Domanda di Ortognatodonzia

Risposte pubblicate: 5

Posso smettere di portare l'apparecchio mobile di contenzione?

Scritto da emanuela / Pubblicato il
Salve. Vi scrivo per avere più pareri in merito alla mia situazione. Ho portato per quasi 4 anni due apparecchi mobili per l'arcata superiore di espansione del palato e uno, sempre mobile, all'arcata inferiore. Ho iniziato il trattamento che avevo quasi 18 anni. Solo da 5 mesi lo sto ora tenendo come contenzione. Non essendo soddisfatta del risultato vorrei mettere apparecchio fisso per chiudere il diastema che mi è stato provocato con l'apparecchio e allinemaneto dei denti, visto che alcuni denti nemmeno fanno contatto e un dente si è allargato troppo. Dalle visite fatte mi hanno detto già due dentisti che mi è stato allargato troppo l'arcata superiore (vedi foto) e addirittura un dentista mi ha detto che l'apparecchio mobile che sto ancora portando per contenzione posso buttarlo via. La mia domanda è: posso smettere di portare l'apparecchio mobile di contenzione (visto che comunque l'arcata superiore è stata troppo espansa e magari non portando la contenzione tenderà a tornare come prima???) intanto che aspetto di mettere l'apparecchio fisso? (infatti prima devo pure togliere i denti del giudizio e fare visita da un maxillo facciale perchè ho un mento sfuggente (quindi forse II classe scheletrica). Infatti ho notato che togliendo questo apparecchio i denti tendono a chiudersi diversamente e cioè il mento mi sembra si arretri ancora di più e anche gli incisivi centrali superiori sembra che tendano a tornare un pò indietro. Quindi facendo anche la visita da un maxillo facciale non saprei nemmeno se devo presentarmi in una situazione in cui sto ancora portando apparecchio contenitivo o devo toglierlo così che lui possa valutare quale sia effettivamente di natura la mia situazione di partenza? Grazie e cordiali saluti.
Mi scusi ma il suo Ortodontista, cioè quello che l'ha trattata fino ad ora, cosa dice? Senza poterla visitare, senza avere una cartella clinica con modelli pre e post trattamento, senza avere radiografie, non è possibile consigliarle una strada (rimuovere l'apparecchio di contenzione) piuttosto che l'altra (continuare ad utilizzarlo). Lei deve scegliere un Ortodontista di riferimento a cui affidarsi (uno, non due tre etc etc), fra quelli che l'hanno visitata deve affidarsi a chi l'ha convinta maggiormente. E quindi seguire le sue indicazioni, sia per ciò che concerne eventuali estrazioni degli ottavi, sia per mantenere per il momento o meno una contenzione, sia su come impostare un trattamento ortodontico fisso che sia risolutivo per lei (per ciò che concerne il mento sfuggente, salvo che il suo sia un caso limite e molto grave, eviti interventi chirurgici).
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Giulio Sbarbaro
Zocca (MO)
Consulente di Dentisti Italia

Cara Signora Emanuela, non faccia niente di sua iniziativa. Si affidi al suo ortodontista e ne parli con lui invece di fare il "giro"! Spieghi bene come ha spiegato a noi le sue perplessità ed insoddisfazioni e desiderata. Solo se non venisse accontentata si rivolga ad un buon Ortodontista. Basta seguire la "Vox Populi" o cercare su questo portale in "Trova Dentista " in Home page digitando la città e leggendo i curricula fino a trovare un buon Dentista . Poi digiti il nome del Dentista su un motore di ricerca e se il Professionista è uno studioso, troverà curriculum, foto di interventi, corsi, congressi, pubblicazioni. Non sarebbe indispensabile avere tutto questo, ma almeno sa che sta recandosi da un Dentista colto e che fa cultura, il ché è già un buon inizio! In ogni caso, in senso lato e solo dal punto di vista Culturale cercherò, per quel che potrò, di soddisfare la sua curiosità! Oggi esistono esami elettromiografici di superficie per l'analisi funzionale e non solo morfologica che misurano le attività elettromiografiche in occlusione centrica con contrazione di gruppi muscolari specifici in particolari e diverse situazioni contrattili e registrando degli indici ben precisi. Ora esistono anche teleradiografie particolari che permettono di sovrapporre lo scheletro e il profilo fotografico per meglio fare queste valutazioni (stereofotografia che sincronizza il viso del paziente con il volume osseo, quindi, volumetrica). In particolare è necessario un Ceck Up Ortodontico completo ed un esame Cefalometrico che misura delle semirette che individuano dei piani e degli angoli in base a cui si fa una diagnosi e si prospetta una terapia ortodontica e che è compreso in più visite, rilievi di dati e soprattutto uno studio a "tavolino" dei problemi da correggere. Vede, siamo entrati in concetti complessi! Poi Modelli di Studio Ortodontici, Fotografie del profilo e di Fronte in rapporto 1:1 e ovviamente una Visita Clinica Gnatologica a completamento di quella Ortodontica già descritta! fare una Diagnosi e programmare una Terapia, bisognerebbe vederla Clinicamente, questo lunghissimo discorso che spero non l’abbia tediato, è per spiegarle e farle capire che le patologie dell’apparato stomatognatico (La bocca nel suo intero) sono complesse e richiedono Cultura, Intelligenza e Capacità Clinica oltre che Terapeutica! bisogna valutare il "discorso miofunzionale e di postura della lingua" e sappia che le valutazioni da fare sono molto più complesse di quanto creda. Cari saluti ed in bocca al Lupo ;)
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)
Consulente di Dentisti Italia

Un ortodontista che le fa portare per 4 anni un apparecchio mobile dopo i 18 anni per allargare il palato? Ho parecchi dubbi. Si affidi ad un vero ortodontista che le saprà anche chiarire questi dubbi. Cordialmente

Scritto da Dott. Edmondo Spagnoli
Lecco (LC)
Consulente di Dentisti Italia

Sig. Emanuela, controlli se chi l'ha curata fin ora è iscritto all'ordine dei medici, se lo trova iscritto lo metta in contatto direttamente con i due colleghi che le hanno fatto le diverse proposte, in modo di avere tutto chiaro senza assumersi inutili responsabilità.

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)

Certo. I miei colleghi hanno ragione. Bisogna vedere la qualificazione dei dr (o presunti tali) cui si rivolge. L'Italia purtroppo è piena di abusivi che fanno lavori in bocca senza averne titolo e competenza. E chi invece agisce correttamente fa una diagnosi accurata PRIMA di mettere qualsiasi apparecchio. E c'è da dire anche che con quello che ci racconta non è facile dare un parere. Se vuole io che non sto troppo lontano da lei, potrei darle un parere con una visita da me. In via eccezionale gliela farei gratis, proprio perchè così non posso essere di aiuto da qui, dal web. E senza la prospettiva di curarla io, vista comunque la distanza: le dico solo come la penso visitandola, e poi si farà curare a PG. Che altro posso fare??
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Paolo Passaretti
Civitanova Marche (MC)
Consulente di Dentisti Italia