Domanda di Ortognatodonzia

Risposte pubblicate: 9

A mio figlio di 6 anni è stato diagnosticato un premolare deciduo in anchilosi con agenesia del permanente

Scritto da Filippo / Pubblicato il
Salve, a mio figlio di 6 anni è stato diagnosticato un premolare deciduo in anchilosi con agenesia del permanente. Occorre fare l'estrazione per scongiurare un arresto della crescita della mandibola o lo si può lasciare vista l'assenza del permanente? cordiali saluti
Quando, come nel caso di suo figlio, sono presenti i molari da latte con agenesia dei premolari permanenti è meglio mantenere in sede i denti da latte (che fungeranno oltretutto da ottimi mantenitori di spazio naturali). Se l'igiene orale è buona questi denti potranno restare in bocca anche per moltissimi anni e comunque fino all'età adulta di suo figlio: se allora saranno talmente compromessi da richiedere l'estrazione, si penserà alla loro estrazione ed alla sostituzione protesica. Quella volta, non adesso.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Paolo De Carli
Majano (UD)

Sig. Filippo, le diagnosi dovete farvele mettere per iscritto altrimenti, voi pazienti fate solo confusione, riportando dati non corretti che screditano i miei colleghi. I premolari decidui o da latte, in anatomia non esistono, per cui nessun odontoiatra direbbe una simile corbelleria, poi parla di agenesia di un premolare quando ne sono presenti altre, inoltre parla di crescita della mandibola senza nemmeno conoscere i nuclei di accrescimento di questo osso... Lei sta parlando della salute di suo figlio, non di un gioco a cui dobbiamo trovare una soluzione, per cui le consiglio di abbandonare internet e seguire le indicazioni dell'odontoiatra che le ha prescritto questa radiografia, evitando di diffondere false inutili notizie della salute di suo figlio.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)

Caro Signor Filippo sottoscrivo quanto detto dai miei colleghi ed amici Dottor De Carli e Dottor Ruffoni. Parli con il suo Dentista e si faccia informare bene ed in modo a Lei comprensibile. La OPT che ha postato non è nitida e non è leggibile bene in particolare nella arcata superiore. Non è da una visione di essa on line che si possa fare Diagnosi. Occorre vederla sul diafanoscopio, integrarla nel caso con Rx endorali. Tra l'altro, bisogna valutare la corrispondenza tra età anagrafica ed età scheletrica che spesso non corrispondono. Bisogna fare una radiografia del polso per accertare la maturità dei nuclei di ossificazione per conoscere l'età scheletrica in realtà utile intorno ai 10-13 anni! Col metodo di Tanner e Whitehouse si prendono in considerazione 20 dei 30 nuclei di ossificazione del polso e della mana e si attribuisce un punteggio a seconda dello stadio di maturazione raggiunta e si ottengono tre punteggi fondamentali: il totale, il Carpale ed il RUS(radio-ulna-short bones), il punteggio finale dell'adulto che abbia completato la maturazione scheletrica è di 1000 punti. Tutti i punteggi inferiori indicano stadi diversi di maturazione ossea e diverse età scheletriche! Non dimenticando il metodo della Maturazione Vertebrale Cervicale in particolare per l'identificazione del picco puberale nel tasso di crescita cranio-facciale e le correlazioni tra gli indici carpali come l'SMS e quelli vertebrali come come il CVS, il CVMS e il CS dove quest'ultimo indica il picco di crescita mandibolare Verificato tutto questo bisogna fare una Visita e Ceck up Ortodontico ed eventualmente Cefalometria, ossia misurazione dei segmenti di retta che individuano i piani e gli angoli particolari in base a cui si fa una diagnosi e si prospetta una terapia ortodontica! Concludendo il tutto con una visita Gnatologica. il problema che presenta è molto più complesso di come lo descrive! Sappia che i denti, per parlare chiaro e in modo comprensibile, stanno in bocca e si controllano l'un l'altro. I frontali salvaguardano i denti posteriori con la protrusiva, la guida incisiva. I posteriori controllano i frontali con una posizione che si chiama di relazione centrica o di massima retrusione sull'asse cerniera. I canini, in lateralità controllano tutti gli altri denti che sono in bocca. In tutte queste posizioni gli altri denti devono discludere, ossia non essere a contatto. In relazione centrica ed in posizione di centrica abituale fisiologica, i denti posteriori devono essere in posizione di massima intercuspidazione possibile e in particolare le cosiddette cuspidi di stop dei molari mantengono quella che si chiama dimensione verticale del piano occlusale. Ossia la distanza tra il piano masticante superiore e quello inferiore che è individuato dalla Curva di Spee e di Wilson per il piano occlusale rispettivamente sagittale e frontale. Tutto questo tra l'altro protegge i denti frontali e la loro posizione ed i rapporti tra quelli superiori ed inferiori sempre frontali ed il loro Over jet e Over bite. Come vede la Visita Odontoiatrica è molto più profonda e seria di quanto si pensi e di quell'occhiata che purtroppo spesso viene fatta specialmente in centri particolari di cliniche specie se low cost e non certo da Professionisti Privati e Titolari del Loro Studio! Auguri e Cordiali saluti
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)
Consulente di Dentisti Italia

E' meglio cercare di conservare il deciduo anchilosato in vista della agenesia del permanente. Occorrerà nel corso dello sviluppo ridurre la dimensione postero-anteriore del dente deciduo per riportarla a quella del permanente, normalmente più corta, ed aumentare l'altezza occlusale che si riduce per l'anchilosi. Cordialmente

Scritto da Prof. Giuliano Falcolini
Roma (RM)

Come si diagnostica un'anchilosi con questa opt? Le agenesie ci sono ma la mandibola cresce comunque. Secondo me c'e' stato un difetto di comunicazione

Scritto da Dott. Giovanni Vergiati
Fornovo di Taro (PR)

Gentile Filippo, scappi subito, poichè oltre a dirle un mare di corbellerie ( anchilosi ? mancata crescita ? ) non si è nemmeno accorto dell'ulteriore agenesia del premolare dall'altra parte, ed anzi sono proprio le estrazioni precoci che possono causare una minor crescita ossea. Quindi vada da un buon ortodontista, poichè uno sbaglio terapeutico a questa età può essere pagato a caro prezzo

Scritto da Dott. Gianluca Pucci
Roma (RM)

Non si preoccupi che ci sono ottime soluzioni all'agenesia, molto frequente, dei premolari. Soprattutto l'agenesia di uno o più denti non disturba la crescita della mandibola ed i decidui sui denti agenesici sono da mantenere bene anche se anchilosati. Cordialmente

Scritto da Dott. Edmondo Spagnoli
Lecco (LC)
Consulente di Dentisti Italia

Signor Filippo dalla radiografia poco chiara della bocca di suo figlio si notano 2 agenesie di 2 premolari permanenti inferiori. Fermo restando che bisognerebbe fare una visita accurata e lo studio del caso per stabilire la terapia adeguata, le agenesie ed eventuali anchilosi di denti decidui non portano un arresto della crescita mandibolare. I denti decidui possono in genere rimanere in arcata e modificati in modo da sostituire quelli mancanti. Quando e se durante il corso della vita verrano meno si troverà una soluzione implanto-protesica. Cordiali saluti.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott.ssa Francesca Ferrazzano
Napoli (NA)

In caso di agenesia di elementi dentari della serie permanente, è il caso di mantenere i decidui correttamente erotti in arcata, in sede monitorati fino a quanto è possibile. Nel caso di suo figlio, solo l'ortodontista che l'ha visitato può consigliarla su cosa convenga fare. Si affidi a persona di sua fiducia a cui porre tutte le domande che crede. Distinti saluti.

Scritto da Dott. Enrico Cauli
Roma (RM)