Domanda di Ortognatodonzia

Risposte pubblicate: 8

Da circa 5 mesi ho iniziato una terapia ortodontica tramite apparecchio invisibile

Scritto da martina / Pubblicato il
Buongiorno. Ho 25 anni e da circa 5 mesi ho iniziato una terapia ortodontica tramite apparecchio invisibile, per correggere la malocclusione e allineare i denti. Prima di iniziare ho eseguito, sotto consiglio di un chirurgo, l'esame cefalometrico, convinta di avere una 3° classe scheletrica da correggere ( il prognatismo è evidente). L'esame rileva una protrusione sia mandibolare che mascellare, ma una I classe. Il mio problema è solo estetico, non ne ho nessuno funzionale, ma vorrei porvi rimedio. Credevo che il semplice utilizzo dell'apparecchio avrebbe migliorato la situazione, ma non è così ( il volto è pressoché identico e sono a metà del percorso). Quale terapia potrei intraprendere? Esistono rimedi non chirurgici?
Cara Signora Martina, buongiorno. Strano che sia stato un Chirurgo a consigliare l'Esame Cefalometrico che invece DEVE essere eseguito dall'Ortodontista in persona! Veramente crede che basti postare una Radiografia sia pur col tracciato cefalometrico (ma fatto da altri) e le relative misurazioni, sempre calcolate da altri, senza un Ceck up Ortodontico completo di Fotografie in rapporto 1:1 del profilo e di fronte e modelli di Studio e valutazione Clinica Ortodontica e Gnatologica Completa e tanto altro come per esempio la valutazione della postura e miofunzione della lingua, per avere una risposta? E poi perchè? Sono domande che deve porre al suo Ortodontista! Tra l'altro Oggi esistono esami elettromiografici di superficie per l'analisi funzionale e non solo morfologica che misurano le attività elettromiografiche in occlusione centrica con contrazione di gruppi muscolari specifici in particolari e diverse situazioni contrattili e registrando degli indici ben precisi. Ora esistono anche teleradiografie particolari che permettono di sovrapporre lo scheletro e il profilo fotografico per meglio fare queste valutazioni (stereofotografia che sincronizza il viso del paziente con il volume osseo, quindi, volumetrica). Banalmente forse, per lei, le dico : "Senza tutto questo che le ho spiegato e tanto altro che non posso certo spiegarle via Web, non posso rispondere, in modo professionale, deontologico e corretto"!!! La Cefalometria e quei numeri poi, vanno analizzati e Studiati e naturalmente rilevati personalmente dall'Ortodontista. Non si fanno calcoli sulla Cefalometria di un altro! Si fanno le valutazioni sulla propria Cefalometria, a tavolino e con il tutto in rapporti 1:1 non così con dimensioni irreali come quelle postate che mutano i reali rapporti tra i vari punti di repere! Incredibile, mi scusi, "l'ingenuità" che mostra, oltre alla disdicevole "mancanza di rispetto e Fiducia e Stima nei confronti del suo Dentista! Se non si fida, e a quanto pare non si fida del suo Ortodontista perché chiede conferme altrove, chieda un consulto Clinico in Studio, da un altro Ortodontista e diffidi se non facesse una Cefalometria e ceck up ortodontico "proprio"! Cari saluti
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)
Consulente di Dentisti Italia

Cara Martina, é impossibile dare delle risposte sul suo caso non avendo sufficienti dati clinici. Posso solo ribadire che i trattamenti ortodontici eseguiti con mascherine trasparenti, sebbene molto pubblicizzatiie molto graditi nelle fasi iniziali dai pazienti, sono trattamenti da riservarsi a piccoli spostamenti dentali ma assolutamente sconsigliati nei casi in cui si debba provvedere ad una terapia che implichi un cambiamento del rapporto craniomandibolare.

Scritto da Dott. Michele Lasagna
Bereguardo (PV)
Collaboratore di Dentisti Italia

Lei avrà un ottimo risultato ortodontico senza modificare che pochissimo il suo profilo. Cordialmente

Scritto da Dott. Edmondo Spagnoli
Lecco (LC)
Consulente di Dentisti Italia

Sig. Martina, come molti altri pazienti non interpretate correttamente le informazioni del vostro odontoiatra; tutti gli odontoiatri spiegano ai loro pazienti adulti, che superata la fase di crescita con l'ortodonzia si possono ottenere solo movimenti dentali e non ortopedici, per cui come può pretendere modificazioni ossee del volto?

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)

Dove non è sufficiente l'ortodonzia interviene la chirurgia maxillo-facciale, risolve sempre senza perdere tempo e chiacchiere

Scritto da Dott. Luigi Malavasi
Castiglione delle Stiviere (MN)

Passato il picco di crescita ossea l'ortodonzia davvero serve a poco. Spostare i denti si, ma modificare i rapporti ossei NO. Gentile utente mi sembra che Lei ha passato il picco di crescita da tempo. Senta una seconda opinione. Saluti

Scritto da Dott. Daniele Tonlorenzi
Carrara (MS)

Mi allineo alle opinioni sagge e realistiche della maggior parte dei colleghi che danno agli allineatori il giusto ruolo limitato a "qualche " caso. Le indagini eseguite sono valide e vanno inserite in un quadro più generale. Si faccia consigliare da colleghi del settore per evitare si perdere tempo e denaro.

Scritto da Dott. Costantino Volpe
Salerno (SA)

Se quello che la disturba è il mento pronunciato, non sono certo le mascherine trasparenti a poter fare nulla per aiutarla. Questo non glielo ha detto il dentista che le ha messo le mascherine???

Scritto da Dott. Paolo Passaretti
Civitanova Marche (MC)
Consulente di Dentisti Italia