Domanda di Ortognatodonzia

Risposte pubblicate: 12

A mia figlia è stata diagnosticata una seconda classe.

Scritto da STEFANO / Pubblicato il
Gentili "Dentisti Italia", buongiorno, a mia figlia Annalisa (10 anni compiuti questo 15 marzo) è stata diagnosticata una seconda classe. Dalle visite la bambina non presenta altri vizi o affollamenti e (ripeto le parole) l'arcata superiore non risulta "stretta". Ciò che cambia è il tipo di apparecchio mobile proposto: chi proprone il "monoblocco", chi altri tipo di apparecchi funzionali, e già qui nasce un nostro primo "dubbio" sulla scelta. Inoltre lo studio dal quale, per ora, siamo più orientati, pur iniziando lo studio del caso, ci dice che l'apparecchio sarà pronto per settembre, in quanto ritengono meglio iniziare a portarlo non a cavallo delle ferie. Nel contempo però, data l'età della bambina, ho sempre colto invece una certa "urgenza" avendoci detto che l'età di mia figlia risulta abbastanza "al limite" per intervenire sullo sviluppo osseo. A parte che "prima" è sempre meglio, dover aspettare settembre vi sembra una controindicazione "importante"? Mille grazie. N.B. GLi esami radiografici risalgono al 11/2014.
Caro Signor Stefano, buongiorno. Non basta un suo racconto e spero che tutti voi pazienti leggiate questa mia risposta perchè ora sono obbligati a ripetermi per l'ennesima volta destando sicuramente noia, ripetitività in pazienti e Colleghi. Devo ribadire che la diagnosi Ortodontica è cosa seria e dipende da una infinità di problemi da valutare con accurato check up ortodontico e cefalometria che misura delle semirette che individuano dei piani e degli angoli in base a cui si fa una diagnosi e si prospetta una terapia ortodontica e che è compreso in più visite, rilievi di dati e soprattutto uno studio a "tavolino" dei problemi da correggere; è come una progettazione matematica di una espressione, di un problema che la cui soluzione è in una sequenza di espressioni , numeri e dati e, chiedere quello che chiede lei per l'ortodonzia, sarebbe come chiedere ad un matematico il risultato di un problema senza fargli fare tutti i "passaggi" che lo possano portare alla soluzione richiesta. Vede, siamo entrati in concetti complessi! Poi Modelli di Studio Ortodontici, Fotografie del profilo e di Fronte in rapporto 1:1 e ovviamente una Visita Clinica Gnatologica a completamento di quella Ortodontica oltre ad una valutazione fisiopatologica della postura e funzione della lingua, oltre che della postura in generale della colonna vertebrale! Per risolvere il problema deve andare da un Dentista che si occupi di queste patologie. Un Ortodontista che abbia cognizioni anche Gnatologiche e Cliniche Sistemiche! Deve sapere che la "saldatura" delle suture ossee pterigo-mascellari è un processo che avviene intorno ai 7 anni circa e anche prima e la sutura palatina media si chiude solitamente intorno ai 12, 13 anni nelle bambine e ai 13, 14 anni nei bambini. Quindi prima si inizia la terapia e meglio è. Anche intorno ai 5 anni. Sua figlia ne ha 10, veda Lei! Però c'è un però e le spiego: non è detto che l'età cronologica corrisponda con quella scheletrica. Basta fare una radiografia del polso per accertare la maturità dei nuclei di ossificazione per conoscere l'età scheletrica in realtà molto utile intorno ai 10-13 anni per avere certezze! Col metodo di Tanner e Whitehouse si prendono in considerazione 20 dei 30 nuclei di ossificazione del polso e della mana e si attribuisce un punteggio a seconda dello stadio di maturazione raggiunta e si ottengono tre punteggi fondamentali: il totale, il Carpale ed il RUS(radio-ulna-short bones), il punteggio finale dell'adulto che abbia completato la maturazione scheletrica è di 1000 punti. Tutti i punteggi inferiori indicano stadi diversi di maturazione ossea e diverse età scheletriche! Non dimenticando il metodo della Maturazione Vertebrale Cervicale in particolare per l'identificazione del picco puberale nel tasso di crescita cranio-facciale e le correlazioni tra gli indici carpali come l'SMS e quelli vertebrali come il CVS, il CVMS e il CS dove quest'ultimo indica il picco di crescita mandibolare! Cari saluti e spero di esserle stato utile e soprattutto chiaro. A Lecco, quindi vicino, c'è un Ortodontista di Gran Fama e Notorietà, il Dottor Edmondo Spagnoli anche Egli, come me, tra i Consulenti Scientifici di Dentisti Italia. Lo contatti e vedrà che si troverà benissimo!
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)
Consulente di Dentisti Italia

L'unica cosa che è possibile capire dalla OPT è la presenza di tutti i denti permanenti (molti devono ancora erompere, ma i tempi indicativi sono giusti) e quindi nessuna agenesia; inoltre è evidente un discreto affollamento in prospettiva per l'arcata superiore (notare canini e premolari). Per tutto il resto è necessaria una visita clinica approfondita, con fotografie - impronte e modelli di studio, per poter eseguire un piano di trattamento. E solo l'Ortodontista che la segue può saperlo (se necessaria espansione palatina, l'età è più che giusta per iniziare).
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Giulio Sbarbaro
Zocca (MO)
Consulente di Dentisti Italia

Abbiamo una retromandibolia che è meglio intercettare subito con un apparecchio funzionale tipo Fraenkel di 2a per avanzare la mandibola. Me la faccia visitare a Milano dove visito in c Venezia 35. Cordialmente

Scritto da Dott. Edmondo Spagnoli
Lecco (LC)
Consulente di Dentisti Italia

Buona sera Stefano, in genere a questa età io preferisco non ricorrere all'approccio che le hanno suggerito perché, come le hanno detto, siamo al limite del l'efficacia. Molto dipende dallo sviluppo della bambina. Solo i colleghi che l'hanno vista possono valutare questo aspetto.

Scritto da Dott. Alvise Cappello
Padova (PD)

Gentile Sig. Stefano, in ortodonzia senza uno studio accurato del caso non si possono fare ne diagnosi, ne suggerire una terapia. Cordiali saluti

Scritto da Dott. Massimo Tabasso
Savigliano (CN)
Consulente di Dentisti Italia

E' molto presto per iniziare una terapia di II classe vista la maturità delle vertebre cervicali. Cordialmente

Scritto da Dott. Gabriele Stirpe
Priverno (LT)

Solo dalle radiografie è un po' difficile fare diagnosi e quindi un piano di trattamento. Sicuramente sua figlia presenta una malocclusione e necessita di una terapia ortodontica. Deve solo affidarsi all'ortodontista che le dà più fiducia. Ci sono molto tipi di apparecchi. Ogni medico sceglie quello che gli è più congeniale. Ma deve stabilirlo il medico non lei. Per quanto riguarda i tempi ,da quello che vedo nelle foto ( che potrebbero non rispecchiare la realtà) è il momento di iniziare. Molti preferiscono non iniziare una terapia prima delle vacanze estive perché i bambini sono meno collaboranti in questo periodo non avendo orari precisi come nel periodo scolastico e anche i genitori sono meno attenti. Cordiali saluti.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott.ssa Francesca Ferrazzano
Napoli (NA)

Buongiorno. L'età di sua figlia è in linea con il secondo periodo di crescita e quindi è corretto iniziare il trattamento ora, per quanto riguarda se prima o a settembre, non sta a me dare un opinione ma sarà il suo medico in grado di decidere cosa è più opportuno fare. Cosa le ha detto in riferimento alla età scheletrica? ha eseguito una rx del polso , ci ha fatto vedere le due rx Telerx e ortopantomografia ma non vedo la rx del polso la chieda al suo medico è corretto farla così si vede l'età scheletrica della bimba e si può valutare se iniziare subito o più tardi il trattamento. Buona giornata
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Fabio Vaja
Milano (MI)

Gentile mio omonimo, la terapia ortodontica intercettiva (in dentatura mista) deve iniziare precocemente: ha lo scopo di favorire un corretto rapporto anche scheletrico tra le arcate.Tutti i colleghi hanno detto che occorre una visita clinica, ed è vero, perchè dalle immagini radiografiche sembra che ci sia una mandibola più piccola del mascellare superiore, retroposta e anche asimmetrica. Non dovrebbero coincidere le linee mediane interincisive. Inoltre, mi sembra in posizione troppo vicina al piano madibolare l'osso ioide, che descrive la posizione della lingua. Questa, se non ho letto male le lastre (ecco perchè necessita di una visita clinica), è un'altra caratteristica che deve essere affrontata, per cui prima si parte, meglio è.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Stefano Corti
Firenze (FI)

Sig. Stefano, perché questi dubbi, lei si è rivolto a un odontoiatra che si assume la responsabilità della bocca di sua figlia. Se vuole stare tranquillo si faccia mettere tutto per iscritto e stia alle loro indicazioni senza interferire.

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)