Domanda di Ortognatodonzia

Risposte pubblicate: 9

Espongo il mio caso clinico sperando di chiarirmi le idee su quale trattamento convenga intraprendere.

Scritto da Ilaria / Pubblicato il
Espongo il mio caso clinico sperando di chiarirmi le idee su quale trattamento convenga intraprendere. Ho 25 anni e una malocclusione definita "importante" da numerosi dentisti che mi hanno visitato nel corso degli anni. Premetto che ho portato un apparecchio ortodontico fisso per oltre quattro anni dai 10 ai 14 ma la cosa non mi ha beneficiato affatto, in quanto sono stata sottoposta ad un trattamento con degli elasticini nell'assurda probabilità  che la mandibola inferiore si spostasse. La cosa che mi sconcerta di più è che sebbene sia stata visitata anche da nomi altisonanti, non mi sia mai stata chiesta una cefalometria per studiare i rapporti scheletrici e vagliare le soluzioni più appropriate.E' quasi impossibile ottenere informazioni dettagliate se non cercarsele da soli con perseveranza e la cosa mi irrita molto in quanto vorrei affidarmi con fiducia al mio medico curante. Comunque, dalle foto potete capire un minimo il mio problema: ho l'arcata superiore sporgente, un sovraffollamento sia dei denti superiori che inferiori, la mia mandibola inferiore non si è sviluppata quanto l'anteriore ed è leggermente fuori asse verso destra. Ho effettutato ortopanoramica, teleradiografia del cranio latero laterale e basta. Le soluzioni prospettatemi sono essenzialmente quattro: - hai 25 anni ormai è tardi non ti operare e lascia tutto così che se interveniamo rischiamo di peggiorare e basta - l'estrazione dei quattro premolari è l'unica soluzione, l'appiattimento del profilo sarebbe una leggenda metropolitana secondo questo dentista (che mi ha proposto un preventivo da 10.000 €), con apparecchio fisso linguale tecnica innovativa senza bracket e retainer attivi - assolutamente no l'estrazione in quanto (e questo si tratta di un dato empirico visto che nessuno ha mai studiato a tavolino la mia cefalometria, che ho capito da sola sul web cosa fosse) comporterebbe un appiattimento del profilo e un peggioramento dal lato estetico; quindi l'unica soluzione sarebbe un'operazione maxillo facciale - assolutamente no l'operazione non è un caso grave e avrebbe conseguenze dolorose e debilitanti, semplicemente mettere un invisalign per far rientrare un pochino attraverso lo stripping l'incisivo sporgente superiore (ma comunque non risolverebbe nulla, solo un piccolo, leggero miglioramento estetico). Insomma, sono affranta e mi stupisco che su questo portale si vedano casi clinici simili al mio affrontati con studi accurati e precisi, e foto finali del tutto soddisfacenti. Perchè non riesco a trovare un medico competente? E mi sono rivolta anche al rinomato Eastman, che nello specifico mi ha consigliato l'ipotesi numero quattro. Vi prego di consigliarmi un minimo su quale potrebbe essere la strada migliore da percorrere perchè¨ io non so più di chi fidarmi, ho dovuto scoprire da sola che l'estrazione dei premolari avrebbe potuto comportare un peggioramento estetico e io ho già le rughe naso labiali accentuate di natura, con l'estrazione cosa otterrei?! E oltre al lato funzionale, se mi faccio toccare i denti è anche e soprattutto per l'estetica quindi l'ultimo obiettivo sarebbe un peggioramento da quel punto di vista! Abito a Roma quindi se vorrete indicarmi un dentista ve ne sarei molto grata. Vi ringrazio per la disponibilità  e spero in un vostro gentile riscontro.
Gentile Sig.ra Ilaria, dire che a 25 anni è tardi per operare mi sembra discutibile. Mie pazienti hanno fatto l’operazione a 30 e ne sono felici. La cosa che mi sento di suggerire e di andare da un buon chirurgo maxillo – facciale per un consiglio. In ogni caso anche lui dovrà fare lo studio del caso se vorrai operarti. Cordiali saluti

Scritto da Dott. Massimo Tabasso
Savigliano (CN)
Consulente di Dentisti Italia

Cara Signora Ilaria, dice "non mi sia mai stata chiesta una cefalometria". Ma guardi che la cefalometria non la si richiede, la disegna il Dentista su una teleradiografia e foto del profilo dove misura delle semirette che individuano dei piani e degli angoli in base a cui si fa una diagnosi e si prospetta una terapia ortodontica e che è compreso in più visite, rilievi di dati e soprattutto uno studio a "tavolino" dei problemi da correggere. Tutto viene preceduto, accompagnato e seguito da tutta una serie di visite e rilievi con foto, impronte, Rx di ogni tipo, Analisi Gnatologica ed una infinità di altre cose che portano appunto ad una Diagnosi corretta e ad una pianificazione terapeutica non chirurgica, chirurgica o mista! La Diagnosi Ortodontica e la progettazione terapeutica sono come una progettazione matematica di una espressione, di un problema che la cui soluzione è in una sequenza di espressioni , numeri e dati e chiedere quello che chiede lei per l'ortodonzia sarebbe come chiedere ad un matematico il risultato di un problema senza fargli fare tutti i "passaggi" che lo possano portare alla soluzione richiesta che le può dire solo un Ortodontista dopo le visite suddette. Non posso quindi esprimere giudizi, senza vederla! Non solo non sarebbe corretto, ma non sarebbe professionale. Cordialmente Gustavo Petti, Parodontologia, Implantologia, Gnatologia e Riabilitazione Orale Completa in Casi Clinici Complessi ed Ortodonzia e Pedodonzia la figlia Claudia Petti, in Cagliari.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)
Consulente di Dentisti Italia

Cara Ilaria, la chirurgia ortognatodontica nel suo caso non solo e' sconsigliabile ma assolutamente improponibile. Dalle foto si intuisce una retroposizione della mandibola che può essere efficacemente risolta attraverso un riposizionamento condotto attraverso analisi e tecniche operative neuro muscolari in grado di indurre un rapporto craniomandibolare corretto che sara' sicuramente soddisfacente anche dal punto di vista estetico. Le correzioni di affollamento e rotazione dei denti anteriori saranno una semplice conseguenza. Assolutamente sconsigliabile la avulsione dei premolari, che indurrebbero un aggravamento del problema di cui soffre. Consideri inoltre che una disgnazia come la sua la pone nel novero dei pazienti a rischio Temporomandibolare,soggetti che potrebbero sviluppare patologie a carico delle articolazioni suddette qualora subissero spostamenti dentali scorretti dal punto di vista fisiologico. Perché proporre una chirurgia pesante ed invasiva quando si può risolvere la situazione con un posizionatore mandibolare praticamente invisibile e che consente una vita di relazione del tutto normale? Misteri dell'odontoiatria. Cordiali auguri Michele Lasagna
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Michele Lasagna
Bereguardo (PV)
Collaboratore di Dentisti Italia

Sig. Ilaria, siamo sicuri che un sorriso perfetto al 100% non stoni su di lei. Ok, permane la seconda classe, ma non è una brutta malattia, qui c'è un sorriso caratteristico e unico che solo lei può avere, perché a tutti i costi vuole entrare nei canoni standard dettati oggi da questa società consumistica? Il sorriso è bello e piace.

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)

Cara paziente  ,le foto per essere giudicate devono essere frontali e laterale dx , laterale sx bocca chiusa e labbra chiuse, inoltre ci vuole la foto dei modelli chiusi sup sul inf , frontali laterali dx e sx per vedere i rapporti trasversale e anteroposteriore e verticale fra le due artcate, e foto modelli singolo sup , modello singolo inf per valutare affolamento e disallineamento. Senza questi lo studio del caso e deficitario e ogni risposta diviene inopportuna. da una giusta diagnosi si arriva a giusta terapia , la cefalometria è utile in fase di crescita per determinare direzione , mentre in eta adulta è utile in preparazione all intervento .
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Zein Abedine Haidar
Parma (PR)

Sono rimasto colpito in particolare dalla risposta dell'amico Dr. Diego Ruffoni, oltre che dalle altre: lui ha ragione, lei è bellissima. I canoni della bellezza sono complessi e non standardizzati!! A parte questo, lei, avendo studiato il suo caso, si renderà conto che ci sono età adatte a correggere gli importanti difetti della struttura scheletrica (con apparecchiature chiamate "ortopediche" perchè in grado di modificare in bene profondamente le basi ossee) ed età in cui questo diventa molto difficile se non impossibile. Diciamo che casi come il suo si correggono bene (con il "baffo" che nessuno le ha proposto forse perchè non hanno fatto le cafalometrie, essendo.. blasonati e.. trascuratamente frettolosi), fino alla prima media. Poi diventa molto molto più difficile e specialmenet col fisso e le trazioni intermascellari criss cross (gli elastichini) si fanno danni alla ATM e non si risolve nulla. Quindi adesso è tardi. Ma cosa fare ora?? Intanto non cadere nelle mode e nel consumismo ortodontico. Io, senza nessun dato se non quello delle belle foto, posso dire che forse c'è ancora una chance: con le trazioni ortopediche ho risolto diversi casi di adulto come il suo, a fronte di un impegno serio. Provi a leggere i miei articoletti in proposito in questo e nei miei siti web..
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Paolo Passaretti
Civitanova Marche (MC)
Consulente di Dentisti Italia

Primo, con buona pace di tutti la cefalometria nei pazienti adulti è utile solo nel caso in cui si abbia il dubbio se scegliere una soluzione chirurgica o meno. Probabilmente il nome altisonante, per esperienza e giustamente non l'ha presa in considerazione. L'ortodonzia linguale senza brackets può essere utilizzata solo in casi di lieve gravità,bene invece quella classica. Da valutare bene che l'estetica dentale sia compatibile con una buona estetica facciale.

Scritto da Dott. Massimiliano Trubiani
Roma (RM)

Cara signorina, lei è andata da troppi specialisti. Non vedo la necessità di una chirurgia. Non vedo il bisogno di radicali mutamenti, nè di estrazioni. Lei mi ha anche scritto privatamente per un consulto a Roma. Da giugno non ci vado più e se volesse consultarmi venga a Firenze. Cordialmente

Scritto da Dott. Edmondo Spagnoli
Lecco (LC)
Consulente di Dentisti Italia

Cara Ilaria, dalle foto non riesco a vedere di quanto i suoi incisivi superiori coprono le corone degli inferiori (dovrebbe essere un terzo). Mi piacerebbe anche vedere una foto del profilo completo, con tutta la mandibola fino al collo e la fronte (può mascherare gli occhi per questione di privacy). Forse il suo problema potrebbe essere risolto con una semplice placca di riposizionamento per avanzare leggermente la mandibola e rialzare un po' l'articolazione. Se vuole può mandarmi le foto per mail: dentistaweb@libero.it. Buona giornata.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Pierluigi Scaglia
Calenzano (FI)