Domanda di Ortognatodonzia

Risposte pubblicate: 8

Si può curare una seconda classe senza estrazioni dentarie?

Scritto da Giulia / Pubblicato il
Salve. Ho 22 anni e ho una malocclusione di seconda classe (1 divisione) grave e piena. nell'arcata superiore sono a +5 mm. Ed è ogivale. Nell'arcata inf. Sono a -9 mm con gli incisivi protrusi (in avanti) ho già fatto tutto lo studio del caso con radiografie, foto e modelli più la visita da un chirurgo maxillo-facciale. Il piano consiste in cura odontoiatrica più correzione chirurgica (avanzamento mandibola e retrusione del mascellare Sup). Io vorrei evitare l'operazione. Qualcuno è riuscito a curarare e mascherare una seconda classe solo utilizzando gli apparecchi e senza estrazioni dentarie?
Cara Signora Giulia, buongiorno. Ahhh che domanda da un milione di dollari! Devo per forza ripetere concetti espressi in continuazione :) Chiedo scusa se mi ripeto per l'ennesima volta ma vedo che, vista la domanda, "repetita iuvant" anche se mentalmente qualcuno, ed anche io stesso, potrebbe giustamente pensare " Sed continuata secant". Una visita Odontoiatrica è un atto medico importante e colto che richiede almeno un'oretta oltre un'altra mezzoretta per informare il paziente (consenso informato).Una Visita Odontoiatrica è la massima espressione Culturale e di conoscenza Medico-Odontoiatrica e, se fatta come si deve , impegna il Cervello del Dentista per un'ora circa più una mezzora per le informazioni doverose di "consenso informato"! Ciò premesso, Ripeto: la diagnosi Ortodontica è cosa seria e dipende da una infinità di problemi da valutare con accurato check up ortodontico e cefalometria che misura delle semirette che individuano dei piani e degli angoli in base a cui si fa una diagnosi e si prospetta una terapia ortodontica e che è compreso in più visite, rilievi di dati e soprattutto uno studio a "tavolino" dei problemi da correggere; è come una progettazione matematica di una espressione, di un problema che la cui soluzione è in una sequenza di espressioni , numeri e dati e, chiedere quello che chiede lei per l'ortodonzia, sarebbe come chiedere ad un matematico il risultato di un problema senza fargli fare tutti i "passaggi" che lo possano portare alla soluzione richiesta. Vede, siamo entrati in concetti complessi! Come posso risponderle, Professionalmente, quindi? Il suo Dentista invece può? Mi domando e le domando perché questa grande inaccettabile mancanza di Fiducia e Stima in Lui! Poi Modelli di Studio Ortodontici, Fotografie del profilo e di Fronte in rapporto 1:1 e ovviamente una Visita Clinica Gnatologica a completamento di quella Ortodontica già descritta!fare una Diagnosi e programmare una Terapia,bisognerebbe vederla Clinicamente, questo lunghissimo discorso che spero non l’abbia tediato, è per spiegarle e farle capire che Le patologie dell’apparato stomatognatico (La bocca nel suo intero) sono complesse e richiedono Cultura, Intelligenza e Capacità Clinica oltre che Terapeutica!bisogna valutare il "discorso miofunzionale e di postura dell lingua" e sappia che le valutazioni da fare sono molto più complesse di quanto creda. Oggi esistono esami elettromiografici di superficie per l'analisi funzionale e non solo morfologica che misurano le attività elettromiografiche in occlusione centrica con contrazione di gruppi muscolari specifici in particolari e diverse situazioni contrattili e registrando degli indici ben precisi. Ora esistono anche teleradiografie particolari che permettono di sovrapporre lo scheletro e il profilo fotografico per meglio fare queste valutazioni (stereofotografia che sincronizza il viso del paziente co il volume osseo, quindi, volumetrica). Banalmente forse, per lei, le dico : "Senza tutto questo che le ho spiegato, non posso rospondere, in modo professionale, deontologico e corretto"! Come vede, il problema deve essere affrontato seriamente e non così, banalmente! Cari saluti
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)
Consulente di Dentisti Italia

Alle volte si può. Per avere una risposta corretta ci deve inviare anche le radiografie, le fotografie dei rapporti occlusali e del viso. Cordialmente

Scritto da Dott. Edmondo Spagnoli
Lecco (LC)
Consulente di Dentisti Italia

Purtroppo le variabili sono troppe: età, entità del problema, cause, tipologia di crescita, ecc. La valutazione finale dovrà essere forzatamente dello specialista.

Scritto da Dott. Costantino Volpe
Salerno (SA)

Troppi aspetti ed elementi da prendere in considerazione per poterle rispondere. Mancano cartella clinica, impronte e modelli di studio, radiografie, fotografie etc.etc. Premesso questo, l'approccio chirurgico maxillo - facciale è sicuramente estremamente invasivo, quindi, prima di stabilire e fissare la data dell'intervento, chi la segue (Ortodontista) deve escludere tutte le possibili altre strade non chirurgiche (che esistono, danno ottimi risultati, ma non sono ovviamente indicate per tutti i casi...per la stragrande maggioranza sì, ma non per tutti). Credo che, se così le ha detto, l'abbia fatto. Se non ne è convinta appieno, l'unico consiglio utile che posso darle è valutare un secondo parere da un altro collega che possa visitarla, noi non possiamo esserle molto d'aiuto online
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Giulio Sbarbaro
Zocca (MO)
Consulente di Dentisti Italia

Sig. Giulia, i miracoli non li fa nessuno, tutti gli odontoiatri prestano semplicemente delle cure, le consiglio di richiedere una visita con la figlia del Prof. Petti che è della sua zona, sperando che ci sia la possibilità di ottenere qualche compromesso.

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)

Gentile Sig.ra Giulia, impossibile dare una risposta senza conoscere a fondo il caso. Comunque è difficile. Cordiali saluti

Scritto da Dott. Massimo Tabasso
Savigliano (CN)
Consulente di Dentisti Italia

Salve, in mancanza di dati oggettivi quali rx , modelli etc etc, Personalmente a me non piace criticare altri colleghi, ne tantomeno indirizzare da altri. Io parto sempre dal presupposto che il collega che le ha proposto una soluzione, nel caso specifico le estrazioni dentarie per correggere una seconda classe, non è uno stupido e probabilmente si tratta di un collega serio e preparato come tutti noi, considerando che le estrazioni dentarie sono contemplate fra le soluzioni valide ed efficaci per risolvere una seconda classe, presumo che il suo consiglio sia da ritenersi valido fino a prova contraria.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Floriano Petrone
Torino (TO)
Collaboratore di Dentisti Italia

Gentile Giulia, in 20 anni di attività lavorativa con tutti i casi di ortodonzia di II cl come il suo siamo sempre riusciti ad evitare qualsiasi intervento di chirurgia ortodontica oltre che di chirurgia dentale come la così detta estrazione dentale. Pertanto le dico che sicuramente c'è l'alternativa alla chirurgia, ovviamente comprende dei piccoli compromessi che si stabiliscono tra medico e paziente. cordialmente

Scritto da Dott. Angelo Zobi
Napoli (NA)