Domanda di Ortognatodonzia

Risposte pubblicate: 9

Ho il morso aperto

Scritto da Monica / Pubblicato il
Buonasera, ho 35 anni e un problema che mi porta a non sorridere. Ho il morso aperto, il dentista mi ha detto che è dovuto alla deglutizione, perchè spingo la lingua tra i denti. Praticamente chiudono solo i molari e premolari. Per il resto ci sono più di 5 millimetri di spazio tra gli incisivi sopra e sotto. Non chiudono nemmeno i canini. Oltre ad essere per me un forte motivo di imbarazzo, mi provoca anche disagio per mangiare; non riesco a staccare un pezzo di un panino, per esempio. Il dentista mi ha detto che l'unica soluzione è l'apparecchio e l'esito non sarebbe nemmeno certo. Non voglio mettere l'apparecchio alla mia età, sapreste dirmi se esiste un'altra cura per il problema di morso aperto? Informandomi su internet ho sentito parlare di faccette in ceramica che allungano i denti. Non cerco un risultato perfetto, mi basterebbe semplicemente rendere il mio problema meno evidente. Grazie, Monica
Cara Signora Monica, sì può essere ma si parla di quando era bimba prima e ragazzina poi. Ormai i giochi sono fatti a 35 anni! Se non vuole mettere l'apparecchio alla sua giovane età non potrà risolvere il problema a meno che non ricorra, se fosse però possibile, ad una protetizzazione fissa in oro-porcellana di tutto il gruppo frontale superiore ed inferiore associato a chirurgia estetica parodontale per ristabilire le giuste proporzioni tra gengiva e denti e quindi tra sorriso gengivale e sorriso dentale! Però potrebbe forse riuscire a risolvere solo ed in parte il problema estetico ma la patologia funzionale rimarrebbe e non sarebbe certamente consigliabile! Si potrebbe fare una ceratura diagnostica in cera bianca delle due protesi frontali per vedere i risultati estetici e funzionali prima di affrontare una terapia simile e montarli su un modello della sua bocca su aricolatore ricostruendo in cera rosa le gengive per valutare la necessità della chirurgia parodontale, oltre ad uno studio Rx endorale completo in proiezione parodontale e naturalmente ad un ceck up ortodontico e cefalometrico completo! Non è semplice, deve mettesrsi in mani "sapienti"!spiego: C’è una strettissima relazione di forma ed armonia tra Denti, Gengive, Linea di Giunzione Mucogengivale ed osso sottostante. Tutti questi organi devono essere in equilibrio tra di loro per avere quello che gli "Statunitensi" chiamano "Natural smile", "Sorriso naturale", che è dovuto ad una proporzione tra "pink aesthetics" and "white aesthetics", ossia tra l’estetica rosa (dovuta alle gengive) e l’estetica bianca (dovuta ai denti). Se la proporzione tra queste due componenti viene meno e si ha il prevalere, rispettivamente, dell’una (Gummy smile, ossia Sorriso Gengivale), come nelle ipertrofie gengivali o dell’altra (White smile, ossia sorriso bianco) per eccesso della componente dentale come avviene per esempio nelle recessioni gengivali e nella Parodontiti con riassorbimento osseo con grave componente orizzontale. Legga cliccando sul mio nome tra le pubblicazioni l'articolo "La chirurgia parodontale estetica Introduzione Divulgativa alla Chirurgia Estetica Parodontale", vi troverà tutto ciò che occorre sapere per comprendere il problema e la sua terapia.Legga nel mio profilo "La chirurgia parodontale estetica Introduzione Divulgativa alla Chirurgia Estetica Parodontale" Cordialmente Gustavo Petti, Parodontologia, Implantologia, Gnatologia e Riabilitazione Orale Completa in Casi Clinici Complessi ed Ortodonzia e Pedodonzia la figlia Claudia Petti, in Cagliari.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)
Consulente di Dentisti Italia

Questa Monica, è una delle malocclusioni più gravi che esistano purtroppo, perchè sono difficilissime da correggere anche da bambini (cioè nel caso delle femmine prima dei 12-13 anni). Questo perchè a causarla è la postura linguale, come le hanno detto. Io temo che il caso sia solo chirurgico, ma prima bisogna fare accertamenti di questo tipo: cefalometria, e valutazione foniatrico-logopedica. Questo ci dice se c'è possibilità di correzione. Tuttavia, sempre previo questi accertamenti, una lontana speranza forse c'è: quella di correggere con una PFB cioè un apparecchio creante funzione. ma ci vuole un impegno incredibile.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Paolo Passaretti
Civitanova Marche (MC)
Consulente di Dentisti Italia

Cara Monica, mi dispiace doverle dire che la sua ipotesi di allungamente dei denti mediante faccette in ceramica mi pare assolutamente improponibile, sia sul piano estetico che funzionale. Il morso aperto anteriore è una disgnazia complessa che deve essere risolta mediante una pianificazione diagnostica ed interpretato nei suoi diversi aspetti, linguali, respiratori,posturali, etc. Esistono oggi dei tests computerizzati che fornendo precisi dati circa i più piccoli movimenti mandibolari, assolutamente invisibili ad occhio nudo, e le attività contratturali ed a riposo dei muscoli mandibolari, consentono la ricerca di una fisiologica posizione dell'osso mandibolare, condizione irrinunciabile nella pianificazione di ogni tipo di intervento. Vi sono poi dei casi in cui si può raggiungere un soddisfacente grado estetico senza dover intervenire con un apparecchio ortodontico fisso, ma non conoscendo il suo caso non sono in grado di dirle di più. Cordiali saluti Michele Lasagna.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Michele Lasagna
Bereguardo (PV)
Collaboratore di Dentisti Italia

Gentile Signora Monica, lei è così giovane, perchè non vuole mettere l'apparecchio alla sua età? Preferisce rimanere così e peggiorare nel tempo? La invito a ricredersi! Le faccette in ceramica non sono la soluzione giusta. L'unica via da percorrere è l'eliminazione della causa del suo morso aperto (open bite) e la terapia ortodontica per eliminare questa malocclusione. La terapia ortodontica può essere eseguita con la tecnica Invisalign (cerchi sul web), che è comoda, veloce e dà risultati prevedibili, ma che richiede uno studio molto approfondito della sua particolare situazione, ed una pianificazione terapeutica accurata e precisa; mentre la terapia causale dev'essere "miofunzionale" (cerchi sul web), poichè bisogna rieducare la posizione e la funzione della lingua . Deve solo avere la pazienza e la fortuna di trovare uno studio dentistico dove si utilizzano entrambe le tecniche che sono molto efficaci solamente se eseguite da professionisti bravi ed esperti. A titolo di esempio le allego le foto di un trattamento di “morso aperto” portato a termine in un anno e mezzo con la tecnica Invisalign e terapia miofunzionale. Cordiali saluti e... coraggio!
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Angelo De Fazio
Casalnuovo di Napoli (NA)
Consulente di Dentisti Italia

Gentile signora il suo caso si risolve chirurgicamente. Senta il parere di un bravo maxillo facciale che le spiegherà in cosa consiste. In ogni caso il passaggio per la terapia ortodontica è d'obbligo.

Scritto da Dott.ssa Maria Grazia Rocchi
Roma (RM)

Gentile Sig.ra Monica, non può correggere il suo problema con faccette. Purtroppo l'unica soluzione è ricorrere alle cure di un bravo ortodontista. Cordiali saluti

Scritto da Dott. Massimo Tabasso
Savigliano (CN)
Consulente di Dentisti Italia

Il protocollo da seguire nel suo caso dovrebbe essere questo: Preparazione ortodontica della arcate dentarie; correzione chirurgica del morso aperto; terapia miofunzionale per correggere la discinesia linguale; ed armonizzare tono e trofismo dei muscoli elevatori della mandibola e tutti quelli a loro correlati; stabilizzazione ortodontica post chirurgica. Tutto il resto ( protesi, faccette, molaggi, o uno solo degli step indicati senza gli altri) è destinato o a fallire o a peggiorare la situazione. Cordialità
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Lorenzo Alberti
Roma (RM)
Collaboratore di Dentisti Italia

Sig.Monica, forse in internet trova scritto che potrebbe togliere tutti i denti e fare due belle dentiere per ottenere un bel sorriso, in fondo è anche questo un compromesso. Non scherziamo stiamo parlando della sua salute, se occorre, una cura ortodontica si deve accettare indifferentemente dall'età.

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)

Il collega Di Fazio le ha dato la risposta giusta. Se è tanto infelice può fare la terapia ortodontica con tecnica invisalign e rieducazione della deglutizione. Non è difficile e con impegno si può avere un ottimo risultato. Se vuole mi consulti a Milano. Cordialmente

Scritto da Dott. Edmondo Spagnoli
Lecco (LC)
Consulente di Dentisti Italia