Domanda di Ortognatodonzia

Risposte pubblicate: 8

Mia figlia ha 14 anni, ed ha il canino sinistro incluso.

Scritto da Irene / Pubblicato il
Mia figlia ha 14 anni, ed ha il canino sinistro incluso. Ha fatto un piccolo intervento il 2 aprile 2012 per agganciarlo e ora non è ancora spuntato. Lei sa tra quanto tempo potremo avere dei risultati? Lo so che variano a seconda della persona peró approssivamente c'è una data? Grazie mille
Dipende dalla sua posizione iniziale; se è alto nel palato può aver bisogno anche di un anno. Cordialmente

Scritto da Dott. Edmondo Spagnoli
Lecco (LC)
Consulente di Dentisti Italia

Gentile Signora, la diagnosi in ortognatodonzia serve proprio per rispondere a questo tipo di quesiti e dubbi, noi on-line senza conoscere nulla del caso clinico di sua figlia non possiamo fare gli indovini... perchè non rivolge questa domanda al suo dentista che conosce perfettamente la situazione della ragazza? Cordialmente

Scritto da Dott. Paolo De Carli
Majano (UD)

E' molto variabile secondo diversi fattori. Ovviamente secondo come stava messo.. Uno di questi è il corretto progetto del trattamento ortodontico: per far scendere un dente che non è spuntato perchè non aveva spazio, bisogna appunto per forza aver fatto bene lo spazio prima (durante e dopo) con l'apparecchio affinchè questo si decida a scendere anche se trazionato..

Scritto da Dott. Paolo Passaretti
Civitanova Marche (MC)
Consulente di Dentisti Italia

Cara Signora Irene, legga attentamente la mia risposta precedente! Detto questo, personalmente di fronte ad un canino incluso la prima cosa è stabilirne la posizione, ossia se esso sia vestibolare o palatale rispetto agli incisivi ed altri denti. Ci sono varie tecniche, come fanno notare due colleghe studiose dei Canini Inclusi, in un bellissimo lavoro le Dr.sse Alessandra Marino e Patrizia Massaro e, dico, l’OPT ( la panoramica che ha fatto non serve a niente). Una Rx occlusale Evidenzia i contorni del canino incluso che, se posizionato all'interno della linea che idealmente unisce gli apici degli altri denti, è palatale, mentre, se posto all'esterno, è vestibolare. Regola della Posizione Vestibolare: Se l'angolazione verticale del cono cambia di circa 20° in due lastre successive, il Canino vestibolare si sposterà in direzione opposta alla fonte di radiazioni. In caso contrario di canino palatale, esso si sposterà nella stessa direzione della fonte di radiazioni. Rx endorali con incidenza diversa (regola di Clark o tecnica dello spostamento del tubo). Se il canino si sposta nella stessa direzione del tubo radiogeno, la diagnosi è quella di inclusione palatale. Se il canino si sposta in direzione contraria a quella del tubo radiogeno è in inclusione vestibolare. Infine, se il canino non cambia posizione, è in posizione intermedia, in senso vestibolo-palatale. A questo punto della diagnosi si interviene ortodonticamente qualora non vi sia nell'arcata lo spazio sufficiente al suo riposizionamento, prima dell’esposizione chirurgica. Se questo spazio invece ci fosse lo si sposta ortodonticamente previo intervento chirurgico per agganciarlo e "trascinarlo" in sede L’eruzione chirurgica può essere "chiusa", utilizzando un lembo ribattuto e posizionato e liberando nel modo giusto il dente dal tessuto osseo che lo ricopre ,oppure può essere portato in sede con escissione dei tessuti duri e molli limitrofi alla corona del dente che viene ancorata al dispositivo ortopedico. Personalmente pratico una alveolectomia conduttrice di Chatelier, che facilita il riposizionamento chirurgico-ortodontico del canino (in pratica faccio un canale osseo in cui guidare il canino in posizione La legatura che preferisco è quella fatta con un filo di acciaio inossidabile sotto al cingolo del canino incluso o se l’equatore fosse poco pronunciato o assente, faccio una banda, o un intarsio o un perno nella corona del canino! Sempre personalmente faccio tutto questo in una sola fase e tutto è molto "veloce", sempre entro certi limiti che dipendono da una infinità di problemi clinoco-anatomo-chirurgici e ortodontici! Cordialmente Gustavo Petti, Parodontologia, Implantologia, Gnatologia e Riabilitazione Orale Completa in Casi Clinici Complessi ed Ortodonzia e Pedodonzia la figlia Claudia Petti, in Cagliari.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)
Consulente di Dentisti Italia

Sig. Irene, ho guardato nella mia sfera magica ma questa data non c'era ! Ho trovato, che il professionista che sta curando sua figlia, probabilmente conosce il periodo in ci sarà il lieto evento.

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)

Impossibile risponderLe con precisione sui pochi dati a disposizione dalla Sua domanda; chieda ai Colleghi che la seguono, chirurgo ed ortodontista, e che quindi sicuramente ben conoscono il caso. Distinti Saluti

Scritto da Prof. Giustino De Iorio
Caserta (CE)

Non e' importante quando ci mette ma come lo fa e se lo fa. In casi rari ci puo' anche essere una anchilosi che impedisce il movimento. L'importante e' capire perche' al canino manca spazio. In genere cio' e' la conseguenza di una malocclusione che deve essere valutata nel suo complesso per poi arrivare a recuperare lo spazio del canino. Se cio' non viene fatto non potra' esserci stabilita' futura. Costantino Volpe- Salerno

Scritto da Dott. Costantino Volpe
Salerno (SA)

Gentile Sig.ra Irene, dipende dalla posizione di partenza e se c’è lo spazio. Ma sono state fatte radiografie di controllo? Vi sono casi in cui il dente è in anchilosi e non scende, la radiografia serve proprio a questo. Cordiali saluti

Scritto da Dott. Massimo Tabasso
Savigliano (CN)
Consulente di Dentisti Italia