Domanda di Ortognatodonzia

Risposte pubblicate: 10

Ho un'agenesia dentale

Scritto da Michela / Pubblicato il
Salve dottori, sono una ragazza di 27 anni. Ho un'agenesia dentale ed i miei denti sono così disposti: sull'arcata superiore ho gli incisivi al posto giusto, poi ho i canini da latte che non ho cambiato, canini "grandi" al posto dei premolari che sono caduti, poi un molare da latte e due molari "normali". Nell'arcata inferiore invece ho un molare da latte dopo l'incisivo. Quindi in tutto ho 6 denti da latte che non ho cambiato. Inoltre non ho nessun dente del giudizio. Già da qualche anno comincio ad avere disturbi legati al riassorbimento delle radici. Dall'ortopanoramica inoltre è emerso che ho i condili mandibolari di dimensioni molto diverse tra loro, che unito alla malocclusione causata dai denti da latte, mi provoca dei fastidiosi click durante la masticazione. Il mio dentista sta valutando la situazione e mi ha consigliato di mettere un apparecchio per allargare il palato e in seguito procedere con l'impianto dei denti, ripristinando anche "il morso" che ora è inverso per i canini inferiori. Ma questa è soltanto un'idea iniziale. Volevo sapere se ci sono altre possibili soluzioni, considerando che il mio caso non è molto frequente, ed inoltre vorrei sapere se gli impianti sono definitivi ho vanno sostituiti dopo un tot di anni(considerando che ho 27 anni!). Grazie per il vostro interessamento
Arco facciale di trasferimento per montare i modelli di studio su un articolatore a valore medio per valutare patologie simili alla sua in modo più professionale e corretto. Da casistica del Dr. Gustavo Petti di Cagliari
Cara Signora Michela, non si fanno ipotesi così alla "leggera". Occorre fare una Diagnosi precisa sia ortodontica che gnatologica. Di impianti per ora non se ne parla neanche, possono servire solo a scopo provvisorio ortodontico se ce ne fosse bisogno per avere punti fissi a livello dei primi molari permanenti persi ed in situazioni particolari ma non per sostituire denti o ripristinare l'occlusione. ORA. DOPO si vedrà! Legga il mio post in risposta alla domanda precedente a questa che le spiega cosa sia un check up ortodontico ed una cefalometria per fare diagnosi in ortodonzia, per non ripetermi! Lei chiude con "considerando che ha solo 27 anni" e si preoccupa solo degli impianti. Io le domando come mai nessuno sia intervenuto molto prima dei suoi "27 anni"? Ora pensi a far mettere ordina nell'occlusione e nella disgnazia e gnatologia della sua bocca, poi penserà anche agli impianti, eventualmente! Bisogna rispettare delle PRIORITA'!!!Cordialmente Gustavo Petti, Parodontologia, Implantologia, Gnatologia e Riabilitazione Orale Completa in Casi Clinici Complessi ed Ortodonzia e Pedodonzia la figlia Claudia Petti, in Cagliari.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)
Consulente di Dentisti Italia

Il suggerimento del dentista sembra assai corretto: bisogna dapprima ripristinare l'occlusione giusta, ovvero i giusti rapporti fra arcata superiore ed inferiore e fra destra e sx. Così si creano anche gli spazi per ospitare i denti che verranno rimpiazzati, di forma e dimensione diversa da quelli da latte. Poi si sostituiscono i denti da latte, se possibile, con impianti. Questo significa che la forma delle arcate è senz'altro molto difforme dall'ideale a causa di tutti questi denti da latte (MA COME è POSSIBILE CHE QUESTE PROBLEMATICHE SIANO EMERSE A 27 ANNI E NON A 7 ANNI DI ETà?? MAI ANDATA PRIMA DAL DENTISTA???????) e questa difformità, che è arrivata a cointeressare le articolazioni, va corretta più che sia possibile. Sia per il funzionamento di tutto il sistema, sia perchè probabilmente se non si fanno questi spazi e correzioni, gli impianti non vengono bene. Solo se lavorano correttamente con i denti antagonisti, potranno durare tantissimi anni.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Paolo Passaretti
Civitanova Marche (MC)
Consulente di Dentisti Italia

Gentile Monica, non si tratta solo di un'idea iniziale ma è opportuno fare una diagnosi ben precisa ed un trattamento terapeutico consono che solo il suo dentista con competenze ortognatologiche è in grado di valutare. Cordiali saluti

Scritto da Dott. Aldo Santomauro
Palermo (PA)
Collaboratore di Dentisti Italia

Con molta serenità, le consiglio di affidarsi nelle mani di un'Ortognatodontista,la sua situazione è molto complessa, ma di certo non impossibile, ripristini la sua situazione in diverse fasi, e dopo si potrà parlare di impianti, ma stia tranquilla, poichè una volta inseriti nella sua bocca, poi restano a vita, sè supportati da tanta buona igiene e visite periodiche più frequenti. cordiali saluti Dr. Tommaso Giancane

Scritto da Dott. Tommaso Giancane
Noci (BA)
Consulente di Dentisti Italia

Gentile signorina, il suo caso è molto complesso e non possiamo dare risposte se non vaghe. Ci invii per favore almeno la panoramica. Ciao

Scritto da Dott. Edmondo Spagnoli
Lecco (LC)
Consulente di Dentisti Italia

Il trattamento corretto penso sia ortodontico chirurgico ove potrebbe anche essere necessari ala chirurgia per espandere il palato mentre sicuramente l'implantologica chiaramente si può solo stare sul generale non conoscendo il caso cordiali saluti

Scritto da Prof. Marco Finotti
Padova (PD)
Consulente di Dentisti Italia

Sig. Michela, questo problema non nasce a 27 anni, fino ad ora cosa è stato fatto? Il palato a 27 anni non è divaricabile perchè la sutura è completamente saldata, forse ci sono dei malintesi con il suo odontoiatra. Le consiglio di farsi mettere per iscritto diagnosi e tipo di cure proposte e poi ci riscriva.

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)

Cara Michela, si è accorta un pò tardi del suo problema. sicuramente è da visionare con altri esami foto, telecranio, stratigrafia ATM etc. comunque non esistono idee iniziali, l'iter terapeutico scaturisce da una giusta diagnosi. in ogni caso prima di affrontare il problema ortodontico deve risolvere il problema articolare, altrimenti poi non si torna indietro. Si rivolga ad uno specialista in ortodonzia e gnatologia. saluti Dr Bennici

Scritto da Dott. Orazio Maximilian Bennici
Catania (CT)
Consulente di Dentisti Italia

Salve, ritengo che per una risposta corretta almeno una panoramica aggiornata sarebbe necessaria. Le agenesie multiple vanno trattate secondo un programma ortodontico mirato, tale da decidere come e dove distribuire gli spazi dei denti mancanti al fine di poter ripristinare un'occlusione corretta. Le sottolineo inoltre che una panoramica non è assolutamente l'esame d'elezione nella diagnosi di patologie a carico dei condili articolari. Talvolta il "click" non è assolutamente un fattore patologico ma fa parte della costituzione dell'individuo stesso. Un esperto in gnatologia saprà chiarirle la sua situazione articolare. cordialmente
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Francesco Fusaro
Torino (TO)
AOSTA (AO)

Cara Michela il suo più che una agenesia sembra rientrare nella sfera delle sindromi, i premolari non possono cadere perchè non esistono i premolari da latte. Dovrebbe intraprendere una terapia ortodontica per riposizionare i denti nel corretto sito estrarre i denti da latte e mettere degli impianti per sostituire i mancanti. Gli impianti sono di norma garantiti 10 anni ma se la metodica di igiene orale è corretta durano tutta la vita, distinti saluti

Scritto da Dott. Domenico Aiello
Catanzaro (CZ)