Domanda di Ortodonzia

Risposte pubblicate: 5

E' necessario un trattamento ortodontico?

Scritto da davide / Pubblicato il
Salve, sono un ragazzo di 20 anni, ecco la mia storia: dall'età di 13 fino a 18 anni ho portato l'apparecchio ortodontico. A fine trattamento i denti erano allineati, ma a mio parere era presente una grave biprotrusione, il mio profilo era eccessivamente sporgente, non riuscivo nemmeno a guardarmi allo specchio. Dopo aver consultato diversi pareri (odontoiatri e chirurghi maxillo facciali) mi faccio convincere, causa debolezza psicologica, a sottopormi ad un intervento di genioplastica di avanzamento (perchè secondo il chirurgo era il mento ad essere sfuggente). Dopo aver eseguito l'intervento (marzo 2013) mi sono reso conto che si c'era stato un miglioramento estetico, ma il problema non era per niente risolto. Resto convinto che siano le arcate dentarie ad essere eccessivamente sviluppate, in particolare i denti inferiori secondo il mio parere sono eccessivamente inclinati in avanti. Volevo un vostro parere: ho ragione a pensare che sia necessario un trattamento ortodontico e/o chirurgia ortognatica o è solo un problema psicologico, la mia mente vede un problema che non esiste??? vi prego di essere onesti, questa situazione mi sta distruggendo. Grazie per l'attenzione. p.s:allego foto antecedenti e successive l'intervento.
Sig. Davide, con 2 RX e un pò di racconto non possiamo di certo darle una risposta onesta, ma posso dirle che difficilmente raggiungerà il 100%, purtroppo andare contro madre natura senza complicanze non è semplice e a volte impossibile.

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)

Caro Signor Davide, buongiorno. Sono Onestissimo. Ci mancherebbe altro. Che interesse avrei a non esserlo? Il Chirurgo, evidentemente non era un Ortodontista e non ha fatto una adeguata e corretta Diagnosi! Lei posta delle radiografie che non servono a niente per fare Diagnosi via Web che non si potrebbe comunque fare! Non siamo "maghi" ma "Medici Odontoiatri"! Posso dirle che sembrerebbe una Disgnazia Dento-Scheletrica che si deve Curare in una età in cui lo sviluppo scheletrico è ancora in essere. Dopo, solo la combinazione di Chirurgia Ortopedica Ortodontica ed Ortodonzia può portare ad una Correzione con la supervisione di un bravo Gnatologo se non lo fosse già il chirurgo ortopedico ortodontista o l'Ortodontista stesso e di un bravo Parodontologo perc hè con spostamenti così "forti", il Parodonto "soffre" e deve essere quindi valutato prima, durante e dopo, impostando eventuali terapie, soprattutto di mantenimento "durante la cura Ortodontica e/o Ortopedica che sia". E allora le dico e ripeto per l'ennesima volta che deve sapere che esistono tre Classi di Disgnazie a seconda del rapporto della cuspide mesio vestibolare del primo molare superiore con il solco mesio vestibolare del primo molare inferiore! Inoltre bisogna verificare il piano occlusale che forse è la "parte più complessa". Tutto questo secondo i principi enunciati dal Grandissimo Maestro di tutti i tempi, Edward H. Angle, fondatore dell'Ortodonzia e vissuto nientemeno che a cavallo tra la fine del 1800 ed il 1900 e per onorare il quale, nell'anno della sua morte, il 1939, venne fondata a Chicago The Society of Orthodontists (EHASO, tutt'ora la associazione più importante del Mondo, di Ortodonzia ! Per analizzare quanto descritto capirà che non basta una foto e spero che tutti voi pazienti leggiate questa mia risposta perchè ora sono obbligati a ripetermi per l'ennesima volta destando sicuramente noia, ripetività in pazienti e Colleghi. devo ribadire che la diagnosi Ortodontica è cosa seria e dipende da una infinità di problemi da valutare con accurato check up ortodontico e cefalometria che misura delle semirette che individuano dei piani e degli angoli in base a cui si fa una diagnosi e si prospetta una terapia ortodontica e che è compreso in più visite, rilievi di dati e soprattutto uno studio a "tavolino" dei problemi da correggere; è come una progettazione matematica di una espressione, di un problema che la cui soluzione è in una sequenza di espressioni , numeri e dati e, chiedere quello che chiede lei per l'ortodonzia, sarebbe come chiedere ad un matematico il risultato di un problema senza fargli fare tutti i "passaggi" che lo possano portare alla soluzione richiesta. Vede, siamo entrati in concetti complessi! Poi Modelli di Studio Ortodontici, Fotografie del profilo e di Fronte in rapporto 1:1 e ovviamente una Visita Clinica Gnatologica a completamento di quella Ortodontica! Cosa ne sa di queste problematiche Lei?? Come dicevo sopra, in base al rapporto che intercorre tra la cuspide mesio-vestibolare del primo molare superiore, e il solco mesio-vestibolare del primo molare inferiore, Angle, classificò i tipi di occulsione in tre classi: I CLASSE:detta anche Normocclusione, quando la cuspide mesio-vestibolare del primo molare superiore, "ingrana" con il solco mesio-vestibolare del primo molare inferiore. II CLASSE:o Disto-occlusione, si ha quando la cuspide mesio-vestibolare del primo molare superiore, occlude mesialmente al solco mesio-vestibolare del primo molare inferiore. Questa classe, a seconda della posizione degli anteriori, è divisa in due sottoclassi dette divisioni: II CLASSE - I DIVISIONE: si ha una seconda classe, a livello posteriore, ed un aumento dell'overjet negli anteriori. II CLASSE - II DIVISIONE: si ha sempre, a livello posteriore, una seconda classe, ma si presenta un'assenza di overjet a livello anteriore. III CLASSE: detta anche mesio-occlusione, si ha quando la cuspide mesio-vestibolare del primo molare superiore ingrana distalmente al solco mesio-vestibolare del primo molare inferiore. Poi, senza dilungarmi in nozioni che non le servirebbero a niente, bisogna valutare la Classe Canina, le Disclusioni Laterali e Frontali ed in Relazione Centrica ed il Piano Occlusale con la Curva di Spee, di Wilson e Monsen,le Tre Curve cosiddette di Compensazione!!! I Modelli di Studio devono essere montati su un articolatore a valore medio o meglio individuale per studiare i rapporti cranio-spaziali mascellari e mandibolasri e della articolazione temporo mandibolare. Bisogna applicare una formula di conversione da Radianti e viceversa! Bisogna analizzare il movimento di Bennet ed una infinità di altri dati. Perché ho spiegato tutto questo. L'ho spiegato nella Speranza che Lei capisca e che tutti i Lettori capiscano che non si può fare Diagnosi via Web! Vada da un Bravo e noto Ortodontista il quale, se necessario, la indirizzerà dal Chirurgo Ortopedico -Ortodontista di sua assoluta Fiducia e col quale collaborerà insieme ad un Dentista Gnatologo per fare Diagnosi e Progettare la Terapia Corretta. Ho detto "LA" e non "UNA" ! Mediti!!! :) Cari saluti
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)
Consulente di Dentisti Italia

La diagnosi ortodontica è qualcosa di molto complesso ed articolato, e non è possibile eseguirla via internet, in particolar modo per un caso complesso ed articolato come il suo. Si nota ovviamente dagli esami cefalometrici una protusione per entrambe le arcate, ma da lì a consigliarle un trattamento piuttosto che un altro....la soluzione è trovare un Ortodontista preparato, che analizzi con attenzione e dovizia di particolari il suo caso, arrivi ad una diagnosi precisa e ad un piano di trattamento predicibile (se possibile, le ripeto, dato che il suo rimane un caso non semplice). Questo è il primo fondamentale passo da fare, trovare un Ortodontista preparato e che diventi il suo Ortodontista di fiducia. Dopo si ragiona.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Giulio Sbarbaro
Zocca (MO)
Consulente di Dentisti Italia

Gentile Davide, dalla tele laterale del cranio si ha sì una certa protrusione dentaria ma le labbra disegnano un buon profilo. La sua è un pò una fissazione e certo con le lastre che abbiamo visto non posso fare una diagnosi risolutiva. Andando quindi da un ortodontista potrà creare con la terapia una occlusione migliore, forse facendo anche delle estrazioni. Coraggio e cerchi di affrontare la vita con uno spirito migliore.

Scritto da Dott. Edmondo Spagnoli
Lecco (LC)
Consulente di Dentisti Italia

Davide caro. In bocca hai una maxi carie - un ascesso micidiale - due denti del giudizio da estrarre con intervento chirurgico.. Il tuo caso sembra abbastanza chiaramente un caso di biprotrusione funzionale da deglutizione deviata e forse respirazione orale. Concentrati molto su questi due punti con logopedista e otorino, perchè nessun trattamento ortodontico al mondo può risolvere la tua situazione ammesso che sia risolvibile, vedi dr. Petti riguardo una vera diagnosi) senza PRIMA aver corretto completamente queste due cose che se presenti come sembra, sono le CAUSE della malocclusione evidente. Come se uno avesse una polmonite e non volesse togliere i due pacchetti di sigarette al giorno che si spippetta.. Poi, il passo successivo è fare una diagnosi: non basta fare le rx che hai fatto, ma da queste bisogna ricavare il tracciato cefalometrico di cui parla il dr. Petti. Poi forse un apparecchio creante funzione. Mobile. Tutto questo deve essere seguito da un ortognatodontista che non faccia solo due più due fa quattro, ma che riesca a esaminare la situazione nella sua complessità..
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Paolo Passaretti
Civitanova Marche (MC)
Consulente di Dentisti Italia