Domanda di Ortognatodonzia

Risposte pubblicate: 8

Seguto alla domanda: Un trattamento ortodontico puo' essere iniziato da un dentista e continuato da un altro?

Scritto da annalisa / Pubblicato il
Ritorno per fare una domanda, c'è qualche dentista che abbia lo studio sia in Campania che al nord? Tipo Veneto-Lombardia? Scusate, ma solo Voi potete rispondermi. A volte ho sentito di medici che lavorano sia al nord che al sud, mi chiedo se non ci sia un dentista con queste caratteristiche, risolverei il mio problema...Mettere l'apparecchio ortodontico con la probabilità di cambiare citta'. grazie
Sig. Annalisa, è possibile continuare in un’altra zona un trattamento ortodontico, ma i costi spesso raddoppiano perché occorrono due studi del caso.

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)

Solo per confermare ciò che le ha risposto il collega Ruffoni. Repetita iuvant.

Scritto da Dott. Lorenzo Alberti
Roma (RM)
Collaboratore di Dentisti Italia

Cara Signora, a volte può chiedere al suo curante se ha conoscenze in altre città. Io ad esempio lavoro a Milano ma ho colleghi e amici con cui collaboro al sud, se il paziente cambia città. Cordiali saluti

Scritto da Dott. Vittorio Cacciafesta
Milano (MI)

Spett. Sig.a Annalisa , direi che tutto si può fare e spesso succede. Le consiglio di scegliere un Ortodontista che abbia una conoscenza diretta personale di altri colleghi Ortodontisti sul territorio nazionale a cui può essere indirizzata. Quindi una cosa programmata fin dall'inizio. Infatti è importante che l'ortodontista ricevente conosca la tecnica terapeutica che il primo ortodontista ha usato. Per avere qualche informazione in più probabilmente la SIDO ( Società Italiana di Ortodonzia ) potrebbe esserle utile. Distinti saluti Dr. Stefano Velo
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Stefano Velo
Abano Terme (PD)

Cara Signora Annalisa le ho già risposto nel precedente post! Mi sembra chiaro che a questo punto le convenga rinviare la terapia ortodontica a quando sarà trasferita al nord.Tenga presente che occorre una visita da un buon Ortodontista, la cui terapia la deciderà in base ad un accurato check up ortodontico e cefalometria che misura delle semirette che individuano dei piani e degli angoli in base a cui si fa una diagnosi e si prospetta una terapia ortodontica ... e che è compreso in più visite, rilievi di dati e soprattutto uno studio a "tavolino" dei problemi da correggere........è come una progettazione matematica di una espressione, di un problema che la cui soluzione è in una sequenza di espressioni , numeri e dati...e chiedere quello che chiede lei, che inizi uno e continui un' altro non è consigliabile per l'ortodonzia perchè sarebbe come chiedere ad un matematico il risultato di un problema senza fargli fare tutti i "passaggi" perchè poi dovrebbe continuare un'altro matematico per riprendere da dove aveva lasciato il primo e i risultati si ottengono spesso con passaggi diversi correndo il rischio di dovere rincominciare tutto da capo!!!........Cordialmente Gustavo Petti, Parodontologia, Implantologia, Gnatologia e Riabilitazione Orale Completa in Casi Clinici Complessi ed Ortodonzia e Pedodonzia la figlia Claudia Petti, in Cagliari.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)
Consulente di Dentisti Italia

Lo studio dove lavoro più a sud è a Roma, mentre nel Veneto sono presente a Verona. Saluti E.Spagnoli

Scritto da Dott. Edmondo Spagnoli
Lecco (LC)
Consulente di Dentisti Italia

Mi dispiace ma non posso esserle d'aiuto perché non conosco nessuno con queste caratteristiche.

Scritto da Dott. Luca Boschini
Rimini (RN)
Consulente di Dentisti Italia

Gentile sigra Annalisa, si può benissimo far curare da due ortodontisti diversi,a patto che usino"bene"la stessa tecnica, che si conoscano e si scambino gli obiettivi del piano di trattamento, compresa la documentazione(RX,TRACCIATI; FOTO;IMPRONTE INIZIALI.. Personalmente ho lasciato ad un collega di Milano,pazienti che seguivo in altra città Emiliana, tranquillamente, in quanto abbiamo seguito per quasi 30 anni,gli stessi corsi in Italia ed all'Estero. Se pensa di stare almeno un anno al nord,consiglio aspettare, non cambiando gran che,per qualche mese di ritardo, alla sua età. Personalmente non ho mai fatto pagare 2 volte pazienti provenienti da altri studi, pur sapendo che la parte più importante è la diagnosi, ma ho applicato il mio tariffario annuale più la contenzione e le eventuali cure conservative o igienico-paradontali. Dott.Angelo Beghini, Cassano D'Adda MI e Comazzo LO
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Angelo Beghini
Cassano d'Adda (MI)