente di Dentisti Italia

Ma è mai possibile che i pazienti non chiamino il proprio medico che li segue?, chiami il suo medico e ponga le domande che porge a noi a LUI!!! Distinti saluti

Scritto da Dott. Fabio Vaja
Milano (MI)

Se non ha preso antibiotici, forse è il caso che li prenda o, se li stava già prendendo, che prolunghi la terapia. Un certo edema dei tessuti traumatizzati è normale ma, nel suo caso, potrebbe eseere sopravvenuta un po' d'infezione.

Scritto da Dott. Paolo Gaetani
Lecce (LE)

Normale avere fastidi come da lei riferito. Cordiali saluti

Scritto da Prof. Marco Finotti
Padova (PD)
Consulente di Dentisti Italia

Gentile Signorina, non si preoccupi, i sintomi che lei descrive sono tipici di un normale decorso post operatorio. Tuttavia è doveroso che lei ne parli con il suo dentista, se non altro per tanquillizzarla.

Scritto da Dott. Floriano Petrone
Torino (TO)
Collaboratore di Dentisti Italia

Sig. Chiara, basta semplicemente una telefonata.

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)

Sullo stesso argomento