Domanda di Otturazioni Conservativa

Risposte pubblicate: 5

Possibile che sia io intollerante a qualcosa?

Scritto da Daniela / Pubblicato il
Gentili dottore, nel giro di tre mesi, ho fatto otturare due denti a cui era saltata parte di una precedente (vecchia) otturazione e che non mi avevano mai fatto male (i due premolari superiori). Dopo circa un mese, in entrambi i casi, ho iniziato con forti dolori e ascesso a cui ho posto (momentaneamente) rimedio con antibiotici. Il dentista sostiene che talvolta puo' accadere quando si vanno a sostituire vecchie otturazioni e che servirebbe devitalizzarli. Senonchè .. tre settimane fa, ad un terzo dente si è rotta parte di una parete esterna. Ho chiesto al dentista di ricostruire la parete senza pero' togliere la precedente otturazione. Il dentista mi ha fatto una panoramica ed ha scostato la gengiva per accertarsi che non ci fossero carie e, una volta appurato che era tutto a posto, ha ricostruito la parete del dente. Oggi, a distanza di circa 15/20 gg. ho una faccia come una mongolfiera e sono punto e a capo. Ora, il discorso fattomi in precedenza dal dentista, in questo caso non credo possa valere, dal momento che l'intervento è stato esterno e non ci possono essere state infiltrazioni. Oltretutto, parte della ricostruzione è saltata. Ora mi chiedo: posso pensare che ci sia qualcosa di sbagliato a) nel metodo utilizzato b) nel materiale utilizzato ? O che sia io intollerante a qualcosa ? Mi è stato detto che con i nuovi materiali è molto raro, ma sinceramente tre denti su tre, iniziano ad insospettirmi. Senza contare che bazzico dentisti - ahimè - da quando ho vent'anni, di denti ne ho sistemati parecchi, ma non mi è mai capitata una cosa simile .. Vi ringrazio molto in anticipo per ogni suggerimento - superparte - che vorrete darmi Daniela
Denti con gravi fratture e patologie salvati come spiegato nel testo. Da casistica riabilitativa complessa del Dr. Gustavo Petti Parodontologo di Cagliari
Cara Signora Daniela, lei afferma "Ho chiesto al dentista di ricostruire la parete senza pero' togliere la precedente otturazione." Oltre che sbagliatissimo è semplicemente ridicolo che guidi lei il Dentista nel fare la terapia. Ancora più assurdo è che il Dentista lo abbia fatto. Se ha scostato la gengiva, tra l'altro, come lei dice, evidentemente la frattura della parete si estendeva al di sotto di essa. Si sarebbe dovuto provvedere allora ad un allungamento della corona clinica per evitare la formazione di una tasca parodontale per impossibilità della formazione di un attacco epiteliale gengivale al materiale artificiale della otturazione! Poi non è con una panoramica che se valutano radiologicamente denti con queste patologie ma è la Rx endorale! Per le otturazione "saltata" beh, evidentemente erano incongrue e forse si sarebbe dovuto fare un Perno moncone con terapia canalare dei denti e corona in ceramica con struttura portante di altro materiale, zirconio o oro! Personalmente non uso metallo non nobile perchè non è di qualità non avendo la duttilità e precisione per sigillare la spalla del moncone dentario!Lei prima ordina al Dentista di fare certe cose e poi si lamenta se ha patologie! In ogni caso il Dentista si sarebbe dovuto rifiutare ! Le lascio un poster con casi più gravi del suo ed in bocca da oltre 25-30 anni!Cordialmente Gustavo Petti, Parodontologia, Implantologia, Gnatologia e Riabilitazione Orale Completa in Casi Clinici Complessi ed Ortodonzia e Pedodonzia la figlia Claudia Petti, in Cagliari
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)
Consulente di Dentisti Italia

Non dipende da lei assolutamente. L'idea nettissima da parte mia è che lei si sia recata in un centro low cost. Purtroppo la qualità delle cure in questi postacci è così..Oppure si tratta di un abusivo non iscritto all'ordine (controlli!). Strano che abbia un OPTgrafo: più facile la prima, il low cost.

Scritto da Dott. Paolo Passaretti
Civitanova Marche (MC)
Consulente di Dentisti Italia

La situazione è davvero strana. Ogni volta che si esegue una cura su di un dente la polpa subisce un' infiammazione che quasi sempre è reversibile. Quando l'infiammazione è eccessiva la polpa diventa iperemica e successivamente il dente va in necrosi. L'uso di un' abbondante irrigazione della turbina, un tempo adeguato di mordenzazione e l'applicazione di più strati di adesivo prevengono queste spiacevoli situazioni.

Scritto da Dott. Paolo Fulgenzi
Pescara (PE)

Gentile Sig.ra Daniela, certo che è strano. E' ancora più strano che lei decida quale terapia deve eseguire il dentista. Normalmente è il dentista che decide, poi il paziente può accettare o no. Cordiali saluti

Scritto da Dott. Massimo Tabasso
Savigliano (CN)
Consulente di Dentisti Italia

Sig. Daniela, controlli se chi opera su di lei, è iscritto all'ordine dei medici.

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)