Domanda di Ortognatodonzia

Risposte pubblicate: 7

Da qualche tempo sento un lieve dolore localizzato all'arcata superiore sx

Scritto da fabiana / Pubblicato il
Buongiorno, da qualche tempo sento un fastidio lieve dolore localizzato all'arcata superiore sx in corrispondenza di un ponte messo tanti anni fa. Questo fastidio si estende anche all'occhio, all'orecchio, sotto lo stesso e al collo: secondo voi cosa potrebbe essere ? Grazie
Cara Signora Fabiana...buongiorno a lei...come faccio a dirlo?...come posso rispondere seriamente e professionalmente...ha un fastidio dove c'è un vecchio ponte che si riflette in tante zone del massiccio facciale....non può pretendere di avere una risposta via web... mica siamo "maghi"...siamo Medici ed il Medico basa tutto su una Diagnosi che deriva da una visita ... Vedo che è a Milano...ci sono migliaia di Dentisti...ne scelga uno e vada a farsi controllare... ha 45 anni...è presumibile e vorosimile e mi stupirei del contrario, che abbia un Dentista di fiducia...ha un ponte in bocca...glielo avrà fatto un Dentista...mi auguro...ed allora telefoni per un appuntamento e si faccia visitare...è probabile che ci siano problemi al ponte o sui monconi sottostanti...i sintomi che sente, poi possono essere sinalgie: le spiego: esistono dei sintomi, detti sinalgie, che praticamente, per incapacità del nucleo caudato del cervello a cui arrivano tutti gli stimoli dolorosi di una metà della bocca, possono provenire non dal dente in causa ma da denti o parodonto anche lontano. Quindi bisogna fare una accurata visita Odontoiatrica completa. Poi una visita Gnatologica e conservativo-endodontica accurata ed una visita Parodontale e stia certo che si arriva ad una diagnosi.....poi per quanto riguarda la diagnosi:!...."......basta fare una visita...percussioni trasversali ed assiali , una Rx endorale e prove termiche per fare la diagnosi.....:...le prove termiche si fanno con il caldo e con il freddo...esistono liquidi che spruzzati su un batuffolino di cotone con cui toccare il dente abbassano la temperatura improvvisamente da 37° a -4° e le garantisco che se c'è patologia pulpare...la si scopre....il dente risponde con un dolore immediato: 1- se dura qualche secondo...il processo è reversibile e si aspetta, 2- se dura molti minuti, il dente è in Pulpite e bisogna devitalizzarlo subito. 3- Se non risponde al dolore vuol dire che il dente è in necrosi, è morto per infezione e bisogna devitalizzarlo in un modo particolare subito sotto protezione antibiotica! 4- Se non risponde al freddo ma risponde allo stimolo con "guttaperca" molto calda, allora significa che il dente è in necrosi, ma non completa..qualche zona di polpa vicino all'apice è ancora vitale (si chiama sintomatologia radicolare della polpa) e il dente va devitalizzato...........ovviamente si deve fare una Rx endorale in diverse proiezioni se necessaria...ed una visita clinica accurata con percussione assiale e trasversale...una analisi occlusale-gnatologica del dente e stia sicuro che si arriva ad emettere una diagnosi certa ed a formulare una terapia idonea.....ora LE SPIEGO LE ORIGINI ED IL SIGNIFICATO DI UN DOLORE PULSANTE: il dolore è dovuto semplicemente ad un maggior afflusso di sangue nel dente tramite l'arteria che lo porta, dovuto ad un meccanismo di difesa nei confronti dello stimolo irritativo, questo maggior afflusso causa una pressione dentro il dente che è inespandibile e comprime le terminazioni nervose causando dolore esacerbato dallo stringere i denti...o dal "picchiettarvi sopra"...o dagli stimoli termici...in questo caso (che si chiama iperemia attiva) il processo è reversibile...la polpa si abitua ed in qualche giorno o settimana tutto scompare!......se invece il danno causato dalle tossine dei microbi continua si ha una alterazione della vena che fa uscire il sangue dal dente e succede che il sangue arriva con l'arteria e non esci più con la vena danneggiata...si ha pressione che può anche scatenare dolori forti...o essere talmente leggera da non causare dolori in questo caso anche molto lenta..le cellule della polpa del dente, arterie, vene, linfatici e tessuto nervoso, muoiono= necrosi...e si può formare una zona di osteolisi periapicale (pallina nera alla Rx) intorno all'apice della radice = granuloma, cisti...IL DOLORE DA NECROSI O DA FRATTURA MICROSCOPICA DI UN DENTE DEVITALIZZATO è invece sordo profondo e non pulsante...... Cordialmente Gustavo Petti, Parodontologia e Riabilitazione Orale Completa in Casi Clinici Complessi ed Ortodonzia e Pedodonzia la figlia Claudia Petti, in Cagliari
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)
Consulente di Dentisti Italia

Gentile Paziente, per l'ovvio motivo che manca una visita e una rx, la mia è una ipotesi: potrebbe essere l'effetto di una pulpite successiva ad una infiltrazione batterica sotto la protesi in questione, bisognerebbe visitarla. Cordialità gustavo de felice sapri (sa)

Scritto da Dott. Gustavo De Felice
Sapri (SA)

Gentilissima Paziente, definire cosa vi può essere al suo vecchio ponte è impossibile dirlo senza adeguati esami radiologici e una visita clinica. Ciò che le posso consigliare è di farsi vedere da un bravo professionista che eseguito quanto da me precedentemente espresso sarà sicuramente in grado di fare una diagnosi e di prospettarle una adeguata terapia www.studiodariocianci.com

Scritto da Dott. Dario Cianci
Milano (MI)

Gentile Sig.ra, sarebbe opportuno per il problema da Lei propspettato rivolgersi ad un collega che saprà sicuramente intervenire con una appropriata visita ed esami radiografici mirati. Cordiali saluti.

Scritto da Dott. Aldo Santomauro
Palermo (PA)
Collaboratore di Dentisti Italia

Tutto depone per una pulpite a qualche elemento pilastro. Vada dal suo dentista di fiducia.. lui saprà senz'altro diagnosticare meglio di noi il problema..effettuando tutti i test del caso. cordialmente, Gianluigi Renda

Scritto da Dott. Gianluigi Renda
Castrovillari (CS)

Sig. Fabiana, la bocca deve essere visitata da un odontoiatra ogni sei mesi, un ponte messo tanti anni fa e mai controllato potrebbe aver causato delle complicanze anche gravi. Le consiglio visita odontoiatrica al più presto.

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)

Gentile utente potremmo lanciarci in varie ipotesi, ma certamente lei dovrà comunque andare da un dentista. Lo faccia e risolva ogni dubbio. Cordialmente

Scritto da Dott. Orazio Ischia
Lipari (ME)
Consulente di Dentisti Italia