Domanda di Ortognatodonzia

Risposte pubblicate: 3

Griglia linguale

Scritto da andrea / Pubblicato il
Ho ventidue anni e a causa di una malocclusione ho dovuto inserire qualche giorno fa la griglia che dovrà impedire ai miei denti di sbattere contro la lingua. So che è tutta questione di abitudine ma è normale che abbia problemi nel mangiare e parlare correttamente? Per il momento riesco solo ad ingerire cibi soffici e semiliquidi, non riesco a tirare morsi ne masticare il cibo. per quanto riguarda l’articolazione dei fonemi, i suoni sonori e palatali mi creano problemi nell’esprimermi. Spero che sia solo perché è l’inizio, anche perché sto per laurearmi... in lingue.
La griglia linguale si applica dopo aver reso la paziente consapevole del disagio che può comportare e solo nel caso non sia in grado di collaborare attivamente per evitare l'interposizione linguale nel corso della terapia di chiusura del morso. La griglia deve impedire alla lingua di interporsi tra le arcate, ma se non si rieduca la deglutizione una volta tolta si riproduce il difetto funzionale e con esso la malocclusione.
 
Il suo problema è sicuramente causato da una deglutizione atipica, che le provoca il morso aperto anteriore. Ha fatto la rieducazione della lingua? Alla sua età è facile e con una buona collaborazione in 2 mesi si può sistemare.Quindi procederà con l'ortodonzia correttiva.Edmondo Spagnoli

Scritto da Dott. Edmondo Spagnoli
Lecco (LC)
Consulente di Dentisti Italia

Sono in accordo sul fatto che la persistenza della interposizione possa causare una recidiva della malocclusione . Devo pero' dire che nella mia esperienza molto di rado mi e' capitato di evidenziare un vero morso aperto da interposizione linguale . Piuttosto il contrario! Piu' spesso e' il morso aperto, legato ad altre cause, che obbliga la lingua ad interporsi anteriormente sostenendo un open bite, come e' definito in termine tecnico. Sono certo che il Suo ortognatodontista abbia preso in considerazione questa possibilita' ed abbia attuato la giusta terapia.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Costantino Volpe
Salerno (SA)