Domanda di Ortodonzia

Risposte pubblicate: 3

Ho una malocclsuione di seconda classe

Scritto da Roberta / Pubblicato il
Egregio Dottore, Ho 20 anni e ho una malocclsuione di seconda classe. Ho fatto 7 anni di ortodonzia e ho un buon risultato estetico. Putrtoppo la malocclusione c'è ancora. Ho scoperto che il problema è dovuto a una deglutizione scorretta. Ho fatto la frenulotomia e la terapia miofunzionale. Dopo la tens e la radiografia del cranio la diagnosi emersa è la seguente: Malposizione mandibolare di tipo muscolare aggravata dalla mancanza dei settimi inferiori che costringe i condili ad una posizione più retrusa e alta. Mi è stato proposto un bite per 8 mesi e una ricostruzione protesica con contatti permanenti ( dato che ho fatto ortodonzia per parecchi anni ). Davvero è indispensabile il bite per tutto questo tempo o posso direttamente dopo uno studio occlusale tentare un approccio protesico? Vorrei inoltre specificare che ho anche problemi di tipo posturale. Distinti saluti
Arco Facciale di Trasferimenti e Esame Stabilometrico podometrico e vari tipi di BIte. Parte minima di una Valutazione Gnatologica come esempio da Casistica Dr. Gustavo Petti Parodontologo Gnatologo di Cagliari
Cara Signora Roberta, Buongiorno. Bisogna fare due considerazioni, dato che siamo in contatto "Virtuale e non Clinico Reale" :) 1- Una considerazione Ortodontica che ripeto per l'ennesima volta: sappia che la diagnosi Ortodontica è cosa seria e dipende da una infinità di problemi da valutare con accurato check up ortodontico e cefalometria che misura delle semirette che individuano dei piani e degli angoli in base a cui si fa una diagnosi e si prospetta una terapia ortodontica e che è compreso in più visite, rilievi di dati e soprattutto uno studio a "tavolino" dei problemi da correggere; è come una progettazione matematica di una espressione, di un problema che la cui soluzione è in una sequenza di espressioni , numeri e dati e, chiedere quello che chiede lei per l'ortodonzia, sarebbe come chiedere ad un matematico il risultato di un problema senza fargli fare tutti i "passaggi" che lo possano portare alla soluzione richiesta. Vede, siamo entrati in concetti complessi! Come posso risponderle, Professionalmente, quindi? Il suo Dentista invece può? Mi domando e le domando perché questa grande inaccettabile mancanza di Fiducia e Stima in Lui!" 2- Seconda considerazione di natura Gnatologica: Bisogna fare una o più Visite Cliniche Gnatologiche e rilevare, con le impronte, i modelli della bocca , rilevando e segnando la Dimensione Verticale della stessa, le Disclusioni Canine o in lateralità e Incisive o in Protrosiva e in Relazione Centrica. Tutto questo deve essere portato su un articolatore a valore Medio o meglio ancora a Valore Individuale tramite un Arco Facciale di Trasferimento, di cui le lascio una foto. Sarei curioso di sapere se questo Gnatologo già fatto la registrazione con arco facciale della posizione spaziale delle sue arcate rispetto alla base cranica e se ha misurato il movimento di bennet! tra il piano sagittale ed il movimento del condilo in lateralità della mandibola che è la fotografia reale della sua patologia! Per esempio, maggiore è il movimento di Bennet e minore è l'altezza delle cuspidi e viceversa, quindi l'occlusione e il rapporto delle cuspidi tra antagonisti e tra di loro, incidono sul movimento di bennet e sulla misurazione dell'angolo che forma con le strutture citate ed in ultima analisi con le patologie del lato lavorante e di quello non lavorante della testa dei condili. Questo movimento di bennet può essere immediato o progressivo a seconda delle patologie presenti o non patologie presenti, ovviamente!Il movimento di lateralità è bene studiarlo anche clinicamente con la palpazione perché è determinato dalla contrazione dello pterigoideo esterno del lato opposto a quello verso cui si sposta la mandibola. Un dolore durante questa palpazione indica una contrattura del muscolo e quindi la presenza di una patologia articolare. Palpazione che va fatta non solo in lateralità ma anche in apertura. Solo così si può arrivare ad una corretta DIAGNOSI che porta poi ad una terapia. Sempre ovviamente a mio avviso! Diagnosi che deve comprendere la valutazione della curva di Spee e quindi anche di estrusioni, intrusioni dei posteriori,i Precontatti nelle posizionie movimenti descritti e sul Lato lavorante e sul Lato non lavorante. Più precisamente, Curva di Spee, per il piano occlusale sagittale, di Wilson per il piano frontale e la terza curva di Compensazione da valutare è quella di Monsen. Ed ancora i Movimenti Mandibolari nei Tre Piani Spaziali e l'Angolo e meglio ancora il Movimento di Bennet, il movimento del Condilo Lavorante e di quello Bilanciante. Le spiego ancora qualcosa o almeno ci provo, perchè l'argomento è complesso per i "non addetti ai lavori": ripeto, devono essere rispettati i concetti basilari della gnatologia: rapporto corretto cuspide-fossa, occlusione reciprocamente protetta, contatto simultaneo massimo tra tutti i punti di centrica in posizione di relazione centrica, una corretta guida incisiva e una sufficiente disclusione canina dei denti posteriori nei movimenti di lateralità (benché, se fosse già presente una funzione di gruppo in assenza di segni di trauma o sofferenza parodontale, potrebbe essere accettabile anche il mantenimento della funzione di gruppo posteriore( ma bosogna valutarne il contesto in cui avviene). Si ricercano così i denti in trauma d’occlusione. Valutazione Gnatologiche-Ortodontiche : Classi Dentali di Angle, a livello dei primi molari e dei canini, I Cl.Dentale, II Cl. Dentale (e se in I o in II Divisione), III Cl., Overbite e quindi se c’è deep bite, Overjet e quindi se è presente un open bite. Curva di Spee, per il piano occlusale sagittale, di Wilson per il piano frontale, come detto e la terza curva di Compensazione da valutare è quella di Monsen. Rotazioni, Inclinazioni, Estrusioni, Intrusioni, Migrazioni, Faccette d’usura. Visita A.T.M. (Articolazione Temporo Mandibolare) Rilevando se sono presenti Algie, Scrosci, Click, Sublussazioni, Contratture dei muscoli in particolare Massetere e soprattutto lo Pterigoideo. Valutazione delle Gengive e Parodonto. Oltre la Gnatologia di pertinenza del Dentista Gnatologo ma anche dell'Ortodonzista, ci sono sistemi sofisticati per lo studio della postura: La Chinesiologia, la Pedana Baropodometrica dinamica computerizzata (che studia il carico della pianta dei piedi statico e dinamico), il Posturometro per determinare se c'è una asimmetria tra le due metà del dorso. Tutto questo fanno gli studiosi della Postura tra cui gli Gnatologi, gli ortodontisti, gli Ortopedici, gli Ortopedici del Rachide. Una visita osteopatica e fisiatrica alla muscolatura del bacino in particolare del M.Psoas sarebbe molto utile,perché è uno dei primi muscoli a "saltare" in una patologia lombosacrale in cui sia coinvolta la postura,sia che essa sia discendente ,ossia a partenza da una malocclusione ,sia che essa sia ascendente,ossia a partenza dagli arti inferiori, appoggio della pianta dei piedi, anche o colonna lombo sacrale. ha Bisogno di UN ECCELLENTE GNATOLOGO e di un altrettanto ECCELLENTE Posturologo che sia anche osteopata e fisiatra e collabori con lo Gnatologo ( Questo le dico perchè è mia prassi fare così in Gnatologia!!!) Il trattamento delle disfunzioni masticatorie sia come concetto statico che soprattutto dinamico necessita un approccio diagnostico differente nelle varie patologie che ne possono essere causa! Il discorso è molto "sottile" sfuma nella filosofia delle disfunzioni neuro muscolari , occlusali e della Articolazione Temporo Mandibolare e non lo si può spiegare in due parole, tra l’altro consigliandola su cosa sia meglio, senza averla visitata clinicamente …studiandone il caso di persona. Sappia che in ogni caso tra le terapie occlusale c'è il Bite Plane, che deve essere ben realizzato da persona competente, sembra una "sciocchezza" ma non lo è anzitutto è buona regola posizionarlo sulla arcata superiore che è l'unica arcata FISSA perchè solidale con la base cranica, ma a volte va posizionato sulla arcata inferiore, dipende dalla diagnosi e da quello che vogliamo ottenere e poi devono essere studiati i piani inclinati in gradi rispetto al piano occlusale e deve essere valutato lo spessore con cui farlo, ossia di quanto deve impedire la chiusura della arcata inferiore è la mandibola che deve in continuazione cercare una chiusura che non può trovare col bite, così si riposa tutto il complesso sistema neuro muscolare e le articolazioni temporo mandibolari il cervello, per così dire, in questo modo dimentica la posizione errata patologica memoriata da esso e si può trovare anche così la nuova posizione della mandibola, quella "buona","corretta", il bite infatti può essere terapeutico sintomatico e diagnostico e, una volta trovata la nuova posizione della mandibola, si eseguono dei rilievi clinici che permettono di impostare una terapia definitiva di riequilibrio occlusale. Tutti i bite non sono uguali e soprattutto non tutti i Dentisti sanno come usarli e quindi cosa ottenere con il loro uso! Le lascio una foto, dove vedrà in basso anche un arco facciale di trasferimento, essenziale per rilevare i rapporti spaziali delle sue arcate con la base cranica e per il montaggio dei suoi modelli di studio su un articolatore a valore medio per studiare la gnatologia della sua bocca e la sua clinica e le sue articolazioni con angoli di spostamenti come l'angolo o movimento di Bennet tra il piano sagittale ed il movimento del condilo in lateralità della mandibola che è la fotografia reale della sua patologia! Per esempio, maggiore è il movimento di Bennet e minore è l'altezza delle cuspidi e viceversa, quindi l'occlusione e il rapporto delle cuspidi tra antagonisti e tra di loro, incidono sul movimento di bennet e sulla misurazione dell'angolo che forma con le strutture citate ed in ultima analisi con le patologie del lato lavorante e di quello non lavorante della testa dei condili. Questo movimento di bennet può essere immediato o progressivo a seconda delle patologie presenti o non patologie presenti, ovviamente!Il movimento di lateralità è bene studiarlo anche clinicamente con la palpazione perché è determinato dalla contrazione dello pterigoideo esterno del lato opposto a quello verso cui si sposta la mandibola. Un dolore durante questa palpazione indica una contrattura del muscolo e quindi la presenza di una patologia articolare. Palpazione che va fatta non solo in lateralità ma anche in apertura.Solo così si può arrivare ad una corretta DIAGNOSI che porta poi ad una terapia. Ci sarebbe tanto altro da dire ma penso di essere già stato esaustivo per farle avere un'idea di cosa sia la Gnatologia. Ed ancora, l'Overjet e l'Overbite, e tanto altro.La Gnatologia ha tante "sfaccettature e prospettive" di visuale diagnostica e terapeutica. La mia è questa, oltre al consulto di un Posturologo e ad esami Computerizzati podometrici, come vedrà nel Poster che le lascio. Si faccia Visitare quindi da Un Dentista Gnatologo molto esperto! Cari saluti
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)
Consulente di Dentisti Italia

Il caso clinico che lei ci espone sembra un caso piuttosto complesso, con diverse problematiche. Fare 7 anni di ortodonzia per mantenere una condizione di malocclusione non è il massimo. Senza avere a disposizione esami radiografici, modelli di studio, fotografie, la sua cartella clinica (con specificato nel dettaglio tutto quello che ha fatto fino ad ora), visita occlusale e gnatologica.....come è possibile risponderle? come posso dirle se le conviene o meno fare un bite oppure no? Ha fatto qualcosa per modificare la presunta deglutizione atipica? Oggettivamente, vista la sua giovane età, è opportuno che si affidi ad uno Studio Dentistico di fiducia (mi perdoni il gioco di parole), nello specifico da un bravo Ortodontista e da un bravo Gnatologo (con vaste conoscenze in posturologia), in modo tale da poter essere inserito in un adeguato piano di trattamento e di riabilitazione finalizzato a risolvere i suoi problemi.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Giulio Sbarbaro
Zocca (MO)
Consulente di Dentisti Italia

Sig. Roberta, perchè mancano i secondi molari inferiori?? forse c'è qualcosa di poco chiaro. Il bite in molti casi aiuta a completare uno studio occlusale, lei non dovrebbe interferire assumendosi delle responsabilità che non le competono, per cui si affidi solo alle buone mani del suo curante.

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)